Calcio, Mondiale Sudafrica: Splendida sorpresa Corea del Nord ma vince il Brasile, 0-0 tra Portogallo e Costa d’Avorio

di S.I.

Il Brasile ha faticato non poco stasera per riuscire a superare 2 a 1 una vivacissima e ben organizzata Corea del Nord, a Johannesburg, nella seconda partita della giornata del gruppo G. Il gol dei verde-oro giunge solo nel secondo tempo, al 10°, grazie ad un insolito tiro di Maicon quasi dalla linea di fondo: in molti pensano che avesse voluto in realtà crossare, anche se lo stesso giocatore, nel corso di alcune interviste, ha sostenuto di aver ricercato proprio la rete. Al 27°, la rete di Elano giunge quasi a voler chiudere ogni discorso ma i nord-coreani, a 2 minuti dal termine del tempo regolamentare dell’incontro, realizzano una stupenda rete con Yun-Nam, riaprendo i giochi, con gli asiatici riversatisi commoventemente all’attacco fino alla fine, nel tentativo di realizzare il sogno del pareggio con i plurititolati brasiliani.

Nel pomeriggio, invece, la partita tra Portogallo e Costa d’Avorio, che si riteneva potesse recare un grande spettacolo, scorre piuttosto noiosamente. Unico bagliore, un palo colto da Cristiano Ronaldo per i lusitani; da segnalare anche il ritorno in campo dell’ivoriano Drogba, a soli dieci giorni dalla frattura del braccio destro. Per il resto, attacchi nel finale da parte degli africani, che impegnano i portoghesi fino alla fine ma la partita termina sullo 0 a 0.

E domani tocca alla Spagna, un’altra grande accreditata per il titolo alla vigilia, attesa alla prova del nove.

Ustica: Stato condannato a risarcire oltre un milione di euro

Confermata la condanna dello Stato a risarcire complessivamente un milione e 240 mila euro a sei familiari di tre vittime del disastro aereo di Ustica. La sentenza è della Corte d’appello di Palermo. I legali dei familiari avevano citato in sede civile tre dicasteriInterni, Trasporti e Difesa – rappresentati dall’avvocatura distrettuale dello Stato, per ottenere il risarcimento per la morte di tre degli 81 passeggeri che viaggiavano sul Dc9 Itavia precipitato al largo dell’isola palermitana il 27 giugno ’80. I giudici, già in primo grado, avevano ritenuto responsabile lo Stato. (Ansa, 15 giugno)

Mafia: il boss Spatuzza, ora collaboratore di giustizia, incredibilmente non ammesso al ‘programma di protezione’

 Il boss mafioso Gaspare Spatuzza non è stato ammesso al programma di protezione. Lo ha deciso l’apposita Commissione centrale del Viminale.

La proposta era stata avanzata dalle Procure di Firenze, Caltanissetta e Palermo che indagano sulle stragi di via D’Amelio e del ’93, temi sui quali il boss, ora collaboratore di giustizia, sta fornendo informazioni rilevanti . La proposta di ammettere il boss al programma di protezione definitivo è stata rifiutata perchè il pentito ha cominciato a fare le sue dichiarazioni ben oltre il limite dei 180 giorni dal giorno in cui ha espresso la disponibilità a collaborare. (Fonte: Ansa, 15 giugno)

Béh… una cosa del genere é semplicemente VERGOGNOSA. Se questo Paese avesse ancora la forza per indignarsi, sarebbe più che legittimo. (N.d.R.)

