Battutaccia leghista di Bertolaso: “L’eruzione del Vesuvio? Non sarebbe una disgrazia…”

L’eruzione del Vesuvio “non sarebbe una grande disgrazia, lo dico da buon leghista” per le conseguenze che potrebbe portare, anzi: “L’unico rammarico che avrò, che avremo, sarà quello che purtroppo fra Vesuvio e ai Campi Flegrei non è successo niente…”. A parlare sarebbe stato il capo della Protezione civile, Guido Bertolaso, in una riunione, lo scorso 15 ottobre, di fronte al personale e ai dirigenti del Dipartimento all’auditorium di Via Vitorchiano, in Roma. Le parole di Bertolaso, che hanno il tono della battuta scherzosa, sono riferite dalla Cgil Funzione Pubblica, che riferisce di aver ricevuto, nei giorni scorsi, da un anonimo, un pacco postale con un CD contenente il discorso del capo dipartimento. Leggi il seguito di questo post »

Caccia, Sondaggio: aumenta il fronte del NO, per l’80% degli italiani va vietata

La stragrande maggioranza degli italiani, l’80%, ritiene la caccia un’inutile crudeltà che andrebbe vietata o maggiormente regolamentata. E’ quanto emerge dal sondaggio Ipsos, commissionato dal ministero del Turismo per rilevare l’impatto dell’attività venatoria sull’immagine nazionale e sul conseguente appeal turistico, condotto su un campione rappresentativo dell’intera popolazione.

Secondo il sondaggio, il fronte contrario alla caccia è cresciuto di ben 3 punti in percentuale negli ultimi 18 mesi. Leggi il seguito di questo post »

Rifiuti: Lamezia, stop mezzi da Campania

Il sindaco di Lamezia Terme, Gianni Speranza, vieta lo scarico di rifiuti provenienti da altre regioni nel suo territorio. In un’ordinanza, infatti, vieta il transito, su tutto il territorio comunale, dei mezzi che trasportano rifiuti provenienti da regioni diverse dalla Calabria verso la discarica di Pianopoli (Catanzaro) e altri siti. L’ordinanza affida al comando della Polizia municipale l’incarico di predisporre i necessari strumenti per renderla eseguibile. (Ansa, 30 ottobre)

Malasanità: Marino chiede ai Nas di aprire istruttoria su Palermo

“Ho chiesto un’istruttoria ai carabinieri appartenenti al nucleo Nas della Commissione per far luce sulle circostanze della nascita di un neonato, due giorni fa, al Policlinico di Palermo“. Lo annuncia il senatore Ignazio Marino, presidente della commissione d’inchiesta sul servizio sanitario nazionale, dopo il caso palermitano del neonato cui, invece di ossigeno, sarebbe stato somministrato un altro gas.

I carabinieri raccoglieranno tutta la documentazione disponibile. Leggi il seguito di questo post »

Palermo: gas al posto di ossigeno ad un neonato

Il padre di un bambino nato due giorni fa al Policlinico di Palermo ha denunciato che il figlio ha rischiato di morire perchè al posto dell’ossigeno gli è stato somministrato gas. Il genitore spiega che il bimbo ‘è stato intubato, ma nei tubi collegati alla macchina c’era gas. Mi hanno detto che la responsabilità è della ditta che ha eseguito dei lavori nel reparto di Ostetricia‘. Il bambino, per il quale si era temuto che morisse, adesso sta meglio. Aperta un’indagine interna. (Ansa, 30 ottobre)

Pubblicato su Sanità. Leave a Comment »

Mafia: la Procura di Palermo riapre l’inchiesta sull’avvocato Mormimo

Archiviata nel 2005, è stata riaperta, a Palermo, l’inchiesta per concorso esterno all’associazione mafiosa sull’avvocato Nino Mormino. L‘indagine sull’ex deputato di Fi sarebbe un atto dovuto dopo le dichiarazioni di Massimo Ciancimino, che ha parlato di contatti tra il legale e ambienti vicini a Bernardo Provenzano, per iniziative a favore dei boss detenuti. ”Rimango senza parole, facciano quello che vogliono” ha commentato Mormino. Il direttivo della Camera penale di Palermo ”ha deliberato l’immediato stato di agitazione” per protesta. (Ansa, 30 ottobre)

Le Guardie Giurate dell’istituto di Vigilanza “Il Detective” proclamano lo stato di agitazione

Le Guardie Giurate dell’Istituto di Vigilanza “Il Detective Srl” scrivono al prefetto Alecci e al questore di Messina Gugliotta, per segnalare le difficoltà di carattere economico che ormai da diversi mesi interessano la società, e che come conseguenza stanno determinando il ritardo nel pagamento degli ultimi due stipendi.

