Concorsi al Policlinico di Messina, chiesti otto rinvii a giudizio

Il sostituto procuratore della Dda di Messina, Angelo Cavallo, ha chiesto il rinvio a giudizio nei confronti del rettore dell’Università di Messina, Franco Tomasello, della moglie di quest’ultimo, Melitta Grasso, del presidente della Provincia, Nanni Ricevuto, dell’ex presidente del consiglio comunale, Umberto Bonanno, dell’ex direttore sanitario del Policlinico, Giovanni Materia, del docente di Medicina del Lavoro, Carmelo Abbate, del medico del lavoro, Concetto Giorgianni e la ricercatrice Giovanna Spatari nell’ambito dell’inchiesta scaturita da un concorso all’Istituto di Medicina del lavoro del Policlinico del novembre 2005.

Ruby: “Silvio mi mostrò l’Audi e disse: è per te”

Nei verbali milanesi, Ruby aveva raccontato di aver ricevuto in regalo da Berlusconi un’auto. Ieri, ricostruendo le storie delle feste con “bunga bunga” ad Arcore e dei soldi, dei gioielli, dell’abito di Valentino, avevamo omesso di citare il modello dell’auto. Bene. Leggi il seguito di questo post »

Mafia, Palermo: arrestato latitante Rosario Naimo

Il latitante mafioso Rosario Naimo è stato arrestato dalla Guardia di Finanza di Palermo due giorni fa, ma la notizia è stata diffusa oggi. Il 65enne era latitante dal ’95, perchè condannato a 19 anni di reclusione per associazione a delinquere di stampo mafioso e traffico di stupefacenti e contro di lui c’è anche l’ordinanza di carcerazione emessa dagli Usa per associazione per delinquere. Nella sua casa la Gdf ha sequestrato 210.500 euro e 16.530 dollari. (Ansa, 29 ottobre)

Pallavolo, donne: Mondiali, Italia-Porto Rico 3-0

L’Italia ha battuto Porto Rico 3-0 (25-20, 25-11, 25-18) nell’incontro d’esordio nel gruppo B dei Mondiali femminili di pallavolo in Giappone. Concentratissime, le italiane hanno sempre avuto in mano il match mostrando ottimi colpi e un muro invalicabile.

ITALIA: Del Core 8, Arrighetti 6, Ortolani 10, Bosetti 16, Gioli 13, Lo Bianco 3. Libere: Cardullo. Rondon, Crisanti. Non entrate: Barcellini, Di Iulio, Arcangeli. All.: Barbolini.

Domani le azzurre dovranno affrontare l’Olanda.

(Ansa, 29 ottobre)

‘ndrangheta, 34 arresti: ricostruita la mappa del pizzo

Due anni di estorsioni e danneggiamenti compiuti a Reggio Calabria sono stati ricostruiti dalla Polizia, che ha compiuto un’operazione contro alcune cosche della città. Trentaquattro gli arresti appartenenti ai sodalizi Borghetto, Zindato e Caridi, tutti aderenti al cartello Libri, o alle cosche Serraino e Rosmini. Tutte le organizzazioni operano nella zona centro e sud di Reggio Calabria, dove attuavano un ferreo controllo del territorio con l’imposizione del pizzo. (Ansa, 29 ottobre)

Acr Messina, presentato esposto alla Procura della Repubblica

Su iniziativa del forum Biancoscudati.it, un gruppo di tifosi del club giallorosso ha depositato un esposto-denuncia (otto i firmatari) presso la Procura della Repubblica della città dello Stretto. L’intento è quello di far luce sulle anomalie riguardo alla gestione amministrativa e contabile dell’ACR (definita “assolutamente sconsiderata“), dalla vendita all’asta avvenuta nel marzo 2009 sino alle ultime vicende, con l’interesse manifestato dal gruppo che fa capo agli imprenditori calabresi Bruno Martorano e Vincenzo Principato.

Mafia, il palermitano Rizzacasa: da preside scuola in provincia di Messina ad imprenditore milionario

Beni per 30 milioni di euro sono stati sequestrati a Vincenzo Rizzacasa, 63 anni, imprenditore palermitano. A giugno era stato arrestato per trasferimento fraudolento di valori aggravato e riciclaggio aggravato: avrebbe messo le sue imprese a disposizione del costruttore Salvatore Sbeglia, già condannato per mafia. Rizzacasa, da semplice preside di una scuola in provincia di Messina ha inziato la scalata nel mondo dell’edilizia, partendo da una piccola impresa intestata al figlio Gianlorenzo. (Ansa, 29 ottobre)