Battutaccia leghista di Bertolaso: “L’eruzione del Vesuvio? Non sarebbe una disgrazia…”

L’eruzione del Vesuvio “non sarebbe una grande disgrazia, lo dico da buon leghista” per le conseguenze che potrebbe portare, anzi: “L’unico rammarico che avrò, che avremo, sarà quello che purtroppo fra Vesuvio e ai Campi Flegrei non è successo niente…”. A parlare sarebbe stato il capo della Protezione civile, Guido Bertolaso, in una riunione, lo scorso 15 ottobre, di fronte al personale e ai dirigenti del Dipartimento all’auditorium di Via Vitorchiano, in Roma. Le parole di Bertolaso, che hanno il tono della battuta scherzosa, sono riferite dalla Cgil Funzione Pubblica, che riferisce di aver ricevuto, nei giorni scorsi, da un anonimo, un pacco postale con un CD contenente il discorso del capo dipartimento. Leggi il seguito di questo post »

Caccia, Sondaggio: aumenta il fronte del NO, per l’80% degli italiani va vietata

La stragrande maggioranza degli italiani, l’80%, ritiene la caccia un’inutile crudeltà che andrebbe vietata o maggiormente regolamentata. E’ quanto emerge dal sondaggio Ipsos, commissionato dal ministero del Turismo per rilevare l’impatto dell’attività venatoria sull’immagine nazionale e sul conseguente appeal turistico, condotto su un campione rappresentativo dell’intera popolazione.

Secondo il sondaggio, il fronte contrario alla caccia è cresciuto di ben 3 punti in percentuale negli ultimi 18 mesi. Leggi il seguito di questo post »

Rifiuti: Lamezia, stop mezzi da Campania

Il sindaco di Lamezia Terme, Gianni Speranza, vieta lo scarico di rifiuti provenienti da altre regioni nel suo territorio. In un’ordinanza, infatti, vieta il transito, su tutto il territorio comunale, dei mezzi che trasportano rifiuti provenienti da regioni diverse dalla Calabria verso la discarica di Pianopoli (Catanzaro) e altri siti. L’ordinanza affida al comando della Polizia municipale l’incarico di predisporre i necessari strumenti per renderla eseguibile. (Ansa, 30 ottobre)

Malasanità: Marino chiede ai Nas di aprire istruttoria su Palermo

“Ho chiesto un’istruttoria ai carabinieri appartenenti al nucleo Nas della Commissione per far luce sulle circostanze della nascita di un neonato, due giorni fa, al Policlinico di Palermo“. Lo annuncia il senatore Ignazio Marino, presidente della commissione d’inchiesta sul servizio sanitario nazionale, dopo il caso palermitano del neonato cui, invece di ossigeno, sarebbe stato somministrato un altro gas.

I carabinieri raccoglieranno tutta la documentazione disponibile. Leggi il seguito di questo post »

Palermo: gas al posto di ossigeno ad un neonato

Il padre di un bambino nato due giorni fa al Policlinico di Palermo ha denunciato che il figlio ha rischiato di morire perchè al posto dell’ossigeno gli è stato somministrato gas. Il genitore spiega che il bimbo ‘è stato intubato, ma nei tubi collegati alla macchina c’era gas. Mi hanno detto che la responsabilità è della ditta che ha eseguito dei lavori nel reparto di Ostetricia‘. Il bambino, per il quale si era temuto che morisse, adesso sta meglio. Aperta un’indagine interna. (Ansa, 30 ottobre)

Pubblicato su Sanità. Leave a Comment »

Mafia: la Procura di Palermo riapre l’inchiesta sull’avvocato Mormimo

Archiviata nel 2005, è stata riaperta, a Palermo, l’inchiesta per concorso esterno all’associazione mafiosa sull’avvocato Nino Mormino. L‘indagine sull’ex deputato di Fi sarebbe un atto dovuto dopo le dichiarazioni di Massimo Ciancimino, che ha parlato di contatti tra il legale e ambienti vicini a Bernardo Provenzano, per iniziative a favore dei boss detenuti. ”Rimango senza parole, facciano quello che vogliono” ha commentato Mormino. Il direttivo della Camera penale di Palermo ”ha deliberato l’immediato stato di agitazione” per protesta. (Ansa, 30 ottobre)

Le Guardie Giurate dell’istituto di Vigilanza “Il Detective” proclamano lo stato di agitazione

Le Guardie Giurate dell’Istituto di Vigilanza “Il Detective Srl” scrivono al prefetto Alecci e al questore di Messina Gugliotta, per segnalare le difficoltà di carattere economico che ormai da diversi mesi interessano la società, e che come conseguenza stanno determinando il ritardo nel pagamento degli ultimi due stipendi.

Leggi il seguito di questo post »

Pubblicato su Lavoro. Leave a Comment »