Scelta dal consorzio Eurolink

di Enrico Di Giacomo

Aconex, azienda che opera nel settore delle costruzioni, è stata scelta dal consorzio Eurolink per fornire la sua soluzione online per la collaborazione progettuale al progetto del valore di 6,1 miliardi di euro per la costruzione del ponte sullo stretto di Messina. Aconex si occuperà della gestione delle informazioni e della comunicazione tra le organizzazioni internazionali impegnate nelle opere infrastrutturali del progetto. Aconex garantirà a tutto lo staff di progetto una piattaforma web-based comune per la gestione di informazioni tra cui disegni, documenti e corrispondenza. Leggi il seguito di questo post »

Il fascismo e la razza

La scienza italiana e le politiche razziali del regime

di Giorgio Israel

2010, 443 p.

Le politiche razziali del fascismo furono dettate esclusivamente da scelte di politica estera, e in particolare dall’alleanza stretta con Hitler, oppure ebbero radici e motivazioni autoctone? Razzismo e antisemitismo furono elementi costitutivi dell’ideologia fascista? Quale fu il coinvolgimento della società italiana? Leggi il seguito di questo post »

EQUITALIA, IPOTECA

Equitalia, oltre a non aver dato seguito alle richieste, ha risposto in modo elusivo alle problematiche sollevate dall’associazione. Inoltre, sorda a qualsiasi iniziativa tesa a tutelare i diritti dei cittadini, ha omesso di aderire anche alla procedura di conciliazione promossa dal Movimento Consumatori.

Con una lettera di diffida, il Movimento Consumatori aveva chiesto a Equitalia Gerit S.p.A. di modificare molti comportamenti non in linea con i principi delle correttezza e della buona fede, dando priorità alla richiesta di cancellazione delle centinaia di ipoteche iscritte sulle case degli italiani, per debiti inferiori agli 8000 euro. Leggi il seguito di questo post »

Manovra del governo: tagli alle tredicesime di Magistrati e Poliziotti

Riduzioni delle tredicesime di diverse categorie pubbliche tra cui poliziotti e pm sono previste da un emendamento alla manovra. L’emendamento e’ stato proposto da Antonio Azzollini in commissione Bilancio a copertura di una nuova norma che prevede di escludere promozioni, straordinari e arretrati dai tagli della PA previsti in manovra. Tra le categorie interessate da eventuali riduzioni ci sono agenti ps, magistrati, ricercatori e professori universitari, diplomatici, prefetti. (Ansa, 2 luglio)

Calcio, Mondiale Sudafrica: l’Uruguay in semifinale dopo 40 anni ma il Ghana é il vincitore morale

E’ l’Uruguay l’avversaria dell’Olanda in semifinale. Ai rigori di una partita incredibile ed intensissima per emozioni come non se ne vedevano da anni, ha prevalso sul Ghana per 4-2 dopo l’1-1 dei supplementari.

Ghana in gol nel recupero del 1° tempo: saetta di Muntari da fuori che sorprende Muslera. Pari di Forlan al 55′ su punizione a giro, anche qui incerto il portiere Kingson (o più probabilmente la causa, in entrambi i casi, é quel nefasto pallone chiamato Jabulani ed utilizzato in questi Mondiali).

Ghana più intraprendente nei supplementari, ha diverse occasioni e un nettissimo rigore al 120′ (Suarez para con le mani un gol ghanese già fatto e viene anche giustamente espulso: comportamento lecito ma eticamente profondamente scorretto) ma Gyan lo sciupa, tirando sulla traversa.

Si va ai rigori: lo stesso Gyan, molto coraggiosamente va a tirare il primo per il Ghana e realizza ma poi decidono 2 parate di Muslera.

Uruguay in semifinale dopo 40 anni, ghanesi in lacrime. (Fonte: Ansa, 2 luglio)

Marea nera: la love story del presidente Bp, la compagnia responsabile del disastro nel Golfo del Messico

Mentre nel Golfo del Messico il petrolio sgorgava a fiumi, il presidente della Bp, Henric Svanberg, aveva una storia con una donna sposata.

La fiamma del manager svedese, madre di tre figli, ha chiesto il divorzio dal marito dopo 18 anni di matrimonio, pochi giorni dopo l’esplosione sulla piattaforma petrolifera Deepwater Horizon, alle origini dell’eco-disastro.

Mentre milioni di barili di greggio sgorgavano dal pozzo, Svanberg e la sua bella se la spassavano su uno yacht di gran lusso.

(Ansa, 2 luglio)

Fermato muratore nel Palermitano: é accusato di aver ucciso l’amante della moglie

Avrebbe ucciso l’amante della moglie con colpi di mazza. Con questa accusa i carabinieri hanno fermato un muratore a Caccamo, nel Palermitano. In carcere è finito Giorgio Cecala, 37 anni. Per gelosia avrebbe ammazzato Nicasio Esposto, 42 anni, il cui cadavere, con il cranio fracassato, è stato trovato martedì scorso sull’uscio di un garage, vicino a una cava. La vittima, anche lui muratore, sposato e padre di due figli, si trovava agli arresti domiciliari dal 2009 per violenza sessuale su minore, ma aveva il permesso per andare a lavorare. (Ansa, 2 luglio)