Messina, arrestato dai Carabinieri un uomo per violazione di sigilli

Nella mattinata di ieri, in Messina, i Carabinieri della Stazione di Messina Bordonaro hanno tratto in arresto, in esecuzione di ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica – Ufficio Esecuzioni Penali – presso il Tribunale di Messina, il 34enne Paolo lo Presti, nato e residente in questa città, coniugato, maniscalco, con precedenti di polizia. L’arrestato deve espiare una pena di mesi 9 di reclusione e multa di € 300,00 poiché riconosciuto colpevole del reato di violazione di sigilli, commesso in Messina nel mese di settembre del 2007. Paolo Lo Presti, dopo le formalità di rito e su disposizione dell’A.G., è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Messina Gazzi.

Fini: “Berlusconi un illiberale, non lascio la presidenza della Camera”, Nasce il nuovo gruppo “Futuro e libertà per l’Italia”

“In due ore, senza la possibilità di esprimere le mie ragioni, sono stato di fatto espulso dal partito che ho contribuito a fondare”. Così ha esordito Gianfranco Fini in una concisa dichiarazione letta alla stampa dopo la rottura con Berlusconi. E ciò perché – ha proseguito – ritenuto colpevole di “stillicidio, di distinguo o contrarietà nei confronti del governo, “critica demolitoria alle decisioni del partito”, “attacco sistematico al ruolo e alla figura del premier“. Inoltre – ha ancora detto Fini – avrei “costantemente formulato orientamenti” e persino, pensate che misfatto, “proposte di legge che confliggono col programma elettorale”.
La concezione non propriamente liberale della democrazia che l’onorevole Berlusconi dimostra di avere, emerge anche dall’invito a dimettermi, perché “allo stato è venuta meno la fiducia del Pdl nei confronti del ruolo di garanzia di presidente della Camera indicato dalla maggioranza che ha vinto le elezionì”. “Ovviamente non darò le dimissioni, perché è a tutti noto che il presidente deve garantire il rispetto del regolamento e l’imparziale conduzione dell’attività della Camera, non deve certo garantire la maggioranza che lo ha eletto. Sostenerlo dimostra una logica aziendale, modello amministratore delegato-consiglio d’amministrazione, che di certo non ha nulla a che vedere con le nostre istituzioni”. Leggi il seguito di questo post »

“Berlusconi é un illiberale”: motivi d’espulsione del co-fondatore del Pdl, Gianfranco Fini, non più gradito all”Imperatore’

Reggio Calabria: Rapine ad anziani, 5 arresti dei Cc

I Carabinieri della Compagnia di Reggio Calabria hanno eseguito cinque ordinanze di custodia cautelare per associazione per delinquere finalizzata alle rapine aggravate, sequestro di persona e lesioni, in danno di anziani che abitavano nel centro del capoluogo. Gli arrestati, quattro uomini e una donna, tutti di Reggio Calabria, sono accusati di aver costituito un’associazione per delinquere che ha commesso almeno sette rapine, da marzo a maggio, nelle abitazioni di anziani. (AdnKronos, 30 luglio)

Vacanze: su strade e autostrade fine settimana da ‘bollino nero’

Tutto pronto per il primo fine settimana da ‘bollino nero’ sulle autostrade e sulle strade italiane: quella che scatterà domani è, infatti, la prima delle due giornate di grande esodo estivo in cui il traffico si prevede intensissimo per le partenze degli italiani verso le località di villeggiatura. La seconda tornata da allerta è quella del 7 e 8 agosto, ma traffico intenso è previsto anche per il fine settimana di ferragosto e per quello del 21-22 agosto, quando ci sarà chi parte per le vacanze, ma inizierà anche la fila di chi torna a casa.

