Uccisa Sarah Scazzi: si cerca il cadavere in un terreno dello zio

di Sostine Cannata

Sarah Scazzi

Ci sarebbe stata una svolta clamorosa nelle indagini su Sarah Scazzi, la ragazza scomparsa da Avetrana (TA) lo scorso 26 agosto. Oggi c’è stato l’interrogatorio fiume, 15 ore, dello zio di Sarah, Michele Misseri, della moglie Cosima Spagnolo e della loro figlia Valentina Misseri. Ad essere torchiato sarebbe stato principalmente Michele Misseri, che infine avrebbe confessato il luogo nel quale si troverebbe il corpo della ragazza. Le indagini avevano trovato nuova linfa nel ritrovamento del telefonino bruciacchiato di Sarah, ritrovamento avvenuto una settimana fa, proprio ad opera dello zio e proprio nei pressi del luogo indicato quale quello dell’occultamento del cadavere, verso il mare in località Tumani, tra Nardò e Avetrana. In seguito al ritrovamento del telefonino le indagini si erano concentrate sull’uomo e attraverso le cimici piazzate dagli investigatori nelle auto e in casa dei Misseri si sarebbe ascoltata Sabrina rimproverare alla madre il fatto che Sarah sarebbe andata via con il padre prima della definitiva scomparsa. Da qui l’interrogatorio dei tre e il successivo fermo di polizia di Michele Misseri. Leggi il seguito di questo post »

Pallavolo, Mondiali: Italia in semifinale, battuta anche la Francia

L’Italia si qualifica per le semifinali dei Mondiali di pallavolo battendo la Francia 3-1 (25-18-25-20 25-27 25-19).

Prossima avversaria degli azzurri sarà il Brasile.

(Ansa, 6 ottobre)

Panebianco: Fini, dimettiti!

di Andu

Avendo appreso che – in ultima istanza – “è stato il presidente Fini a scegliere la data (il 15 ottobre) che mette a rischio il passaggio della riforma”, Angelo Panebianco ne ha per tutti: 1. perché la maggioranza non ha “deciso di polemizzare duramente con lui su un tema così importante?”. 2. Visto anche “il caso della riforma universitaria”, Fini prenda “in considerazione l’idea di lasciare la Presidenza”. Leggi il seguito di questo post »

LA PROTESTA DEI RICERCATORI

Il disagio che tocca profondamente i ricercatori confermati non può più essere
ignorato: l’attesa della definizione dello stato giuridico dura ormai dal 1980.
Anche questo Governo ha dato una risposta negativa e inaccettabile, cioè la
scomparsa dei ricercatori senza una prospettiva concreta di carriera! La CISL
Università ha in tutte le sedi protestato contro questo stato di cose e ha
formulato una proposta concreta che si articola in due direzioni: Leggi il seguito di questo post »

Auto di un odontoiatra data alle fiamme

MESSINA. L’auto di un odontoiatra messinese é stata incendiata la notte scorsa. L’uomo ha raccontato di essere stato chiamato da una vicina di casa e, una volta sceso in strada per spegnere il fuoco con un secchio d’acqua, ha visto una persona che stava versando del liquido infiammabile sulla macchina. Ha tentato di bloccarlo, ma l’uomo è riuscito a far perdere le proprie tracce.

Mafia: mons. Bertolone è il nuovo postulatore della causa di don Puglisi

Don Pino Puglisi

Monsignor Vincenzo Bertolone e’ il nuovo postulatore della causa di beatificazione di padre Pino Puglisi. Il vescovo della diocesi di Cassano Ionio, si occupera’ del processo di beatificazione del sacerdote ucciso dalla mafia il 15 settembre del 1993 nel quartiere palermitano di Brancaccio. Bertolone succede a mons. Domenico Mogavero, vescovo di Mazara del Vallo. ”Profondero’ il massimo impegno – ha detto mons. Bertolone – per dare risposta ai quesiti posti dalla Congregazione per le cause dei santi”. (ANSA)

Unioni civili: comune di Milazzo (ME) istituisce registro per gay

La giunta comunale di Milazzo (ME) ha istituito il registro delle unioni civili anche per le coppie gay.

Il regolamento sarà sottoposto nei prossimi giorni al consiglio comunale per l’approvazione.

Il sindaco, Carmelo Pino, così accoglie, a tre mesi dal suo insediamento, le richieste avanzate da diversi movimenti e associazioni. ”La giunta – dice l’assessore alla famiglia Massimo D’Amore – intende tutelare i vincoli affettivi. Gli interessati possono chiedere l’iscrizione così come accade già in molti altri comuni”.

(Ansa, 6 ottobre)