Proroga ai dirigenti universitari: La Flc Cgil chiede regole uguali per tutti i lavoratori


Messina –  Regole uguali per tutti i lavoratori, dirigenti di spicco e non. Le  chiede la FLC Cgil di Messina, la categoria del sindacato di via Peculio Frumentario che segue i settori scuola, università e ricerca scientifica, a proposito della proroga di servizio ad alcuni dirigenti dell’Ateneo che hanno già raggiunto il limite di servizio che andrà in votazione oggi pomeriggio nel corso della riunione del Consiglio di Amministrazione. La vicenda, già oggetto di una prima valutazione nel precedente CdA e proprio a causa di forti dubbi di legittimità e opportunità del provvedimento, rinviata alla seduta di oggi,  riguarda tra gli altri i  Dirigenti di due settori chiave dell’Università, il Settore personale e affari generali, e il Settore Appalti Servizi e Patrimonio.

“Due dirigenti che non solo hanno ormai maturato  i 40 anni di servizio ma che sono già stati oggetto di una prima proroga di un anno –  osserva Graziamaria Pistorino,segretaria generale della Flc Cgil -. Fatti che sono in aperto contrasto con le norme valide per tutto il resto del personale. Anzi considerando la prima proroga concessa, vi era tutto il tempo per predisporre i bandi necessari a selezionare due nuovi dirigenti  e avviare così quel rinnovamento tanto invocato ma poi di fatto sempre evitato all’interno dell’ateneo”. Sul punto dei 40 anni di servizio la Flc Cgil chiede infatti regole uguali per tutti i dipendenti dell’università, per i quali lo stesso CdA ha già deciso che con 40 anni di contributi scatta il pensionamento e
invocano inoltre un necessario rinnovamento.“Pericoloso oltre che inopportuno dare il via attraverso il voto di domani, alla prassi delle eccezioni alle regole vigenti che sembrano volere privilegiare alcuni a scapito di tutto il personale che opera per l’ateneo e quindi anche per il Policlinico di Messina dove, per esempio, la stessa regole viene pedissequamente applicata al personale infermieristico pur carente- osserva  Pistorino che conclude, “Meglio il più limpido rispetto delle regole erga omnes”-.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: