Il miracolo dell’acqua

di Andrea Palladino – il manifesto

Un fiume in piena di scatoloni, simbolo del milione e quattrocento mila firme consegnate in Cassazione. E una gioia quasi incontenibile, per quel miracolo firmato movimenti per l’acqua pubblica, accaduto nonostante i boicottaggi più o meno dichiarati.
L’appuntamento era a piazza Navona, per poi dirigersi verso il palazzo di giustizia oltre Tevere. Leggi il seguito di questo post »

Progetto di legge: 1581 in materia di diritto di prelazione e di riscatto da parte dei conduttori di immobili adibiti ad uso abitativo

Presentazione della Sezione del Movimento Consumatori di Reggio Calabria, via del Gelsomino, n°37 – te. 0965 337148, 810913 fax 0965 327147.

Tale tematica è stata oggetto di un coinvolgimento bipartisan essendo stata già sottoscritta da numerosi deputati di centro destra e di centro sinistra nella precedente Legislatura (XV), con il  Disegno di Legge  nr. 2204 di Interpretazione autentica degli articoli 2, comma 1, primo periodo, e 3, comma 1, lettera g), della legge 9 dicembre 1998, n. 431, in materia di diritto di prelazione e di riscatto da parte dei conduttori di immobili adibiti ad uso abitativo, presentato il 1° febbraio 2007, poi decaduto per le elezioni anticipate. Leggi il seguito di questo post »

Palermo, bella risposta: in migliaia alla commemorazione della strage di Via d’Amelio

Sono diverse migliaia le persone che questo pomeriggio in via D’Amelio, a Palermo, hanno partecipato alla commemorazione della strage che il 19 luglio 1992 uccise il giudice Paolo Borsellino e cinque agenti di scorta. La manifestazione, promossa dal “Popolo dell’agenda rossa”, ha visto l’esibizione di alcuni artisti palermitani che hanno voluto rendere omaggio ciascuno con un proprio pensiero, alla memoria del giudice simbolo della lotta alla mafia. Il fratello del Magistrato, Salvatore Borsellino, ha letto un accorato appello affinché “siano dissipate le tenebre intorno alle stragi del ’92”. Leggi il seguito di questo post »

Istat: L’Italia ha oltre 60 milioni di abitanti

A fine febbraio 2010 la popolazione residente in Italia ammontava a 60.380.912 abitanti. Rispetto all’inizio dell’anno – rileva l‘Istat nelle rilevazioni demografiche mensili – si è registrato un incremento dello 0,07%, pari a +40.584 unità. Questo lieve incremento si è concentrato nelle regioni del Centro e del Nord-est (+0,11%) e del Nord-ovest (+0,10%). Leggi il seguito di questo post »

19 LUGLIO 1992 – 19 LUGLIO 2010: CONVENTION DEL PDL O FIACCOLATA IN RICORDO DI BORSELLINO?

di Enrico Di Giacomo

Il circolo della Giovane Italia “Quo Usque Tandem”, l’Ugl, i Giovani Cisl, il Pdl Giovani provincia di Messina, i Giovani Udc, Azione universitaria, le associazioni Atreju, Ingenium, Messina Giovane, PrimaVera Peloritana, Università Eclettica, Fare Verde, Circoli Giovane Italia, Agorà, Lepanto, Circolo Pdl Catilina-Morgana. E poi il sindaco Buzzanca, il presidente della Provincia Nanni Ricevuto, l’assessore Isgrò e tanti altri. Scorrendo le sigle e i nomi avrete pensato ad una convention pidiellina di metà luglio nella città dello Stretto. Leggi il seguito di questo post »

Presta denaro a un ristoratore e chiede interessi del 209%, arrestato

Accusato di usura, è finito ai domiciliari Francesco Corrieri, 77 anni, residente nell’isola di Vulcano, nelle Eolie. L’ordinanza cautelare è stata eseguita dai carabinieri, che hanno condotto le indagini. Nel periodo 2001-2010, Corrieri avrebbe richiesto un interesse annuo del 209% al titolare di un ristorante di Vulcano, al quale aveva prestato una somma di denaro. Le indagini sono scattate nei primi mesi del 2010 su segnalazione del responsabile dell’associazione antiracket Aciap di Patti, Giuseppe Scandurra, al quale la vittima si era rivolta. Corrieri a seguito di un debito pari a 2 milioni 750 mila lire, dopo 9 anni avrebbe preteso un saldo totale di 26 mila euro, con un interesse annuo del 209%.

In fiamme 10 chilometri di boschi

Oltre mille ettari di boschi sarebbero andati in fumo sui monti Erei e sulle Madonie, a causa degli incendi in corso tra Nicosia (Enna) e Gangi (Palermo). Due ultraleggeri Fire boss e un Canadair sono in azione per spegnere i roghi, divampati venerdì scorso, mentre via terra sono al lavoro le squadre del Corpo forestale e i vigili del fuoco. Le fiamme, probabilmente di origine dolosa, sui versanti di Nicosia e Gangi, si sono unite in un fronte di circa 10 chilometri. Leggi il seguito di questo post »