Leggi il seguito di questo post »

Pubblicato su Lavoro. Leave a Comment »

77enne arrestato per stalking

Gli agenti della Sezione di Polizia Giudiziaria presso la Procura della Repubblica di Messina hanno dato esecuzione all’ordinanza di applicazione di misura cautelare, emessa dal G.I.P. del locale Tribunale, nei confronti di un messinese settantasettenne , poiché ritenuto responsabile del reato di stalking. L’uomo, che già nel giugno scorso era stato colpito da un provvedimento analogo, da alcuni anni aveva intrapreso una vera e propria campagna persecutoria nei confronti di una donna, di quasi 30 anni più giovane di lui, con la quale in passato aveva intrattenuto una relazione extraconiugale.

Leggi il seguito di questo post »

«Tutto è conteso, tutto ci è rapito»: Il “Tabarro” di Puccini inaugura la Stagione lirica peloritana

di Valerio Ciarocchi, pianista e insegnante

Il tabarro di Puccini apre, con Cavalleria Rusticana di Mascagni, la stagione lirica 2010-2011 del Teatro Vittorio Emanuele di Messina[1]. Leggi il seguito di questo post »

DOMENICA L’ORA SOLARE, LANCETTE INDIETRO DI UN’ORA

Ora solare

Dopo 7 mesi di ora legale, nella notte di domenica 31 ottobre gli italiani sposteranno le lancette degli orologi indietro di un’ora, alle ore 03.00 infatti tornerà in vigore l’ora solare – saranno le ore 02:00 – che durerà fino al prossimo 27 marzo. Leggi il seguito di questo post »

Caso Ruby, la “rubacuori” era fuggita da Messina

di  Nuccio  Anselmo (Gazzetta del Sud)

La giovane si sfoga: «Coinvolte persone che mi hanno soltanto aiutato. Sono molto amareggiata, la mia verità è stata manipolata».

In quel centro benessere di Messina c’era uno stuolo di uomini maturi che si presentava molto tardi da “Ruby”. Leggi il seguito di questo post »

‘Ndrangheta: arrestato un latitante nel reggino

Un latitante, Antonio Francesco Pardea, 24 anni, di Tropea, e’ stato arrestato dai carabinieri a Galatro. Il giovane, ritenuto affiliato alla cosca dei Lo Bianco di Vibo Valentia, era ricercato dal 17 giugno scorso perche’ destinatario di una ordinanza di custodia cautelare per i reati di associazione di tipo mafioso, porto e detenzione illegale di armi. Pardea e’ stato anche denunciato perche’ al momento dell’arresto ha fornito delle false generalita’. (ANSA)

Maltempo: A3; Anas, resta chiuso tratto carreggiata nord Reggio

A3 Salerno-Reggio Calabria ©NuovoSoldo

Resta chiuso al traffico il tratto della carreggiata nord dell’A3 compreso tra gli svincoli di Reggio Porto e Gallico. I tecnici dell’Anas e della Provincia di Reggio hanno effettuato un sopralluogo all’altezza dello svincolo per le verifiche idrauliche del torrente Scalone e del subalveo Scaccioti, ostruiti dai detriti dopo gli ultimi nubifragi. Leggi il seguito di questo post »

Enzo Sindoni ai domiciliari, sospeso dalla carica di sindaco

Capo d’Orlando –  Il Prefetto di Messina, Francesco Alecci, ha notificato al Comune di Capo d’Orlando l’atto col quale viene decretata la “sospensione di diritto di carica pubblica nei confronti di Enzo Sindoni”, Sindaco di Capo d’Orlando, in seguito all’arresto dell’imprenditore orlandino, eseguito lo scorso 26 ottobre dalla Guardia di Finanza di Siracusa, per una presunta truffa all’UE. Nella mattinata di ieri – tuttavia – Enzo Sindoni è stato scarcerato e posto agli arresti domiciliari. L’accusa nei confronti del sindaco orlandino è di avere percetito indebitamente dall’Agea (Agenzia per le erogazioni in agricoltura) contributi del Feoga (Fondo europeo agricolo di orientamento e garanzia) per oltre un milione di euro. Un’analoga frode era stata gia’ contestata a Sindoni nel 2008, quando era stato anche accusato di associazione per delinquere, in concorso con altre otto persone. L’imprenditore e sindaco avrebbe attestato falsamente di disporre di terreni coltivati ad agrumi e la relativa produzione, solo fittizia, di arance e limoni.

Scuola, Oggi manifestazione nazionale precari a Napoli

(Apcom) – Manifestazione nazionale oggi a Napoli indetta dai comitati dei precari della scuola. Parteciperanno anche i sindacati del settore e i collettivi universitari. Il corteo partirà alle 14.30 da piazza Mancini (accanto la stazione centrale) e seguirà il percorso Corso Umberto, via Guglielmo Sanfelice, via Monte Oliveto, Calata Trinità Maggiore fino a concludersi, verso le 18, in piazza del Gesù dove si terranno dei comizi e un concerto finale. Leggi il seguito di questo post »