Scuola Messina, immissioni in ruolo: ripartizione dei 30 posti di sostegno per ogni ordine e grado e dei 9 su posto comune di scuola dell’infanzia, date ed elenco dei convocati

di Sostine Cannata

Esami III media

Stabilita e pubblicata la ripartizione dei 30 posti di sostegno per la provincia di Messina per ordine e grado di scuola: alla scuola dell’infanzia, n. 10 (di cui 9 psicofisici + 1 udito);  alla scuola primaria, n. 7 (di cui 6 psicofisici + 1 udito); alla scuola secondaria di primo grado, n. 7 (di cui 5 psicofisici + 1 udito + 1 vista); alla scuola secondaria di secondo grado, n. 6 (n. 2 area 1; n. 2 area 2; n. 2 area 3).

Per quanto concerne le assunzioni con contratto individuale di lavoro a tempo indeterminato dei docenti di scuola dell’Infanzia, per l’anno scolastico 2010/11, sono complessivamente disponibili i 10 posti di sostegno già descritti sopra più 9 posti comuni, che vengono così ripartiti: Leggi il seguito di questo post »

Bossi in comizio: «Stato delinquente». E l’Idv lo denuncia per vilipendio

L’esposto di Salvatore Mammola segretario dell’Italia dei valori di Messina

MILANO – «Uno Stato delinquente che ha portato via risorse». Questa frase pronunciata nel corso di un comizio il primo agosto ad Arcene (Bergamo) è costata a Umberto Bossi una denuncia per vilipendio. È stato depositato infatti alla Procura della Repubblica di Messina, Roma e Bergamo, e trasmessa al Tribunale dei Ministri ed al Presidente della Repubblica un esposto nei confronti del ministro leghista per mano del segretario cittadino dell’Italia dei Valori di Messina, Salvatore Mammola, per vilipendio, offese e minacce allo Stato italiano e violazione del giuramento di fedeltà alla Costituzione ed alla Repubblica italiana prestato nelle mani del Capo dello Stato ai sensi dell’art. 93 Costituzione. «Il ministro Bossi – scrive Mammola – retribuito profumatamente dai contribuenti italiani dal 1987, ha definito lo Stato Italiano “delinquente”, nonchè di stare “attenti alla gente del Nord a non rompergli troppo i coglioni più di tanto”, – continua il dipietrista Mammola – dimenticando di essere un alto rappresentante istituzionale dello Stato Italiano, violando il giuramento di fedeltà prestato nelle mani del Capo dello Stato durante la cerimonia tenuta al Palazzo del Quirinale».

Leggi il seguito di questo post »

Tirrenia, dichiarato stato di insolvenza

Il Tribunale fallimentare di Roma ha dichiarato lo stato di insolvenza per Tirrenia. Si apre così la procedura di amministrazione straordinaria per la compagnia. Con questa decisione il tribunale si è quindi ritenuto territorialmente competente.  La sentenza è stata pubblicata questa mattina, dopo che il collegio presieduto da Ciro Monsurrò, affiancato dai delegati Francesco Taurisano e Fabrizio Di Marzio ha preso la decisione ieri in Camera di Consiglio. L’istanza per la dichiarazione dello stato di insolvenza era stata presentata dal commissario straordinario Giancarlo D’Andrea. Il Tribunale di Roma con questa decisione si è pertanto ritenuto competente. L’eccezione di competenza territoriale era stata sollevata dalla Uil-Trasporti, secondo la quale il giudizio spettava al Tribunale di Napoli, dove ha sede legale il gruppo. Da Civitavecchia a Cagliari, da Arbatax a Genova, da Napoli a Palermo, nei porti potrebbe essere il caos. Basti pensare all’emergenza provocato in soli due giorni nel porto di Civitavecchia dal guasto ai motori della nave «Clodia», lo scorso 6 e 7 agosto. Ma sul suo sito internet, la Tirrenia assicura: «Saranno effettuati con regolarità tutti i collegamenti programmati e pubblicati sugli orari stampati e sul sito». Anche se si premunisce: «In caso di imprevedibili eventi di natura tecnica…» sarà cura della società «informare tempestivamente gli utenti». I lavoratori temono che la società non possa pagare i salari. Gravata da 480 milioni di euro di debiti, con 44 navi nella flotta, ha 4 mila marittimi in organico.

Leggi il seguito di questo post »

Stanotte il picco delle stelle cadenti

Nuvole permettendo, questa notte il cielo offrirà uno spettacolo imperdibile: una pioggia di stelle cadenti al ritmo di 100 meteore l’ora. In più, l’allineamento di tre pianeti, Venere, Marte e Saturno, e la sottilissima falce della Luna crescente.

Già dalle 22 di oggi, fino all’alba, i pianeti e le stelle cadenti (forse con lunghe scie persistenti) saranno ben visibili, grazie alla debole luce della Luna. Attività più intensa fra l’1 e le 5; si consiglia di allontanarsi dalle città.

(Ansa, 12 agosto)

Terremoti: registrato sisma di 6.7 sulla scala Richter in Ecuador

Un terremoto di magnitudo 6.7 sulla scala Richter ha colpito l’Ecuador. Non si hanno per ora informazioni su danni e vittime. (AdnKronos, 12 agosto)

Le precisazioni del sindaco di Brolo: “Nessun legame tra la morte della signora e la pietanza consumata”

Ad essere coinvolto nella vicenda non è però solo il centro di Falcone, ma anche quello di Brolo: è lì infatti che la rosticceria “incriminata” si sarebbe rifornita del prodotto gastronomico. E proprio sul presento coinvolgimento del paese Brolese, interviene oggi il primo cittadino Salvo Messina, che in una nota definisce “vergognosa l’azione denigratoria senza alcun fondamento ai danni dell’immagine commerciale e turistica di Brolo”. “Non c’è nessun nesso – afferma il primo cittadino – tra il prodotto gastronomico, che sembrerebbe la causa del decesso dell’anziana signora e dell’intossicazione di altre persone e Brolo. La pasta non è stata né venduta né confezionata a Brolo”.

Leggi il seguito di questo post »

Terremoti: Turchia, scossa 4.4 nell’ovest

Un terremoto di magnitudo 4.4 è stato registrato alle 5:23 ora locale (le 4:23 in Italia) nell’ovest della Turchia. Secondi i rilievi del Servizio geologico degli Stati Uniti (Usgs), l’epicentro della scossa è stato a 10 km di profondità, 25 km a ovest dalla città di Balikesir. Al momento non si hanno notizie di danni a persone o cose.

(Ansa, 12 agosto)