Sequestrati beni a imprenditore di Milazzo legato al clan Cappello

MESSINA Il Tribunale misure di sorveglianza di Messina ha diposto il sequestro di alcuni beni (quattro auto, due furgoni, un terreno e altri immobili) riconducibili all’imprenditore di Milazzo (Messina) Vincenzo Pergolizzi, che secondo la procura ha legami con la criminalità organizzata, in particolare con il clan Cappello di Catania e con quello di Barcellona Pozzo di Gotto (Messina), capeggiato da Carmelo Vito Foti. In precendenza a Pergolizzi erano stati sequestrati società, conti correnti, uno yacht di 40 metri,  per 25 milioni, intestati a familiari, amici, alla segretaria e alla nonna di 85 anni; quelli di oggi, intestati alle due figlie e alla moglie, ammontano a diverse decine di migliaia di euro.

“Le finanziarie, nazionale e regionale, e i problemi degli enti locali”

Nella sala consiliare di Palazzo Longano, sede del Comune di Barcellona Pozzo di Gotto (Messina),  è stato organizzato dalla Lega Siciliana delle Autonomie Locali e dal Comune di Barcellona Pozzo di Gotto un convegno con gli amministratori locali della Provincia di Messina avente ad oggetto le problematiche scaturenti dai tagli previsti dalla finanziaria statale e da quella regionale. I lavori sono stati coordinati da Rosario Ansaldo Patti della segreteria regionale della Lega. Presente anche  Nino Emilio Borgese del coordinamento federale cooperativo nazionale di legautonomie.

Leggi il seguito di questo post »

Roma, il 2 dicembre militari in piazza

Non accadeva dagli anni ‘70

http://www.grnet.it – Roma, 29 nov – Non accadeva dagli anni ’70, quando i militari scesero nelle piazze italiane per protestare contro le loro condizioni di vita e di lavoro. Ora accade di nuovo. Il PSD, il Partito Sicurezza e Difesa, ha organizzato per il 2 dicembre alle 11:30 una manifestazione di piazza che si svolgerà davanti il ministero della Difesa e davanti il Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri. Il titolo della manifestazione è “Difendiamo la Costituzione”.
“Difendiamo la Costituzione italiana, difendiamo il diritto di essere cittadini liberi, con uguali diritti e uguali possibilità, il diritto di essere rappresentati, di essere informati, di potersi esprimere, di poter scegliere” si legge nel volantino della manifestazione, che ricorda inoltre alcuni principi sanciti dalla nostra carta fondamentale: Art. 17: “I cittadini hanno diritto di riunirsi pacificamente e senz’armi…”, Art. 18: “I cittadini hanno diritto di associarsi liberamente…”, Art. 52: “La difesa della Patria è sacro dovere del cittadino. Il suo adempimento non pregiudica la posizione di lavoro né l’esercizio dei diritti politici. L’ordinamento delle Forze Armate si informa allo spirito democratico della Repubblica”.
“L’obbedienza ci deve essere – ricorda il PSD, ma il militare non può rinunciare alla propria dignità e non può rinunciare a quei diritti riconosciuti nei primi articoli della Costituzione Italiana: DIGNITÁ, UGUAGLIANZA E LIBERTÁ”

Leggi il seguito di questo post »

UNIVERSITA’: APPELLO ATENEO PALERMO, RINVIARE DDL O SARA’ LOTTA

L’opposizione al ddl Gelmini sull’università mette d’accordo tutti a Palermo. Stamattina seduta congiunta di Senato accademico, Consiglio di amministrazione e Consiglio degli studenti dell’Università di Palermo sulla riforma Gelmini. Approvato un documento in cui si rileva l’inopportunità di procedere a un’approvazione del ddl prima che si siano date adeguate soluzioni ai problemi e si chiede al Parlamento italiano di sospendere l’iter legislativo del provvedimento, “in un momento in cui, con tutta evidenza, le necessarie e inconfutabili

Leggi il seguito di questo post »

Crolla una palazzina in centro, illesi i tre abitanti

SANT’AGATA MILITELLO (MESSINA) –  Crollo in una palazzina a tre piani la notte scorsa in centro a Sant’Agata Militello nel messinese. Il pavimento dell’ultimo piano si è sbriciolato coinvolgendo, in una sorta di effetto domino, anche i piani inferiori. Nella casa si trovavano tre persone, rimaste illese, tra cui un’anziana donna che si trova in ospedale in stato di choc. La costruzione è stata evacuata dai vigili del fuoco. La struttura era stata restaurata solo esternamente.

