Calcio: l’Inter incassa l’addio di Oriali e cede 3 giovani interessanti al Milan. Segnali d’involuzione?

“Con Moratti abbiamo parlato un pochino della mia posizione, in modo tranquillo e sereno. Credo ci siano poche possibilità che continui l’avventura all’Inter. Avevo un ruolo ben preciso all’interno della società che espletavo nel migliore dei modi, oltretutto che mi piaceva anche perchè stavo a contatto con il tecnico e con i giocatori, quindi rappresentavo anche la società, sempre e comunque, in trasferta o all’estero. Di fatto sono stato sollevato da questo incarico, sono stato sostituito, diciamo ‘fatto fuori’, tanto per essere chiari, quindi non ci sono più i presupposti per poter continuare a fare questo ruolo, che era quello che a me piaceva più di tutto e per il quale avevo anche sottoscritto un contratto non più tardi di qualche mese fa”.

Sono le amare parole di Gabriele Oriali ai microfoni di Sky Sport24.

L’Inter intanto ufficializza la cessione a titolo definitivo al Milan di 3 giocatori provenienti dal settore giovanile. Passano ai rossoneri il centrocampista ungherese Attila Filkor, il centrocampista rumeno Cristian Daminuta e il centrocampista Marco Ezio Fossati. (Calciatori.com)

Segnali ambigui ed apparentemente inquietanti sembrano giungere in questi ultimi giorni dalla società nerazzurra che decide di rinunciare, dunque, ad un dirigente di indubbio valore come Lele Oriali e ad alcuni tra i suoi giovani più interessanti, andando controcorrente  in un momento nel quale, tra l’altro, si discute di tener invece ben cari ed anzi rafforzare e rivalutare i settori giovanili: ma molti complimenti ai rossoneri, che dimostrano di voler puntare sulle nuove leve e sul futuro. (N.d.R.)

Calcio: Cosenza, panchina a Stringara

Il Cosenza Calcio 1914 ha esonerato il tecnico Mimmo Toscano. L’allenatore, che era già stato esonerato a cinque giornate dal termine del campionato di Lega Pro, Prima Divisione, e poi riconfermato dieci giorni fa, ha disertato il ritiro dopo aver incontrato il neo direttore generale Renzo Castagnini. Insieme a lui lasciano il Cosenza il vice Michele Napoli e il preparatore atletico Roberto Bruni. In panchina si sta attendendo Paolo Stringara (nella foto).

La società è totalmente rinnovata nella dirigenza, come dimostra anche la nomina di Alberto Urban come team manager avvenuta ieri sera.

(Calciatori.com)

Gioielliere ferito in rapina a Catania, arrestato un bandito

Fontana dell’Amenano Catania ©NuovoSoldo
Fontana dell’Amenano Catania ©NuovoSoldo

Uno dei titolari della gioielleria La Morella di Catania e’ rimasto ferito durante un tentativo di rapina. Un bandito e’ stato arrestato. Arcangelo La Morella, di 52 anni, e’ stato centrato a una gamba da uno dei tre colpi esplosi da uno dei due rapinatori con una rivoltella calibro 38. Il proiettile e’ uscito dall’arto. I medici lo stanno medicando e le sue condizioni non sono gravi. Il bandito arrestato dalla squadra mobile della Questura di Catania e’ Biagio Cantarella, di 23 anni, incensurato. In passato era stato denunciato per guida senza patente. (ANSA)

MAFIA: PM CALTANISSETTA, MAI COSI’ VICINI A VERITA’ SU STRAGI

Piazza Garibaldi, Cattedrale e San Sebastiano – Caltanissetta, Notturno ©NuovoSoldo
Caltanissetta ©NuovoSoldo

Non si e’ mai stati cosi’ vicini alla verita’ sulle stragi del ’92. Ne e’ convinto il procuratore aggiunto di Caltanissetta, Domenico Gozzo, oggi ascoltato dalla Commissione parlamentare antimafia alla prefettura di Palermo. “Dopo due anni penso di poter dire che siamo in un momento di svolta. Non siamo mai stati cosi’ vicini alla verita’ sulle stragi” ha detto, per poi aggiungere che, “seppure le inchieste sono in una fase felice, io non posso dire di essere felice delle cose che si vanno scoprendo. La magistratura e lo Stato sapranno raccogliere e sostenere le verita’ che vanno emergendo. Bisogna vedere se c’e’ una politica in grado di fare altrettanto”. (AGI)

Manovra economica, gli effetti sui settori della conoscenza

di Conoscenza News FLC CGIL

L’approvazione del maxi emendamento alla manovra 2010 produce alcune modifiche al testo del DL 78/10, peggiorandone, per alcuni aspetti, i contenuti.

Restano confermate le disposizioni più odiose, dal blocco dei contratti e degli scatti al congelamento degli stipendi, dal taglio del 50% delle risorse per i contratti del personale precario alla soppressione di alcuni importanti enti di ricerca. Leggi il seguito di questo post »

L’Udc e la città. Assemblea programmatica cittadina il 24 luglio a Messina

Confronto politico, analisi dei problemi della citta’ di Messina, proposte. Con l’obiettivo di focalizzare l’attenzione su questi temi, giunti a meta’ mandato amministrativo, l’Udc provinciale organizza, sabato 24 luglio alle 9 nel salone delle Bandiere di Palazzo Zanca , un’assemblea programmatica cittadina (“L’Udc e la citta’” ). Nel corso dei lavori sara’ avviato anche l’iter organizzativo che portera’ alla nascita sul territorio del futuro Partito della Nazione .
Leggi il seguito di questo post »

Ineleggibile Fortunato Romano

La Cassazione, con sentenza n° 16877/2010 , ha così deciso ieri la controversia che riguardava il candidato dell’MPA Fortunato Romano, che aveva vinto in appello.

Il principio al quale si è ispirata la Corte di Cassazione per emettere il verdetto è quello secondo cui per aversi ineleggibilità basta che il candidato abbia un ruolo di potere in un ente, anche privato, sul quale la regione abbia influenza .

Difatti Fortunato Romano al tempo era presidente e consigliere d’amministrazione dell’EFAL, l’ente di formazione e addestramento professionale del Movimento Cristiano Lavoratori di cui lo stesso Romano era presidente regionale.

L’ineleggibilità  consiste nel fatto  che l’EFAL è ente “vigilato” dalla regione dalla quale riceve i finanziamenti per la propria attività. 

Brutta tegola per l’ex deputato regionale, che tempo addietro si era dimesso da assessore  al Comune di Messina, con delega alla protezione civile e rapporti con l’Università, per evitare il doppio incarico censurato dalla Corte Costituzionale .