Taormina Film Fest 2010: Premiazione di Valentino, Robert De Niro, Ficarra e Picone

 

L’Associazione degli autotrasportatori siciliani chiede l’abolizione dell’ecopass

L’Associazione imprese autotrasportatori siciliani (Aias) ha annunciato il fermo dei trasporti nell’isola il 22 giugno se non verrà abolito l’ecopass, il ticket per gli autotrasportatori che si imbarcano a Messina. La protesta era stata in un primo momento programmata da domani al 22 giugno ma è stata rinviata dopo una richiesta del Prefetto della Città dello Stretto, Francesco Alecci, che insieme al sindaco, Giuseppe Buzzanca, ha chiesto un ulteriore tavolo di concertazione, fissato per il 21 giugno, con gli autotrasportatori siciliani. Un’analoga richiesta di rinvio era giunta all’associazione da parte della Regione siciliana e l’assessorato alle infrastrutture e ai trasporti ha convocato gli operatori per il 22 giugno.”Avremmo preferito  – ha affermato il presidente dell’Aias Giuseppe Richichi – operare il fermo tra il 17 ed il 22 giugno, consapevoli che avremmo creato meno problemi visto che ancora non è iniziato il traffico intenso della stagione estiva”. “Adesso ci troviamo costretti a minacciare la protesta nel periodo in cui potremmo arrecare maggiore fastidio. Le nostre speranze però sono quelle di non arrivare all’adozione di un provvedimento così drastico”. In linea con l’Aias anche le altre associazioni di categoria, Assiotrat e Fai Sicilia, che hanno deciso di rimandare il fermo al 22 giugno.

Carceri: Detenuto di 43 anni si suicida a Catania, è il 32esimo

Nuovo suicidio nelle carceri italiane, il 32esimo dall’inizio del 2010.

Un detenuto del carcere catanese di Bicocca si è suicidato respirando il gas della bomboletta che alimentava un fornelletto da campeggio nella sua cella. Antonio Gaetano Di Marco, 43 anni, piccolo boss di Bronte, era stato condannato per mafia, e aveva altri dieci anni di pena da scontare. La morte è stata scoperta all’alba dai compagni di cella, con i quali l’uomo aveva guardato ieri sera in tv la partita della nazionale. Di Marco, cugino del boss Francesco Montagno Bozzone, l’uomo che Santo Mazzei aveva indicato come rappresentante della commissione provinciale di Cosa Nostra, era depresso dopo che la Procura di Catania aveva ordinato il sequestro dei suoi beni.

Venerdì scorso, spiega l’associazione ‘Ristretti Orizzonti’, era stato visitato dallo psichiatra della struttura carceraria, ma il medico non aveva notato segni di peggioramento. Ex detenuto al 41 bis, da mesi era stato ammesso al circuito di alta sicurezza uno: in pratica avrebbe dovuto essere controllato a vista. Per commettere il suicidio, si è coperto con le lenzuola sulla sua branda. Antonio Di Marco era stato condannato e poi assolto per il tentato omicidio di Gabriele Belletto Grillo, avvenuto a Bronte nel 2007. Successivamente era stato arrestato nell’ambito dell’operazione “Trash” perché ritenuto uno dei capi del gruppo mafioso del clan di Montagno Bozzone per il quale avrebbe curato il traffico della droga, le estorsioni e la detenzione di armi.
Nelle carceri di Catania negli ultimi 5 anni sono morti 7 detenuti, di cui 4 suicidi. Da inizio anno i suicidi sono 32, di cui 29 certi e tre casi dubbi perchè causati da inalazione di gas che i detenuti spesso fanno ricercando ‘lo sballo’, mentre il totale dei detenuti morti è di 90. Negli ultimi 10 anni i suicidi negli istituti di pena italiani salgono a 586 e a 1.688 il totale dei morti. (Apcom, 15 giugno – Foto: www.elletv.org)

Calcio, Mondiale Sudafrica: Nuova Zelanda-Slovacchia finisce 1-1, tutti a un punto e a pari reti nel girone dell’Italia

Finisce 1-1 la sfida tra Nuova Zelanda e Slovacchia, per il gruppo F dei Mondiali in Sudafrica, lo stesso dell’Italia. La Nuova Zelanda, che ha dimostrato di essere squadra lineare e compatta, agguanta un pari in ‘zona Cesarini’: Reid pareggia al 3° minuto di recupero.