Nagib Mahfuz, Per le strade del Cairo

di Maria Elena Paniconi

Nagib Mahfuz, premio Nobel per la letteratura 1988, presenta ai lettori e ai critici un duplice volto. Il primo è quello di romanziere a suo modo «regionale», legato all’ambiente urbano e in particolare alla pancia più impermeabile – almeno in apparenza – ai venti della modernizzazione, quella zona del Cairo fatimide in cui l’autore trascorse l’infanzia. Leggi il seguito di questo post »

Return Migration

La migrazione di ritorno come strumento di sviluppo: il caso della Tunisia

di Michele Binci

Migrazione e sviluppo sono correlati reciprocamente. La migrazione di ritorno, nello specifico, tende a esercitare un impatto particolarmente rilevante sia sulle vite dei migranti, sia sulla situazione sociale ed economica dei loro Paesi di origine. Leggi il seguito di questo post »

“Storie di Giufà”: apprezzata performance teatrale degli alunni della Scuola Primaria “Collereale” nell’ambito del progetto PON “Competenze per lo Sviluppo”, annualità 2009/10, I.C. “Manzoni – Dina e Clarenza”

di Giacomo Gugliandolo

Il teatro è scuola di moralità, di buon vivere sociale e talora di santità. Sviluppa assai la mente di chi recita e gli dà disinvoltura. Reca allegria ai giovani che ci pensano molti giorni prima e molti giorni dopo”. Don Bosco

Si è brillantemente concluso con la messa in scena dello spettacolo teatrale “Storie di Giufà”, a cura dei giovanissimi e bravissimi “attori” delle classi III, IV e V del plesso di Scuola Primaria “Collereale”, facente parte dell’Istituto Comprensivo “Manzoni – Dina e Clarenza” di Messina, il progetto PON FSE “Competenze per lo Sviluppo”, di cui alla Circolare Ministeriale prot. n. AOODGAI/2096 del 03/04/2009 – Autorizzazione prot. n. AOODGAI/2422 dell’ 11-03-2010, percorso formativo “Sicilia: Tradizione e folklore”, F-1-FSE-2009-2631. Leggi il seguito di questo post »

Licata, manca l’acqua da 20 giorni

LICATA (AGRIGENTO) – Una trentina di anziani, residenti nel quartiere Marina, sta protestando davanti al Comune contro la mancanza, da oltre 20 giorni, d’acqua corrente nelle case. I cittadini di Licata reclamano a gran voce un incontro urgente con il sindaco Angelo Graci che non può però, per effetto dell’obbligo di dimora ad Agrigento a cui è stato sottoposto da quasi un anno, recarsi nella sua città. Polizia e carabinieri stanno cercando di tenere sotto controllo la situazione. Il vice sindaco, Giuseppe Arnone, riceverà una delegazione di cittadini e si farà carico di sollecitare un intervento risolutivo per la crisi idrica nei confronti di Girgenti Acque. Due mesi fa, a Licata, era stata organizzata una marcia contro la mancata distribuzione di acqua.

L’ATO1 CHIEDE IL CONTO AI COMUNI PER IL SALDO DELLA TIA 2005

LA CISL DI SANT’AGATA MILITELLO: “I COMUNI RIVERSANO TUTTO SUGLI UTENTI CHE RAPPRESENTANO L’ANELLO PIÙ DEBOLE”.

“Bisogna fare chiarezza sul modo di operare dei Comuni dell’Ato Me1 in merito alle fatturazione Tia quale saldo del 2005. Non è possibile che siano i Comuni a coprire il fondo di rotazione che in momenti di crisi la Regione ha concesso a parziale copertura dei debiti dell’Ato Me1”. A sostenerlo è il segretario zonale della Cisl di S. Agata Militello Alfonsa Franchina che evidenzia “come non è assolutamente possibile scaricare sull’utenza il pagamento di tali importi”. Questo é quanto avrebbero deciso alcuni enti e se passasse questo principio “gli utenti, almeno quelli di alcuni comuni, pagherebbero per servizi non resi – spiega Alfonsa Franchina – Bisogna fare chiarezza ed avere uniformità di comportamento all’insegna dell’ equità e della trasparenza”.

