Bambino cade da primo piano e finisce su rifiuti, e’ illeso

Bimbo di tre anni cade da primo piano e finisce su cumulo di immondizia in un cortile interno. Rimasto illeso. E’ accaduto a Mazara del Vallo. Il piccolo e’ precipitato da una finestra al primo piano dell’abitazione nel centro storico, dove risiede con la sua famiglia di origine tunisina. Al momento dell’incidente in casa con il piccolo c’erano la madre e altri parenti. Un’ambulanza del 118 ha trasportato il bambino all’ospedale ‘Abele Ajello’ da dove e’ stato pero’ dimesso subito dopo. (ANSA)

Venerdì 8 ottobre 2010, sciopero generale della scuola indetto da Unicobas

CONTRO UNA POLITICA SCOLASTICA INDECENTE
L’OTTO OTTOBRE SCIOPERO GENERALE DELLA SCUOLA

Manifestazione dei precari della scuola del 12 settembre 2010 a Messina ©Giovanni Tornesi
Manifestazione dei precari della scuola del 12 settembre 2010 a Messina ©Giovanni Tornesi

Comunicato Stampa di Stefano d’Errico (Segretario Nazionale)

Con la cosiddetta “riforma epocale” della scuola Superiore, da questo Settembre hanno tagliato altri 41.200 posti (25.600 docenti e 15.600 ATA), dopo i 57.000 eliminati lo scorso anno. Vogliono distruggere la scuola pubblica distruggendo le risorse umane e negando normali apporti finanziari. Leggi il seguito di questo post »

“Città a misura di bambino”

Città

L’Osservatorio Minori “Lucia Natoli” di Messina, impegnato sui temi dell’infanzia e dell’adolescenza, dopo la manifestazione del 30 settembre a Villa Dante, dal titolo “La pace è verde”, organizza venerdì 1 ottobre, alle 16, nel salone del Centro Servizi per il Volontariato di Messina, in via La Farina n. 7, una Tavola rotonda con architetti e amministratori sul tema “Città a misura di bambino”, con il patrocinio del Cesv. In primo piano le “scelte urbanistiche opportune per realizzare, sia formalmente, sia sul piano operativo, la cultura e le procedure di sostenibilità nelle politiche e nelle decisioni amministrative nei confronti dei cittadini più giovani e delle famiglie”.

Per informazioni: 3203354394, mail socialclubme@gmail.com.

Pubblicato su Senza categoria. Leave a Comment »

Il sindaco di Terme Vigliatore, Bartolo Cipriano è stato condannato

di Enrico Di Giacomo

Il sindaco di Terme Vigliatore, Bartolo Cipriano è stato condannato dal giudice monocratico del Tribunale di Barcellona, Maria Celi al pagamento di 20 mila euro, perché riconosciuto responsabile agli effetti civili di ingiuria aggravata nei confronti del prof. Adolfo Parmaliana, il docente universitario di chimica industriale che condusse alcune battaglie contro l’illegalità, contribuendo con le sue lotte allo scioglimento per mafia del Consiglio comunale di Terme Vigliatore. Scioglimento che fu deciso il 22 dicembre del 2005 con decreto del Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi. Leggi il seguito di questo post »

Mini Global Hawk italiani per la guerra in Pakistan

di Antonio Mazzeo

In Pakistan si registra l’escalation delle operazioni coperte della CIA, l’agenzia d’intelligence degli Stati Uniti d’America. Nel solo mese di settembre, a Wana nel sud Waziristan, sono stati lanciati più di 20 attacchi contro presunti obiettivi filo-Talibani utilizzando i famigerati velivoli senza pilota UAV del tipo “Predator” o “Reaper”. Un martellamento senza precedenti che, secondo i ricercatori del sito web The Long War Journal, porta a 74 il numero degli attacchi effettuati nel 2010 dalla CIA con UAV che sganciano bombe e missili aria-terra. Leggi il seguito di questo post »

Corteo NO PONTE

Sabato 2 ottobre ore 16.00 @ P.zza Cairoli, Messina.

Ad un anno di distanza dall’alluvione che ha colpito la zona sud di Messina, lasciando sul terreno 37 morti, e a parecchi mesi dalle frane che hanno interessato i paesi dei Nebrodi, le aspettative di messa in sicurezza e d’aiuto provenienti da quei territori sono largamente disattese. Le prime piogge autunnali, inoltre, hanno gettato nella paura i paesi già colpiti e messo in ginocchio Reggio Calabria. Leggi il seguito di questo post »

Schifani: accuse infami e false

In relazione alle notizie riportate dalla stampa, il presidente del Senato, Schifani, replica: Si tratta di ‘accuse infami e false’. ‘Prendo atto della smentita del Procuratore di Palermo. Ritengo comunque doveroso affermare che ho sempre combattuto la mafia’. Il riferimento e’ ad un articolo dell’Espresso secondo il quale Schifani e’ indagato dalla procura di Palermo per concorso esterno in associazione mafiosa. Poi la smentita del procuratore palermitano, Messineo. (ANSA)