Bloccata ed imprecisa nel primo tempo, la Slovacchia, dopo il gol di Vittek ad inizio della ripresa, ha iniziato a far girare bene la palla e a trovare il giusto passo. A un punto tutte le squadre del gruppo F.

(Ansa, 15 giugno)

Messina, Accademia “Amici della Sapienza”: domani presentazione del progetto “Arte e Cultura nei luoghi della Magna Grecia”

Nella sede dell’Accademia Internazionale Amici della Sapienza Onlus, mercoledì 16 giugno, alle ore 17 e 30, presentazione del progetto “Arte e Cultura nei luoghi della Magna Grecia”.

Introdurrà i lavori la prof.ssa Teresa Rizzo, Rettore dell’Accademia Internazionale Amici della Sapienza” Onlus, seguirà il saluto del prof. Elio Calbo, Presidente del Comitato scientifico dell’Accademia. Il dott. Giuseppe Mazzeo, Direttore Artistico dell’Accademia, presenterà gli artisti selezionati.

Prevista anche la proiezione di un breve video sempre dal titolo “Arte e Cultura nei luoghi della Magna Grecia” a cura dello scrittore Aristide Casacci e della giornalista Lorenza Mazzeo.

Relatori: le prof. Lucietta Di Paola e Santina Schepis assieme alla giornalista Monica Interinano, moderatrice la giornalista Anna Maria Crisafulli Sartori. Previsto l’intervento della prof. Marisa Scicchitano, ospite d’onore del pomeriggio culturale la poetessa Maria Carta.

invito 16 Giugno 2010

Ulteriori informazioni presso il sito: http://www.amicidellasapienza.it/

Mario Centorrino è il nuovo coordinatore della commissione affari comunitari

Alla Regione siciliana, in sede di Conferenza delle regioni e delle province autonome, e’ stato attribuito il coordinamento della commissione Affari comunitari e internazionali. Sarà la Regione siciliana, in sede di Conferenza delle regioni e delle province autonome, a coordinare la commissione Affari comunitari e internazionali. Il presidente della Regione, Raffaele Lombardo, ha nominato l’assessore regionale all’Istruzione e alla Formazione professionale, Mario Centorrino, coordinatore della commissione.

‘ndrangheta: nuovo omicidio in Calabria

Un operaio boschivo, Salvatore Vallelunga, è stato ucciso stamattina a Brognaturo, un centro delle Serre vibonesi. L’agguato è collegato alla cosiddetta ‘faida dei boschi’. La vittima era il fratello di Damiano Vallelunga, assassinato a settembre a Riace e considerato il capo della cosca dei viperari. Ieri, sempre a Brognaturo, era stato ferito in modo grave Santo Procopio, 25 anni. ‘E’ una vera e propria guerra’ dice il Procuratore della Repubblica di Catanzaro Lombardo.

(Ansa, 15 giugno)

Antitrust: Squilibri intollerabili nel rapporto banche-clienti

Ci sono ancora “squilibri intollerabili” nel rapporto tra banche e clienti. Lo sottolinea il presidente dell’Antitrust, Antonio Catricalà, nella relazione annuale alla Camera. Per gli istituti di credito, afferma Catricalà, “la domanda è caratterizzata da scarsa mobilità della clientela e da intollerabili squilibri, accentuati dall’asimmetria informativa, nei rapporti contrattuali con i consumatori e con le piccole imprese”. (Ansa, 15 giugno)

Anziano pensionato vive un incubo per 5 anni nel Palermitano: due delinquenti gli estorcono 50mila euro

