MANIFESTAZIONE UNITARIA DEL 4 GIUGNO 2010

Venerdì 4 giugno si terrà a Palermo una manifestazione regionale in difesa del diritto al lavoro dei 22.500 precari delle pubbliche amministrazioni dell’Isola.

Il concentramento è fissato per le ore 10,00 in Piazza Indipendenza, davanti alla presidenza della Regione Siciliana.

Le organizzazioni sindacali parteciperanno, dopo altri incontri già avuti con il governo regionale, alla manifestazione unitaria, per sensibilizzare il governo in merito alla deroga al patto di stabilità per gli enti locali che hanno posto in essere misure di stabilizzazione. Leggi il seguito di questo post »

Pubblicato su Lavoro. Leave a Comment »

Mostra del Cinema dello Stretto

Venerdì 28 maggio, cinema Apollo e Dino Studios, presenti Claudio Fragasso, Nicole Murgia e Antonio Llores Sanchez.

Per la IV edizione della Mostra del Cinema dello Stretto, venerdì 28 maggio, presso il Cinema Apollo, alle 11.30 in sala B, sarà presente il regista Antonio Llores Sanchez per le proiezioni di “Un Cuento Chino” e “La Culpa, ajena” per la sezione “Un assaggio di cinema spagnolo”. Alle 17.30 in sala A verrà proiettato il film “Le ultime 56 ore”, alla presenza del regista Claudio Fragasso, della sceneggiatrice Rossella Drudi e degli attori Nicole Murgia (giovanissima attrice della serie televisiva di RaiUno “Tutti pazzi per amore” e nel film “Un giorno perfetto” di Ozpetek), nel cast anche Gianmarco Tognazzi che raggiungerà la troupe domenica 30 in occasione della serata conclusiva del festival. Leggi il seguito di questo post »

Intercettazioni, Alfano (IdV) presenta interrogazione

Oggi, insieme ai colleghi Sophie In’t Veld e Luigi de Magistris, ho presentato un’interrogazione scritta alla Commissione europea sul ddl intercettazioni“. Lo annuncia Sonia Alfano, membro della Commissione LIBE al Parlamento europeo e Presidente dell’Associazione Nazionale Familiari Vittime di Mafia. “Non possiamo permettere che il governo approvi una legge simile, che farebbe scempio delle indagini antimafia già messe a dura prova da tagli economici e da altri provvedimenti scellerati -sottolinea- e della libertà di informazione, di per sè quasi nulla nel nostro Paese, come rivelato dai report delle fondazioni internazionali sulla libertà di stampa. Leggi il seguito di questo post »

“Nino e il padre Santo”

In occasione della 4 edizione della mostra del cinema dello  stretto (26-30 maggio Messina),
sarà proposto  il film di Fabrizio Sergi: ” Nino e il padre Santo”

La proiezione si terrà DOMENICA 30 MAGGIO alle ore 11.00
presso il cinema Apollo di  Messina sala B.
Ingresso libero

In manette Gerlando Alberti

Nel pomeriggio odierno, i Carabinieri della Compagnia di Barcellona Pozzo di Gotto hanno tratto in arresto ALBERTI Gerlando, 62enne, nato a Palermo, residente a Falcone (ME), nel marzo 2008 condannato all’ergastolo per l’omicidio della giovane Graziella CAMPAGNA, all’epoca 17enne, avvenuto il 12 dicembre del 1985, in Forte Campone, località collinare poco distante dal capoluogo peloritano. L’arresto è stato operato dai Carabinieri, in esecuzione dell’ordine di carcerazione emesso in data odierna dal Procuratore Generale della Repubblica presso la Corte d’Appello di Messina, dr. Antonio Franco CASSATA. Il 1° dicembre 2009 il Tribunale di Sorveglianza di Bologna, con ordinanza, aveva concesso all’ALBERTI i benefici della detenzione domiciliare nell’abitazione di Falcone (Messina) in relazione allo stato di salute del menzionato detenuto, già in carcere dal marzo 2008 a seguito della condanna di 2° grado da parte della Corte di Assise di Appello di Messina. Il provvedimento odierno scaturisce dalla pronuncia della Corte di Cassazione che ha annullato la menzionata ordinanza emessa dal Tribunale di Sorveglianza di Bologna, facendo perdere di efficacia il titolo che legittimava la detenzione domiciliare dell’ALBERTI. Dopo le formalità di rito, pertanto, ALBERTI Gerlando è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Messina – Gazzi, a disposizione della competente Autorità Giudiziaria.