Secondo l’Istat, il bimestre di luglio e agosto è quello che registra il maggior numero di incidenti stradali: nel 2008 ce ne sono stati 38.408 che hanno causato la morte di 939 persone. Particolarmente tragico il mese di luglio che, nel 2008, si è aggiudicato il triste record dell’incidentalità stradale”, con 21.369 incidenti e 487 morti, cifre nettamente superiori ai 18.246 sinistri e alle 394 vittime che si registrano mediamente negli altri mesi dell’anno.
Anas, Autostrade per l’Italia e Polstrada hanno presentato i piani per affrontare il grande esodo estivo. Quello dell’Anas, all’insegna dello slogan ‘Parti col piede giusto, parti informato’, è stato presentato dal ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Altero Matteoli. A vigilare sull’esodo saranno circa 2.000 unità di addetti alla viabilità, 1.600 veicoli, oltre 1.100 pannelli a messaggio variabili e 2.140 telecamere. La Polizia stradale opererà con 200 pattuglie, composte da 1.750 unità e 315 mezzi mentre l’Aci metterà in campo 5.000 addetti e 3.500 mezzi di intervento.
Tra le novità di quest’anno, targate Autostrade per l’Italia, il fatto che nei giorni “più caldi” sarà attiva la sala gestione emergenze per coordinare i presidi dei nodi e dei tratti più trafficati. Per quanto riguarda i cantieri, per agevolare la circolazione fino al 31 agosto resteranno aperti solo 14 cantieri rispetto ai 140 medi giornalieri, garantendo sempre il numero di corsie preesistenti.
Il piano per l’esodo estivo della polizia stradale prevede, a luglio e agosto, ogni giorno,in strada 1.450 pattuglie in auto, 100 pattuglie in moto, 281 postazioni Tutor,attivate per il controllo della velocità media, 95 misuratori di velocità in postazione fissa e mobile, 50 autovetture con Provida per il controllo della velocità e 530 etilometri e 1853 precursori per il controllo dei conducenti. (Apcom, 30 luglio)

La geometria di Walter Saccà

di Dominga Carrubba

Le tele di Walter Saccà (Architetto messinese) – mostra inaugurata già il 19 luglio scorso presso il ‘Circolo Pickwick’ (sito in Via Ghibellina, 32 a Messina) – rimangono esposte fino alla fine del mese, sfidando chi per caso si fermerà ad osservarle nel chiedersi il significato di linee addolcite o indurite dalla sovrapposizione di colori, plastici e cromatici, che acquistano spessore grazie alla sabbia mescolata coi pennelli.

D. Ritiene che la professione di architetto abbia influenzato la sua propensione a dipingere linee che si incrociano con perfezione sulla tela ma senza una mappa che sveli il percorso?

R. E’ il mio modo di dare una forma alle mie emozioni, e … fra l’altro, a Messina non c’è architettura ma edilizia.

La risposta dell’artista Walter Saccà esprime il senso della cultura che caratterizza la realtà di un mondo che comunica col timbro dei colori e la casualità dei gesti che diventano linee o curve su tele, capaci di suggerire non i paesaggi impressionisti ma l’essenza dei sentimenti e pensieri “astratti dalla realtà rappresentata” ma espressi, come di getto, dall’intenzionalità dell’artista.

Mentre dipingo, già penso al momento in cui avrò completato, per scoprire la sensazione che proverò nel toccare la tela in superficie”. Così Walter Saccà invita a toccare i colori, con arte, ispessiti come se il tatto possa canalizzare il caos delle linee e i colori non mescolati fra di loro ma sovrapposti, quasi ne volesse conservare l’identità che corrisponde ad un’immagine, ad un pensiero oppure ai “viaggi incrociati” che Saccà dipinge con linee orizzontali, immaginando case e pilastri d’autostrada da evitare od aggirare fino a perdersi in una macchia bianca.

È “quella latente esigenza interiore che esiste per sé, del tutto indipendente dall’oggetto e dal modo della creazione, e si manifesta come volontà di forma” di cui parlava Wilhem Worringer in “Astrazione ed Empatia” (1908 – manifesto dell’astrattismo).

Rissa nel Reggino: ucciso 16enne bulgaro

Arrestato ad Oppido Mamertina (in provincia di Reggio Calabria) un ragazzo di 17 anni, O.C., con l’accusa di avere ucciso a coltellate un ragazzo bulgaro di 16 anni. Nel corso della rissa feriti altri due bulgari, maggiorenni, che erano con la vittima. I due sono in prognosi riservata ma non in pericolo di vita.
A scatenare la rissa sembra sia stato il furto di una bicicletta subito dal giovane omicida, che è incensurato e non collegato ad ambienti della criminalità. Indagano i carabinieri della Compagnia di Palmi.
(Ansa, 30 luglio)