Cesv Messina: Ripartono le consulenze e i consueti giorni di ricevimento

Dopo il periodo estivo, da lunedì 6 settembre, il Centro Servizi per il Volontariato di Messina riprende le consulenze per le organizzazioni di volontariato e i consueti orari e giorni di ricevimento al pubblico, nella sede di via La Farina n. 7: ogni lunedì dalle 15.30 alle 18.30; dal martedì al venerdì dalle 10 alle 13 e dalle 15.30 alle 18.30; ogni sabato dalle 10 alle 13.

Logo CESV Messina

Per informazioni: Cesv – Centro Servizi per il Volontariato di Messina, Via G. La Farina n. 7, tel. 090/6409598, fax 090/6011825, numero verde 840702999, sito Internet www.cesvmessina.it.

Lite in sala parto a Messina, due ischemie per il bimbo

Policlinico Messina ©NuovoSoldo
Policlinico di Messina ©NuovoSoldo

MESSINA – Notizie positive e negative si alternano e il velo di tristezza non scompare dai volti di Matteo Molonia, 37 anni, e Laura Salpietro, 30 anni, che hanno visto trasformare la gioia del parto e del primo figlio in una tragedia quando a fine agosto in sala parto i due ginecologi hanno cominciato a litigare: la donna ha subito l’asportazione dell’utero e il bimbo dei blocchi cardiaci. Oggi la madre è stata dimessa e ora potrà stare accanto al figlio ma la risonanza magnetica sul bambino ha confermato due ischemie cerebrali. Il neonato dovrebbe essere dimesso comunque entro dieci giorni come dice con tono ottimista il prof. Ignazio Barberi, primario della clinica di Terapia intensiva neonatale del Policlinico di Messina.
Leggi il seguito di questo post »

Servizio Civile, consulenza e informazione da parte del Cesv Messina

Cesv

Si comunica che presso la sede del Cesv – Centro Servizi per il Volontariato di Messina, in Via G. La Farina n. 7, è attivo uno Sportello di Informazione e Consulenza sul Servizio Civile, ogni martedì e giovedì, dalle 15.30 alle 18.30, fino al prossimo 30 settembre. Leggi il seguito di questo post »

In Sicilia tre giorni sciopero benzinai

Dal 14 al 16 settembre chiusi distributori

Sciopero benzinai (www.valdelsa.net)

Benzinai chiusi dal 14 al 16 settembre in Sicilia, dove i distributori sciopereranno un giorno in piu’ rispetto al resto del Paese. Lo hanno stabilito i sindacati Faib, Fegica e Figisc che contestano al governo nazionale ”l’inosservanza degli impegni assunti in relazione a una vera riforma del settore in merito al protocollo d’intesa con il ministero dello sviluppo del 20 giugno 2008”. Le associazioni, inoltre, ”auspicano, in tempi brevissimi, che il governo regionale convochi le parti per dare le risposte a una crisi che mette in ginocchio i gestori”. (ANSA)

Denise: incendiata auto a imputato ed ex fidanzato Jessica

A Mazara del Vallo e’ implicato in vicenda scomparsa bambina

Denise Pipitone

E’ stata incendiata la Lancia Y di Gaspare Ghaleb, 24 anni, ex fidanzato di Jessica Pulizzi. La ragazza e’ imputata per il sequestro della piccola Denise Pipitone avvenuto l’1 settembre 2004 a Mazara. Ghaleb e’ anche imputato ma deve rispondere solo di false dichiarazioni al pm. La Polizia esclude al momento qualsiasi collegamento tra l’incendio della vettura e il caso Denise. E’ stato accertato che l’auto, che era in disuso, si trovava in sosta da circa tre mesi ed era priva della batteria. (ANSA)

SANITA’: “L’OSPEDALE DI CARIATI NON SI TOCCA”, SCIOPERO DELLA FAME DEL SINDACO

Il sindaco di Cariati, in provincia di Cosenza, avviera’ questa sera lo sciopero della fame contro l’ipotesi di riconversione dell’ospedale cittadino.

Foto archivio: Azienda Sanitaria n. 7 Regione Calabria ©NuovoSoldo

Lo ha annunciato il primo cittadino, Filippo Sero, evidenziando che “e’ mancato del tutto il confronto con l’intero territorio. Leggi il seguito di questo post »

SCUOLA: PROTESTE ANCHE IN CALABRIA, SCIOPERO DELLA FAME A COSENZA

Tra fascio e sfascio io la scuola non la lascio

Proteste anche in Calabria per i disagi che registrano gli insegnati precari che rischiano di vedere chiusa la porta delle scuole. A Cosenza, dove si e’ svolta una manifestazione davanti l’ufficio scolastico provinciale, un’insegnante ha avviato lo sciopero della fame ad oltranza e fino a quando non sara’ fatta chiarezza sul futuro lavorativo. Leggi il seguito di questo post »

SCUOLA: PRECARI IN ASSEMBLEA A PALERMO CON TUTE BLU E FORESTALI

Assemblea dei precari della scuola stamane a Palermo nei locali dell’ex Provveditorato occupato.

