MESSINA, VARA 2010 – SI E’ RISCHIATO IL DRAMMA ALLA PROCESSIONE

vara

L’intervento dei sanitari – Foto: Di Giacomo

Si è rischiato il dramma alla processione della Vara. Al momento della fermata di fronte alla Prefettura, alcuni vogatori, probabilmente un fotografo “improvvisato” ed una donna, intralciati da qualche persona del pubblico sono caduti e sono finiti sotto il cippo; miracolosamente, sono usciti da dietro senza danni significativi ma con tanta paura. Uno di loro, che riportava una vistosa ferita alla testa, è stato trasportato via in ambulanza. Momenti di comprensibile tensione si sono registrati tra i vogatori che hanno contestato l’eccessivo addossarsi alle manovre di pubblico e fotografi. A calmare gli animi sono intervenuti subito il Prefetto Alecci, il Questore Gugliotta, il capo dei Vigili Urbani Ferlisi e Mons. D’Arrigo. Lo spiacevole episodio, che rischiava di rovinare la grande festa di popolo è stato assorbito rapidamente dalla passione per un evento che ancora una volta, come accade da secoli, ha unito il popolo messinese.
Fonte: http://www.enricodigiacomo.it

Roma: Alemanno metteremo tassa su cortei

 ‘Metteremo una sorta di tassa sui cortei: devono pagare qualche cosa, non possiamo pagare solo noi’. Ha detto il sindaco di Roma Alemanno.’I romani pagano un prezzo altissimo a essere capitale -osserva il primo cittadino-: a Roma ci sono piu’ di 525 manifestazioni a carattere nazionale in 6 mesi, tanto per fare un esempio’. E ha aggiunto:’Roma non e’ ladrona. Dalla capitale arrivano nelle casse dello Stato piu’ di 36 miliardi di euro. (ANSA)

Incidente a elicottero antincendio in Calabria, illesi i piloti

Un elicottero del servizio antincendio della protezione civile regionale della Calabria ha avuto un incidente oggi in fase di decollo.

L’incidente e’ avvenuto a Lungro, nel cosentino. Il velivolo era in volo per una ricognizione sullo stato degli incendi.

Vedendo le fiamme in un bosco, il pilota e’ sceso per attaccare il recipiente per l’acqua, ma una volta a terra un cedimento del terreno ha fatto ruotare l’elicottero ed il rotore di coda si e’ rotto nell’urto con un oggetto. Nessuno degli occupanti ha riportato conseguenze.  (ANSA)

Sfrattata, lascia in casa cane che muore

Una donna sfrattata in una casa di Ca’ di David, a Verona, ha lasciato l’appartamento abbandonando il cane che è morto di stenti.
L’intervento dei vigili urbani, avvenuto pochi giorni dopo su sollecito della proprietaria dell’ immobile, non ha permesso di salvargli la vita, morto tra le braccia del veterinario.
‘Un gesto di inaudita crudeltà’ – ha commentato il sindaco di Verona, Flavio Tosi – un gesto disumano che andrà perseguito secondo la legge’.
(Ansa, 15 agosto)

Terremoti: scossa 6.3 in Papua-Nuova Guinea

Un sisma di magnitudo 6.3 ha colpito oggi la Papua-Nuova Guinea.

Lo ha annunciato l’Istituto di geofisica americano (Usgs).

Per il momento non è scattato alcun allarme tsunami e non ci sono segnalazioni di danni.

(Ansa, 15 agosto)

Incendi, Roghi in Sicilia: i più estesi sulle Madonie

Incendi sono divampati oggi in varie parti della Sicilia. I più estesi sono quelli che hanno danneggiato ettari di vegetazione sulle Madonie, nel Palermitano.

Vigili del fuoco, Forestale e Protezione civile sono intervenuti nelle campagne di Montemaggiore, Caltavuturo, Petralia, Blufi e Geraci. Per spegnere le fiamme sono stati utilizzati anche elicotteri e aerei Canadair. Fiamme anche nell’Agrigentino nelle campagne di Caltabellotta, nel Nisseno a Fichera e Mazzarino, nel Catanese a Randazzo, nel Messinese a Montalbano Elicona, nell’isola di Vulcano e nel Siracusano. (Ansa, 15 agosto)

Incendio in tenda nel Messinese: rogo partito da lume a gas

Si chiama Laura Peci, la bambina di tre anni ustionata in seguito ad un incendio che si è sviluppato improvvisamente nella tenda da campeggio. La piccola si trovava con i genitori che stavano trascorrendo il Ferragosto sulla spiaggia di Roccalumera, nel Messinese. Era lì insieme al padre, Antonino Peci, 30 anni, e alla madre, Tiziana Campione, 26 anni. Le condizioni della piccola sono stazionarie. E’ ricoverata nell’ospedale Cannizzaro di Catania con ustioni sul 30 per cento del corpo. Le fiamme sono divampare da un lume a gas che il genitore ha accesso nella tenda. (Ansa, 15 agosto)