Altro che meno tasse sotto Berlusconi: la pressione fiscale, nel 2009, secondo l’Istat é salita al 43,2%

E questo ben prima dei nuovi sacrifici richiesti dal governo

La pressione fiscale in Italia è salita al 43,2% nel 2009, aumentando di tre decimi di punto rispetto al 2008 (42,9%). Cosi’ l’Istat. Una pressione fiscale che amplia lo stacco di oltre tre punti percentuali con la media Ue che l’anno scorso si è attestata al 39,5% (dal 40,3% del 2008). Oltre il 15% delle famiglie vive in condizioni di disagio economico, con una percentuale che supera il 25% nel Mezzogiorno. Nel 2009 il potere d’acquisto pro capite è scivolato sotto il livello del 2000.

(Ansa, 26 maggio – Vignetta: larepubblicadellebanane.eu)

ASSEMBLEA DI ATENEO DI MESSINA: No Gelmini

L’Assemblea dei ricercatori, degli studenti, dei dottorandi, dei precari della
conoscenza e dei docenti e del personale tecnico amministrativo dell’Università di
Messina, pur ritenendo necessario e ormai non più rinviabile un riordino organico
dell’impianto normativo del sistema universitario nazionale, riafferma con forza
le ragioni della mobilitazione nata contro la legge 133/2008 e manifesta
ulteriore forte e radicato dissenso nei confronti del DDL Gelmini ― Disegno
di Legge del Governo “in materia di organizzazione e qualità del sistema
universitario, di personale accademico e di diritto allo studio”, ad oggi al Senato
della Repubblica, Atto n◦ 1905. Leggi il seguito di questo post »

retribuzioni dei giovani ricercatori tagliate più di quelle dei parlamentari

Il taglio retributivo per i ricercatori universitari è maggiore del tanto declamato
taglio alle retribuzioni dei parlamentari, dei ministri e dei sottosegretari di stato
e dei manager pubblici. È quanto risulta dalla bozza della manovra finanziaria
correttiva pubblicata dal Corriere della Sera online, con misure che vanno a
colpire tutto il sistema universitario nel suo complesso ma soprattutto i giovani
ricercatori:
a) viene confermato il prolungamento del blocco del turn over nelle assunzioni
nella pubblica amministrazione fino a tutto il 2014. Leggi il seguito di questo post »

Spazio: ultima missione Shuttle

Il futuro delle navicelle spaziali Atlantis – il cui rientro sulla Terra è previsto per oggi– potrebbe essere in museo. La Nasa ha deciso infatti di non metterle in vendita, ma di collocarle in un museo. “Non posso immaginare un istituto che non voglia gli shuttle” ha detto alla Cnn il portavoce dell’agenzia spaziale Usa, precisando che già una ventina di musei si sono fatti avanti. Occorrono molti soldi, ma si stima che attirerebbero 1,5 milioni di visitatori l’anno.
(Ansa, 26 maggio)

Istat: Crisi colpisce di più i giovani, ‘bamboccioni’ triplicati

La crisi degli anni 2008 e 2009 è stata “la più profonda della storia economica recente”. E il prezzo maggiore, in un’Italia vecchia e poco istruita, lo pagano i giovani, sempre più “bamboccioni” e sempre più precari. E’ quanto emerge dal Rapporto annuale 2009 dell’Istat presentato in Parlamento, che fotografa un’Italia in affanno dove la crisi ha colpito i figli ma anche i padri hanno pagato un prezzo: hanno perso il lavoro o sono andati in cassa integrazione. Leggi il seguito di questo post »

Carabinieri arrestano un 69enne messinese per resistenza a pubblico ufficiale

Nella mattinata di ieri nel villaggio San Filippo Superiore, i Carabinieri della Stazione di Messina Bordonaro hanno tratto in arresto in flagranza di reato di resistenza a P.U. il 69enne FRAZZICA Santi, noto alle Forze di Polizia. Il predetto, recatosi presso un cantiere che effettuava lavori per la messa in opera di una condotta fognaria, tentava di fermare le attività perché asseritamente le stesse si stavano realizzando su un’area di sua proprietà, senza tuttavia esibire alcuna documentazione. All’intervento di una pattuglia della Stazione di Messina Bordonaro il FRAZZICA si scagliava contro i militari tentando di colpirli con calci e pugni. Prontamente bloccato dai carabinieri,  è stato dichiarato in stato di arresto e come disposto dall’A.G. trattenuto in camera di sicurezza in attesa del rito direttissimo previsto per la giornata odierna.

Vertenza Cea (Servizio manutenzione stradale del comune): in mattinata presidio dei lavoratori da mesi in attesa di risposte

Presidio dei lavoratori ex CEA, l’impresa che si occupava del servizio di manutenzione stradale a Messina, questa mattina, davanti al Comune nell’ambito di una iniziativa di protesta organizzata dalla Fillea Cgil, la categoria che segue il settore dell’edilizia.  Una vertenza quella dei 20 lavoratori che per anni si sono occupati del servizio di manutenzione stradale  superando il passaggio tra le diverse ditte che di volta in volta vincevano le gare indette dal Comune ma che, alla scadenza dell’ultimo appalto, lo scorso 31 dicembre, sono rimasti disoccupati. La Fillea, allo scadere dell’appalto e in considerazione del mancato avvio in tempi utili da parte del Comune delle procedure per un nuovo bando, in ragione dell’importanza del servizio e anche a tutela dei livelli occupazionali, aveva sollecitato una proroga che, dopo una serie di incontri, l’assessore Capone aveva promesso.

Leggi il seguito di questo post »