Amante a progetto (www.allegocv.it)

La vertenza-scuola come sintomo di un malessere piu’ esteso che colpisce tutti i lavoratori. Cosi’ oggi c’erano anche le tute blu della Fiat di Termini Imerese e dei Cantieri Navali, i cassintegrati dell’Italtel e dei call center, gli edili precari, gli operai forestali che aspettano il prolungamento delle giornate di lavoro, i musicisti del Teatro Massimo, gli operai della Coalma e cosi’ via. A turno hanno preso la parola, assieme ai vertici Cgil e Flc, che hanno annunciato un’accelerazione della mobilitazione fino alla protesta del 18 settembre. Leggi il seguito di questo post »

OCSE: RAPPORTO, SU ISTRUZIONE UNA SFIDA ANTI-CRISI

Il miglioramento dei sistemi educativi nell’area Ocse saranno “un impegno e una sfida formidabile” per i governi. Lo ha affermato il segretario generale dell’organizzazione parigina, Angel Gurria, nell’editoriale di presentazione del nuovo Outlook sull’Istruzione illustrato oggi a Parigi in cui ha sottolineato anche l’importanza di questo settore per superare la crisi economica. (AGI)

Viale Europa: un’emergenza … nell’emergenza!

Se è vero che “la lingua batte dove il dente duole” non posso non lanciare l’ennesimo grido d’allarme che grava come un macigno sul viale Europa, reiterando quello che si va denunciando ormai da anni! La SICUREZZA sul viale Europa sta diventando sempre più un “optional” e nessuno, dico NESSUNO sembra voler far NULLA per porvi rimedio! L’ennesimo incidente di ieri sulla centralissima arteria (fortunatamente senza particolari conseguenze) che ha visto coinvolto un TIR, non può più essere considerato un caso! L’opprimente presenza dei bisonti della strada sta diventando sempre più frequente, generando tanta, tantissima preoccupazione alla cittadinanza; e tutto ciò và tristemente a coniugarsi con il mancato avvio delle verifiche statiche sulla struttura portante più volte denunciata dal sottoscritto con interrogazioni al Sindaco e note (le ultime inoltrate proprio la scorsa settimana), senza ottenere però i dovuti, anzi i necessari riscontri.

Leggi il seguito di questo post »

Assessore regionale, turismo Sicilia puntera’ anche su gay

Strano, mi battei per far aprire un locale a Catania

Fonte: www.adnkronos.com

Il turismo in Sicilia puntera’ anche su quello gay. Lo dice l’assesore regionale al turismo Nino Strano (Fli). ”La nostra e’ una terra intelligente e molto accogliente. Io personalmente a Catania, nel 1993, mi battei per far aprire un locale gay, il Pegaso, e ho dato anche dei sostegni economici all’amministrazione del Festival del Mediterraneo, organizzato dai ragazzi del locale, invitando tunisini, israeliani e delegazioni di altri Paesi”, dice Strano. (ANSA)

Lieve scossa e nuove frane nella Sciara del fuoco

STROMBOLI (MESSINA) – Una scossa sismica associabile ad un evento franoso di piccola entità è stata registrata, nelle ultime 24 ore, sullo Stromboli, nell’area della Sciara del fuoco, dai tecnici della sezione dell’Istituto di geofisica e vulcanologia di Napoli (Osservatorio vesuviano). L’ampiezza del tremore è su valori bassi con un lieve trend in aumento. L’evento rientra nella normale attività stromboliana.

Terremoti: mostra ricorda a Zungri sisma dimenticato del 1905

Esposte foto e reportage d’epoca, richiamo su rischi territorio

Il terremoto dimenticato e’ quello che la notte dell’8 settembre 1905 sconvolse la Calabria centro-meridionale provocando 600 morti e migliaia di feriti. A ricordarlo, nel centocinquesimo anniversario, e’ una mostra fotografica che si terra’ a Zungri, nel vibonese, nei pressi del Santuario della Madonna della Neve. La mostra, curata dal prof. Francesco Pugliese, rimarra’ aperta fino al 15 ottobre. ”Un terremoto dimenticato perche’ come ‘oscurato’ – afferma Pugliese – dal cataclisma che tre anni dopo, la notte del 28 dicembre 1908, rase al suolo Reggio Calabria e Messina”. (ANSA)

A due anni dal licenziamento, gli ex lavoratori della Molini Gazzi ancora attendono gli stipendi arretrati

A due anni dal loro licenziamento, i 27 ex lavoratori della Molini Gazzi sono ancora in attesa del pagamento degli stipendi arretrati che l’azienda aveva smesso di erogare nella fase di chiusura.Lo scorso 28 febbraio l’azienda aveva ottenuto l’approvazione del Concordato preventivo nel quale si stabiliva però la priorità degli ex lavoratori su tutti gli altri creditori ad ottenere il pagamento delle spettanze: stipendi arretrati, somme correlate e TFR entro 15 giorni. Dopo due mesi l’azienda ha erogato il TFR ma, nonostante i sei mesi trascorsi nel frattempo, per le tre mensilità maturate oltre due anni fa i 27 ex lavoratori ancora attendono. La Molini Gazzi spa era tra le aziende storiche della nostra città. Fondata ai primi del ‘900 produceva farine per diversi usi, industriali, commerciali e per vendita al dettaglio. Poi, a metà 2008, l’annuncio della crisi ma accettata dai lavoratori che hanno sempre rivendicato la solidità commerciale del settore delle farine e quindi la decisione di chiudere.

False fatture per oltre 4 milioni di euro, denunciato imprenditore

TORRENOVA (MESSINA) – False fatture per oltre 4 milioni di euro e evasione dell’iva per oltre 800 mila euro. Sono le accuse rivolte dalla guardia di finanza ad una società a responsabilità limitata, operante nel riciclo della plastica a Torrenova (Me). I militari hanno appurato che la società emetteva fatture per operazioni inesistenti nei confronti di altre società operanti in Calabria, Sicilia, Toscana e Lombardia. Il titolare è stato denunciato.