Leggi il seguito di questo post »

Sicilia: domani Lombardo incontra i sindacati, Cisl chiede svolta

Palermo  – ‘‘Ci auguriamo che il presidente della Regione Lombardo e il suo governo, vengano all’incontro con proposte e strategie. Noi andremo con richieste di svolta. Ma con spirito costruttivo”. Usa queste parole Maurizio Bernava, segretario della Cisl Sicilia, alla vigilia dell’incontro, a palazzo d’Orleans a Palermo, tra Regione e forze economiche e sociali. La convocazione del tavolo e’ scattata venerdi’, il giorno dopo l’ultimatum lanciato dalla Cisl che, in occasione di un forum sulla fuga dalla Sicilia dei grandi gruppi industriali, aveva dato due settimane di tempo, al governo regionale. ”Prima del via alla manovra finanziaria e di bilancio, vanno riportati al centro della politica – aveva avvertito la Cisl – impresa, investimenti e occupazione”.

Gli Usa impedirono all’Italia di vendere delle motovedette veloci all’Iran

Gli Usa impedirono all’Italia di vendere delle navi all’Iran Un documento pubblicato dal New York Times mostra che gli Stati Uniti chiesero all`Italia di bloccare le esportazioni in Iran di dodici navi veloci, con le quali Teheran avrebbe potuto attaccare le navi americane nel Golfo. L`Italia lo fece “solo dopo undici mesi di resistenze, durante i quali le prime undici navi furono comunque consegnate”, come spiega il documento inviato dall`ambasciata americana di Roma al dipartimento di Stato, uno dei documenti ottenuti dal sito internet WikiLeaks, pubblicati ieri. Le imbarcazioni in questione erano navi vedetta ‘Levriero’ dell`azienda italiana Fb Design. ‘E` vero, non è un mistero’, aveva dichiarato nel 2008 il proprietario dell`azienda Fabio Buzzi. “Ho venduto tecnologie e navi agli iraniani, li vendiamo regolarmente ai servizi segreti iraniani”. Buzzi dichiarò anche di aver interrotto le vendite nel 2005, quando il governo americano lo interrogò riguardo i suoi affari con la Guardia Rivoluzionaria.

Incendio in un deposito di frigoriferi a Messina

Un incendio ha danneggiato la notte scorsa un deposito di frigoriferi in via Colapesce 16 a Messina. I vigili del fuoco hanno spento le fiamme dopo diverse ore di lavoro. Indagini accerteranno le cause del rogo.

Arrestato a Siracusa serial killer ‘mostro di Cassibile’

  Pensionato autore di una decina tra omicidi e tentativi in 13 anni

(ANSA) – SIRACUSA, 29 NOV – Carabinieri di Siracusa hanno arrestato il presunto ‘mostro di Cassibilè, il serial killer al quale vengono addebitati una decina tra omicidi e tentati omicidi compiuti dal 1996 al 2009. E un pensionato incensurato di 69 anni, Giuseppe Raeli, che è stato bloccato nella sua abitazione. Sarà rinchiuso in isolamento nel carcere di Cavadonna. E’ indagato per omicidio, tentato omicidio, porto e detenzione di arma. Sul posto sono presenti anche carabinieri del Ris di Messina per i rilievi del caso. L’inchiesta è coordinata dal procuratore capo di Siracusa, Ugo Rossi.

Wikileaks, Berlusconi “incapace” per i diplomatici Usa

New York  (Apcom) – “Silvio Berlusconi sembra sempre più il portavoce di Vladimir Putin in Europa”. Nel 2009 i diplomatici americani a Roma descrivevano con queste parole la relazione estremamente stretta fra il presidente del Consiglio italiano e il primo ministro russo, un rapporto che includeva “regali sontuosi”, remunerativi contratti energetici e un oscuro intermediario italiano che parla russo. E’ quanto si legge in uno dei documenti ottenuti dal sito internet di Julian Assange, WikiLeaks, che ha cominciato ieri la pubblicazione di alcuni dei 251.287 file inviati al dipartimento di Stato americano da 274 sedi diplomatiche statunitensi in tutto il mondo.