Centrale biomasse a Ribera

Il Consiglio Comunale di Ribera ha discusso una mozione presentata dal consigliere comunale Giovanni Di Caro in cui si chiedeva di esprimere pubblicamente e solennemente la propria contrarietà alla costruzione della Centrale a Biomassa liquida in contrada Castellana a Ribera.
La mozione è stata alla fine approvata con 15 voti favorevoli, 3 contrari (Ragusa, Oliveri e Dinghile tutti dell’MPA) e 2 consiglieri assenti (Brisciana e Catanzaro). Segue la mozione proposta dal Consigliere Comunale Giovanni Di Caro. Leggi il seguito di questo post »

Rilanciamo la lotta per il permesso di soggiorno per tutti!

Dal 5 novembre un gruppo di immigrati è salito in cima alla torre ex Carlo Erba in Via Imbonati a Milano. Non scenderanno fino a che non verrà data risposta alla richiesta di veder riconosciuto il diritto a una vita dignitosa, che passa innanzitutto per l’ottenimento del permesso di soggiorno. In prosecuzione delle mobilitazioni degli ultimi mesi e come gli immigrati di Brescia, che alla fine di ottobre sono saliti su una  gru della metropolitana, anche gli immigrati milanesi denunciano una situazione che coinvolge almeno 50mila persone, tutte truffate da una sanatoria farsa per la quale hanno sborsato migliaia di euro e da cui la maggioranza è rimasta esclusa. Leggi il seguito di questo post »

Impresa a Milazzo evade fisco per oltre un milione di euro

Gli uomini della Guardia di Finanza hanno individuato una società di Milazzo (Messina), operante nel settore di noleggio di attrezzature industriali per sollevamenti e di mezzi pesanti per autotrasporto, che aveva occultato al fisco 3 milioni di euro di ricavi. La società avrebbe evaso l’Iva per quasi 1 milione duecentomila euro e l’imposta sul reddito delle società per quasi 900 mila euro. Denunciato il rappresentate legale della società, G.S., 53 anni per omessa presentazione della dichiarazione annuale.

Ferrovie, nessun taglio. Sarà vero o sono le solite “promesse da marinaio”?

“Niente tagli per i treni a lunga percorrenza in Sicilia. Allarme rientrato, dunque, per i collegamenti ferroviari tra l’Isola e il Continente. I viaggiatori non saranno soggetti ad alcun disagio” annuncia il sottosegretario ai Trasporti, Giuseppe Maria Reina, a conclusione dell’incontro, da lui convocato d’intesa con il ministro Matteoli, tra i vertici del Dicastero di Porta Pia e l’amministratore delegato di Trenitalia Vincenzo Soprano.
La riunione, che comunque era stata già programmata dalla fine della settimana scorsa, è nata in conseguenza ad una situazione resasi incandescente dopo la pubblicazione di notizie su possibili tagli che Rfi avrebbe effettuato nei prossimi mesi in Sicilia.
Leggi il seguito di questo post »

Turismo, Bankitalia boccia la Sicilia

Nei primi otto mesi dell’anno diminuiscono i turisti in Sicilia: 199 mila in meno rispetto al 2009. Le presenze nell’isola sono state 1 milione 522 mila, contro 1 milione e 721 registrate nello stesso periodo dell’anno scorso. È quanto emerge da un’indagine sul turismo internazionale realizzata da Bankitalia. Il trend negativo risente in misura maggiore del calo di stranieri, che da gennaio ad agosto sono stati 1,067 milioni, contro 1,252 mln del 2009. Ma calano anche i turisti italiani: 455 mila a fronte dei 469 mila nel 2009.Rispetto allo scorso anno i turisti hanno speso 118 milioni di euro in meno. La spesa complessiva è stata pari a 891 mln, contro 1 miliardo e 99 milioni del 2009. Gli stranieri hanno speso 599 mln (687 mln del 2009), mentre gli italiani 292 mln, contro 322 dello scorso anno.

RIFIUTI ZERO PALERMO

 

Comunicato stampa

Palermo, 10 novembre 2010

L’associazione Rifiuti Zero Palermo ritiene paradossale che la rottura degli impianti di trito vagliatura mettano in ginocchio da un punto di vista igienico-sanitario la citta’ di Palermo e la sua provincia. La tritovagliatura serve a ridurre di qualche percentuale il volume di immondizia conferita in discarica, ma non elimina la formazione di percolato e biogas, altamente inquinanti, e non è il pretrattamento previsto dalla legge, che invece impone la separazione dell’organico dai rifiuti. Leggi il seguito di questo post »

in ginocchio da un punto di vista igienico-sanitario la città di Palermo

di Donatella Costa

L’associazione Rifiuti Zero Palermo ritiene paradossale che la rottura degli impianti di trito vagliatura mettano in ginocchio da un punto di vista igienico-sanitario la città di Palermo e la sua provincia. Leggi il seguito di questo post »