Pubblicato su Cronache. 2 Comments »

L’Ocse e la ripresa dell’Italia

Se Totò Riina e Bernardo Provenzano aprissero un’agenzia di rating sullo sviluppo della criminalità in Italia che risultati produrrebbe? Outlook criminalità zero. Una tripla A per l’Italia, il massimo del punteggio per un Paese civile. Leggi il seguito di questo post »

Lombardo di nuovo in commissione Antimafia

Il presidente della Regione siciliana, Raffaele Lombardo, sarà nuovamente sentito in commissione Antimafia il 9 giugno prossimo. L’audizione è stata concordata con il presidente Giuseppe Pisanu, a seguito delle dichiarazioni rese all’Assemblea regionale siciliana dal presidente della Regione lo scorso 13 aprile. “Nel corso dell’audizione Lombardo potrà fornire ogni elemento per approfondire il quadro – afferma una nota della presidenza della Regione – sul sistema degli interessi politico-mafiosi operanti in Sicilia, in parte già delineato in sede di commissione lo scorso gennaio e ribadito durante l’intervento all’Ars”. Leggi il seguito di questo post »

Appalti: acquisiti nuovi atti negli uffici della Regione Calabria

CROTONE – Sono continuate per tutta la giornata le acquisizioni di atti negli uffici della Regione Calabria, nell’ambito dell’inchiesta su presunte irregolarita’ nella realizzazione di un parco eolico a Melissa e Strongoli, nel crotonese.

Scossa sismica al largo delle isole Eolie

Una scossa sismica di magnitudo 3.9 è stata registrata dai sismografi dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia, alle 8.34, nel Tirreno meridionale, al largo delle isole Eolie. Il terremoto è stato localizzato a una profondità di 600 chilometri.

Condanna al primo processo per la Mafia del Ponte

di Antonio Mazzeo

Giuseppe “Joseph” Zappia, l’anziano ingegnere italo-canadese accusato di aver fatto da “schermo” ad una delle più imponenti operazioni di riciclaggio della storia di Cosa Nostra, il tentativo d’investire 5 miliardi di euro nella progettazione e nei lavori di costruzione del Ponte sullo Stretto di Messina, è stato condannato dal Tribunale di Roma a tre anni e sei mesi di reclusione e a due anni di libertà vigilata. Nel riconoscere Zappia responsabile del reato di associazione per delinquere, la Corte lo ha però assolto dall’accusa di turbativa d’asta relativamente alla partecipazione alla gara di pre-qualifica per la scelta del general contractor dell’opera di collegamento stabile tra Sicilia e Calabria. Leggi il seguito di questo post »

Mobilitazione dei precari

L’impugnativa del Commissario dello Stato delle norme che avrebbero consentito processi di stabilizzazione, viste le norme inserite dal Governo Nazionale riguardo al patto di stabilità, determinerà, se non saranno predisposti correttivi, la crisi degli Enti Locali nel loro funzionamento producendo il concreto rischio dell’espulsione di migliaia di lavoratori che da vent’anni e in condizioni di precarietà concorrono a garantire i servizi essenziali ed il funzionamento della Pubblica Amministrazione. Questa situazione è frutto della sottovalutazione e dello storico ritardo dei Governi della Regione Siciliana rispetto al processo di stabilizzazione, ed in controtendenza alle cospicue risorse economiche che il Governo Nazionale ha stanziato nelle altre Regioni risolvendo il problema del precariato. E’ necessario, in questo quadro, e nel rispetto delle responsabilità politiche di ciascuno, che il governo Regionale ponga in essere al Governo Nazionale, una “specificità Siciliana”, consentendo la non computabilità ai fini del patto di stabilità delle risorse destinate ai processi di stabilizzazione dei lavoratori precari.