Un pensionato di 81 anni è stato costretto a consegnare 50 mila euro a due disoccupati che lo hanno fatto vivere in un incubo per cinque anni. L’anziano viveva da solo a Collesano (in provincia di Palermo), in una casa senza luce e gas, con una pensione sociale di 600 euro ma spesso non riusciva a comprare da mangiare perchè era costretto, ogni mese, a consegnare parte dei soldi ai due estortori che usavano il denaro per bere e giocare ai videopoker. Mario Sinieri, 48 anni, e Michele Sabatino, 40 anni nato in Germania ma residente a Collesano, sono stati arrestati dai carabinieri. (Ansa, 15 giugno)

Cento piazze No Ponte

L’avvio delle trivellazioni a Faro rappresenta, di fatto, l’inizio dei cantieri del Ponte sullo Stretto. Da anni ormai ci battiamo contro una mega-opera inutile e dannosa che ha già dilapidato centinaia di milioni di euro senza apportare alcun vantaggio alle popolazioni locali e molti altri si accinge a trasferire nelle tasche di pochi grossi gruppi imprenfitoriali (Impregilo, in testa). Ci batteremo sul campo per contrastare i cantieri, ma dovremo, allo stesso tempo, continuare a tessere quella rete di relazioni sociali e territoriali che sola può consentire una efficace mobilitazione. Per questi motivi la Rete No Ponte ha avviato la campagna “100 piazze no ponte”, una serie di eventi a carattere comunicativo basati sulla diffusione di materiale informativo, sull’esposizione di una mostra che, attraverso dei poster tematici, illustra le nostre argomentazioni in un linguaggio molto semplice e sulla distribuzione di pubblicazioni specifiche.

Iniziative già svolte:
27 maggio a Patti (presentazione del libro di Antonio Mazzeo “I padrini del Ponte”), a cura dell’associazione “9 maggio”;

30 maggio a Forte Petrazza – Messina (presentazione dell’e-book “La politica dei disastri” di Antonello Mangano e Luigi Sturniolo);

3 giugno Palermo – Circolo Arci Malaussene (presentazione del libro di Antonio Mazzeo “I padrini del Ponte”);

13 giugno Faro (presidio no-ponte contro l’inizio delle trivellazioni).

Prossimi appuntamenti previsti:
15 giugno Catania – Libreria Tertulia (presentazione del libro di Antonio Mazzeo “I padrini del Ponte”);

27 giugno San Filippo del Mela (presentazione del libro di Antonio Mazzeo “I padrini del Ponte”), a cura dei Giovani Democratici Agosto Tusa (nell’ambito della Festa di Liberazione).

Trapani: Denaro e sesso per togliere il ‘malocchio’, Arrestato ‘mago’

Un presunto ”mago” che toglieva il ‘malocchio’ ai clienti in cambio di soldi o prestazioni sessuali è stato arrestato dalla polizia a Trapani. Nei confronti di Giacomo Mannina, 50 anni, meccanico, agenti della squadra mobile hanno eseguito un ordine di custodia cautelare per estorsione e violenza sessuale. L’uomo si spacciava per mago, vantando capacità taumaturgiche di guaritore, ma in realtà approfittava della condizione di assoggettamento psicologico dei suoi clienti per estorcere loro denaro e, in alcuni casi, per abusarne sessualmente.

(Ansa, 15 giugno)

Arrestato a Giardini Naxos un latitante catanese

Era latitante da nove anni,  dal marzo 2001 quand’era divenuta definitiva una condanna per i reati di furto aggravato ed oltraggio a pubblico ufficiale. Giovanni Recupero, 45 enne  catanese, è stato arrestato ieri sera dalla Polizia a Giardini Naxos. La Lancia Y sulla quale viaggiava con tre amici è incappata in un posto di blocco. Gli agenti hanno così scoperto che Recupero era ricercato da nove anni per un reato che aveva commesso nell’ottobre del 1991. Recupero è stato rinchiuso nel carcere di Gazzi mentre i tre amici che erano in auto con lui sono stati denunciati a piede libero per favoreggiamento.