Scuola: continua la protesta dei precari

Mentre suonano campanelle inizio anno, entro 20/9 tutti in classe

Mentre in molti istituti e’ gia’ suonata la prima campanella del nuovo anno scolastico, continuano a tenere banco le proteste dei precari. A Roma, nonostante l’avvio sia stato fissato ufficialmente il 13 settembre, sono gia’ tornati in classe parecchi studenti.
E anche in altre citta’, a prescindere da quanto stabilito dai calendari scolastici regionali e in virtu’ dell’autonomia, c’e’ gia’ chi si e’ rimesso lo zaino in spalla.
Entro il 20, comunque, le scuole riapriranno in tutta Italia. (ANSA)

ANNULLATO IL PRESIDIO NO PONTE DI DOMANI MATTINA PER RINVIO TRIVELLAZIONI

Messina –  “Oggi pomeriggio, infatti, i rappresentanti del Contraente Generale hanno effettuato un sopralluogo all’interno dei due complessi che sarannno interessati dalle trivellazioni, il “Torre Faro” ed il “Due Torri”, accolti dalle famiglie residenti. Superata la diffidenza iniziale è stata trovata una soluzione conciliatrice . Le trivelle – che dovevano entrare in funzione domani e mercoledì ad opera della società RCT S.r.l, la quale si occupa per conto del Contraente generale Eurolink delle indagini geognostiche – rimarranno ferme per una settimana.”

Foto:  Enrico Di Giacomo


ACQUA PUBBLICA: SICILIA, 34000 FIRME PER LEGGE INIZIATIVA POPOLARE

Acqua pubblica ©NuovoSoldo

Sono 34 mila le firme raccolte per la prima legge di iniziativa popolare nella storia dell’autonomia siciliana: quella per l’acqua pubblica. Il testo, fatto gia’ proprio e sostenuto da 135 consigli comunali e dal consiglio provinciale di Messina, assieme alle adesioni sara’ consegnato domani, alle 10.30, al servizio elettorale della Regione, presso l’assessorato alle Autonomie locali (via Trinacria 34/36). Leggi il seguito di questo post »

Rapina con sequestro di persona, in manette un 19enne

(ITALPRESS) – Rapina con sequestro di persona, a Messina, dove i carabinieri hanno arrestato un 19enne. E’ accaduto stamane. Un giovane automobilista di 20 anni, secondo una ricostruzione dei militari, e’ stato avvicinato da una moto con due persone a bordo. Uno dei due motociclisti ha fatto irruzione all’interno della vettura del giovane, colpendolo al volto e puntandogli un coltello alla gola. Poi, lo ha rapinato. Insoddisfatto, il malvivente ha costretto l’automobilista a raggiungere la propria abitazione. Qui ha rubato alcuni oggetti d’oro e una carta bancomat alla madre della vittima. Infine ha costretto il giovane a recarsi presso uno sportello bancario ed a prelevare del denaro. E si e’ fatto accompagnare in un luogo sicuro. Finalmente libero, il 20enne ha denunciato l’episodio ai Carabinieri di Faro Superiore che, con i colleghi della Stazione di Messina Giostra e del Nucleo Operativo della Compagnia di Messina Centro, hanno identificato e arrestato il rapinatore, che dovra’ rispondere di sequestro di persona, violazione di domicilio, rapina, estorsione e porto abusivo di armi. L’indagato e’ stato accompagnato presso la casa circondariale di Messina Gazzi.

ESODO: INCIDENTI STRADALI, VITTIME -12, 8% RISPETTO AL 2009

Roma, 6 set. – Nei mesi di luglio ed agosto 2010, rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso, gli incidenti stradali con esito mortale sono diminuiti del 12,2% e le vittime del 12,8% (in termini assoluti, 72 decessi in meno): nei fine settimana la riduzione dei sinistri mortali e delle vittime e’ stata ancora piu’ marcata, rispettivamente del 14,5% e del 14,8% (con 43 decessi in meno). E’ quanto emerge dall’analisi del fenomeno infortunistico riferito al periodo del cosiddetto “esodo” rilevato da Polizia stradale e Carabinieri: la flessione del totale degli incidenti, sempre rispetto al corrispondente periodo del 2009, e’ stata del 6%. (AGI)

NATASCHA RACCONTA, “BOTTE 200 VOLTE A SETTIMANA”

Natascha Kampush oggi

Esce il libro di Natascha Kampusch, la ragazzina austriaca oggi ventiduenne tenuta segregata in una cantina per otto anni da un uomo che la sottoponeva ad abusi di ogni genere. In “3.096 giorni”, questo il titolo del volume che si riferisce alla durata del suo inferno, Natascha racconta l’orrore della sua prigionia. Leggi il seguito di questo post »

SARAH: LA MADRE LANCIA APPELLO A NAPOLITANO, SERVONO PIU’ UOMINI

A undici giorni dalla scomparsa di Sarah Scazzi, la madre Concetta Serrano Spagnolo si rivolge al capo dello Stato, Giorgio Napolitano e, dai microfoni di Sky Tg24, lancia un appello: “Voglio ringraziare tutte le forze dell’ordine e tutti i volontari che si stanno impegnando nelle ricerche di mia figlia Sarah. Rivolgo un appello al presidente della Repubblica affinche’ invii ulteriori aiuti alle forze dell’ordine. Sono una mamma disperata”. (AGI)