Fango da montagne paura a Giampilieri, nessun ferito

Notte in auto per due famiglie in zona dove morirono 37 persone

Tanta paura ma nessun ferito e nessun danno nel villaggio di Giampilieri a Messina, dopo che per un temporale il fango e’ sceso dalle montagne. Almeno due famiglie hanno preferito dormire in auto, altri avrebbero abbandonato le proprie abitazioni ricordando il tremendo nubifragio del 1 ottobre scorso, quando morirono 37 persone. Le sirene d’allarme che dovrebbero entrare in funzione per allertare la popolazione in caso di violento maltempo ieri non hanno suonato. Per il sindaco Giuseppe Buzzanca questo e’ accaduto perche’ ”non c’era il livello di pericolo”. (ANSA)

Dichiarazione del prof. Giuseppe Pavone, Componente del Direttivo di ‘Movimento Azzurro’, Ecosezione di Messina

E’ indubbio che l’apertura del primo cantiere del Ponte sullo Stretto sulla costa calabra (?), la presentazione del progetto, fatta sia a Messina che a Villa S. Giovanni, l’inizio delle trivellazioni, i paventati espropri, specie da parte di chi ha costruito abusivamente, etc, hanno riportato di grande attualità la realizzazione del Ponte sullo Stretto di Messina.

Ponte Si – Ponte No è stata una scelta fatta sempre dai Governi Nazionali e, nell’un caso e nell’altro, è passata sopra la testa dei messinesi e dei calabresi; ciò premesso non resta, a mio sommesso parere, che affrontare il problema con quello che, abitualmente, viene chiamato metodo laico. Leggi il seguito di questo post »

Animali: Scimmia adotta gattino in Indonesia. I turisti: “Lo tratta come fosse il suo cucciolo”

Lo abbraccia, lo lecca e lo nutre come se fosse il suo cucciolo, ma è una scimmia e il piccolo è un micetto. L’incredibile storia è stata raccontata dagli eccezionali scatti di Anne Young nel ‘Monkey Forest Park’ di Ubud, nell’isola di Bali, in Indonesia.

Le incredibili immagini di questa ‘appassionata di fotografia’ stanno facendo il giro del mondo. Sembra che il macaco abbia trovato il felino e lo abbia adottato come un suo cucciolo di fronte agli occhi stupefatti dei turisti. Il micio, da parte sua, sembra non noti assolutamente la differenza.

(AdnKronos, 4 settembre – Foto: Iberpress)

Rissa tra famiglie nel Crotonese per casa affittata a romeni: sette arresti

Sette persone, quattro uomini e tre donne, sono state arrestate dai carabinieri a Cirò Marina (in provincia di Crotone) per una rissa.

La causa del litigio tra le due famiglie è stato l’affitto di una casa ad un gruppo di romeni, la cui presenza aveva infastidito uno dei due gruppi, la cui abitazione è ubicata di fronte a quella data in locazione. Alcuni dei partecipanti alla rissa sono stati stati sorpresi dai carabinieri mentre erano in possesso di un coltello e di due bastoni di legno con parti in ferro. (Ansa, 4 settembre)

Fiaccolata nel Cosentino per ricordare giovane scomparso

Si è svolta a San Giovanni in Fiore (in provincia di Cosenza) una fiaccolata per ricordare il quinto anniversario della scomparsa di Giuseppe Loria.

L’iniziativa è stata promossa dall’Amministrazione comunale. Il sindaco, Antonio Barile, e l’assessore Giovanni Iacquinta hanno detto che ”Non possiamo far finta nulla. Pino non è solo figlio di sua madre ma è un figlio di questa città e tutti dobbiamo sentirci toccati da un evento così inspiegabile. Il dolore della Signora Immacolata e della sua famiglia è un dolore immenso”. (Ansa, 4 settembre)

Spara a un coniglio durante una battuta di caccia nel Palermitano ma colpisce il figlio

Incidente di caccia a Baucina, in provincia di Palermo. Durante una battuta di caccia al coniglio, intorno alle 10, un uomo, sparando a una preda, ha colpito accidentalmente il figlio.

 Alcuni pallini infatti hanno raggiunto il giovane, che è stato immediatamente soccorso e trasportato in ospedale. Secondo le prime informazioni non versa comunque in pericolo di vita. Il fucile usato dal padre, legalmente detenuto, è stato sequestrato. Sull’episodio indagano i carabinieri. (AdnKronos, 4 settembre)

Spazio: possibili tracce di vita su Marte

Un nuovo studio riapre la porta alla speranza dell’esistenza di materiale organico su Marte.

‘Per 35 anni siamo stati influenzati dai dati apparentemente negativi delle due sonde ‘Viking’ – afferma Christopher McKay, dell”Ames Research Center’ – ma l’esperimento fatto dalle sonde distrusse probabilmente il materiale organico trovato, inviando risultati non affidabili’.

Nel 2011 la Nasa lancerà il ‘Mars Science Laboratory’ che arriverà su Marte nel 2012.

(Ansa, 4 settembre)