Le grandi sfide d’autunno del Movimento No Ponte

di Antonio Mazzeo

Tra Scilla e Cariddi il miracolo di una rivisitazione della biblica sfida tra il piccolo Davide e il gigante Golia. Uno scontro impari, da una parte gli instancabili attivisti No Ponte che finanziano cortei e sit-in con adesivi e magliette di cotone, dall’altra i potenti fautori della realizzazione della Madre delle Grandi Opere, il Ponte sullo Stretto, faraonico e irrealizzabile progetto strapagato con ingenti risorse pubbliche. Nonostante l’infernale macchina propagandistica dei Signori del capitalismo straccione di Casa nostra, i No Ponte resistono, mordono, mobilitano, colpiscono. Leggi il seguito di questo post »

La Sicilia antica

di Martin Dreher

2010, 137 p.

Nell’età antica la Sicilia ha sempre avuto un ruolo centrale nel bacino del Mediterraneo, ed è questa la ragione per cui le principali culture presenti nell’area vi hanno lasciato la propria impronta: fenici,cartaginesi, greci, romani, bizantini, arabi. Leggi il seguito di questo post »

L’economia italiana resta a galla grazie agli extracomunitari

di Jessica Ingrami

“Gli immigrati fanno quei lavori che gli italiani di oggi non vogliono più fare”. Quante volte abbiamo sentito questa frase e quante volte abbiamo fatto spallucce, sottovalutandone la verità intrinseca. Eppure occorre ammetterlo, l’Italia ha bisogno degli immigrati per far andare avanti la “baracca”. Leggi il seguito di questo post »

Messina, Premio “Orione” 2010: Si è svolta allo Jaci la riunione della giuria speciale

L’Associazione Culturale “Messinaweb.eu”, ha indetto l’edizione 2010 del Premio “Orione”. Nell’Aula Magna dell’Istituto scolastico superiore “A. M. Jaci” di Messina, si è riunita la giuria speciale, che sabato 9 ottobre, dopo le ore 18.30, assegnerà il prestigioso riconoscimento del Premio “Orione” 2010.

Allo “Jaci” ha fatto gli onori di casa il Preside, prof. Claudio Stazzone, componente della giuria speciale del Premio. Leggi il seguito di questo post »

LA SA PIÙ LUNGA WIRED?

di ucuntu 84
http://www.ucuntu.org

Noi siamo quelli dei volantini, e dei giornali di quartiere per chi
non ha internet. Proprio per questo sappiamo meglio di altri a che
serve, e a che può servire, l’internet.
“Internet è morto”, dicono in questi giorni in America e l’idea, coi
suoi tempi, comincia a venire fuori anche in Italia. Leggi il seguito di questo post »

Terroni

Tutto quello che è stato fatto perché gli italiani del Sud diventassero “meridionali” (Piemme, pp. 308, € 17,50), di Pino AprileL’autore parla della conquista del Sud da parte delle truppe sabaude e si sofferma a descrivere alcuni episodi cruenti, spesso sottaciuti, che provocarono molte vittime tra la popolazione locale. Un saggio che non vuole rinfocolare sterili polemiche, ma puntualizzare gli errori da cui fu segnato il processo unitario e porre in rilievo le ripercussioni negative che le province meridionali subirono a causa delle scelte compiute dalla classe dirigente dopo il 1861. (g.l.)

ACQUA PUBBLICA IN SICILIA

Si sono riunite a Caltavuturo rappresentanze dei movimenti e dei Comuni impegnati nella battaglia per l’acqua pubblica, dopo ampia discussione sullo stato delle iniziative in Sicilia sul tema della gestione del Servizio idrico Integrato e con particolare riferimento ad alcune scadenze alle quali devono fare fronte gli ATO Idrici della Sicilia e di conseguenza le rispettive Conferenze dei sindaci, sono state adottate le seguenti determinazioni:

A) Invitare le Conferenze dei Sindaci degli Ato idrici di Palermo, Caltanissetta, Agrigento, Siracusa, Enna, Catania,  a determinarsi, in risposta alla nota  del 29 luglio 2010 del Dirigente Generale del Dipartimento regionale dell’Acqua e dei Rifiuti dell’Assessorato regionale all’Energia, nel senso di revocare gli affidamenti della gestione del servizio idrico integrato ai soggetti imprenditoriali privati nella forma delle ATI s.p.a. o delle società misto-pubbliche, in forza dell’art. 49 comma 1 della legge regionale n. 11 del 2010 avuto riguardo a)alla mutata situazione di fatto derivante dalla soppressione a partire dal 1 gennaio 2011 delle Autorità d’Ambito, Leggi il seguito di questo post »