Leggi il seguito di questo post »

Minacce a Lari, Lo Bello e Montante rafforzata scorta

Buste con dei proiettili sono state recapitate al procuratore di Caltanissetta, Sergio Lari, al presidente di Confindustria Sicilia, Ivan Lo Bello e ad Antonello Montante, presidente della Camera di Commercio di Caltanissetta e delegato in Confindustria per i rapporti con le istituzioni preposte al controllo del territorio. Sulla vicenda, intanto, stanno indagando tre procure: quella di Caltanissetta, relativamente alle minacce a Montante, quella di Catania, competente per episodi che riguardano magistrati nisseni come Lari, e quella di Palermo, per la parte relativa al leader siciliano di Confindustria Lo Bello. Lari è stato sentito oggi dal Copasir nell’ambito dell’inchiesta che la procura sta conducendo sul ruolo di esponenti dei servizi segreti nel fallito attentato a Giovanni Falcone all’Addaura. Lo Bello e Montante sono stati negli anni scorsi, i promotori del provvedimento di espulsione da Confindustria degli imprenditori che non denunciavano le richieste di pizzo.

Leggi il seguito di questo post »

MAFIA: D’ALIA (UDC), SOLIDARIETA’ A LARI, LOBELLO, MONTANTE E PIGNATONE

“Esprimo a nome mio e del mio gruppo piena solidarieta’ al procuratore di Caltanissetta Sergio Lari, al presidente di Confindustria Sicilia Ivan Lo Bello, al presidente della Camera di Commercio di Caltanissetta Antonello Montante e al procuratore capo della Repubblica di Reggio Calabria Giuseppe Pignatone, per il vile atto intimidatorio subito questa mattina. Sono episodi inaccettabili che vanno condannati ma che sono certo, non fermeranno l’impegno di chi ogni giorno si spende per combattere la lotta alla mafia”. Lo dice in una nota il presidente dei senatori Udc e componente della commissione Antimafia, Gianpiero D’Alia.

Movimenti di Questori e dirigenti

Tra ieri ed oggi saranno decisi alcuni importanti movimenti di questori e dirigenti. Il giro disposto dal Dipartimento della pubblica sicurezza dovrebbe riguardare una quarantina di Questure sulle 103 presenti in Italia. A Messina è dato in partenza l’attuale questore Vincenzo Mauro. Sono già state decise le nomine a I° Dirigente dell’attuale capo della Squadra Mobile Marco Giambra (che sarà sostituito da settembre dall’attuale vice Giuseppe Anzalone) e la promozione del dr. Caggeggi a dirigente superiore.
Fonte: www. enricodigiacomo.it

E’ NATA LA “DONNE DI FICARRA” SRL

Se ne è parlato tanto, gli organi di informazione hanno lanciato e ripreso la notizia e, così, al Comune di Ficarra, è stata costituita la Società “Donne di Ficarra”:  produrrà Camicie Sartoriali nel segmento Alta Moda, realizzando un piccolo ma importante progetto per affrontare la crisi, rilanciare l’occupazione, contenere lo spopolamento dei piccoli centri montani dei Nebrodi.

E’ nata così, per atto del Notaio Nunzio Arrigo, la “Donne di Ficarra srl”, costituita nell’Assemblea di tutti i soci, e si avvarrà di un Consiglio di Amministrazione, presieduto dal Rag. Nunzio Biscuso, espressione del Comune di Ficarra, con gli imprenditori Filippo Miracula e Nino Marino, la Sig.ra Liliana Tranchida in rappresentanza delle 8 “maestre artigiane”, la Dr.ssa Francesca Rottino, in rappresentanza dei commercianti di Ficarra. Leggi il seguito di questo post »