Non portano detenuti, salta udienza del maxi-processo alla ‘ndrangheta

Gli agenti penitenziari del carcere di Opera non portano i detenuti: salta a Milano l’udienza del maxi-processo alla ‘ndrangheta. Il disservizio ha impedito il trasferimento dalla cella in aula di 14 dei 26 imputati detenuti e il presidente della seconda Corte d’Appello di Milano è stato costretto ad aggiungere un’udienza in più a quelle già in calendario per permettere ad alcuni difensori di tenere la loro arringa. L’accaduto è stato segnalato al Dap. (Ansa, 21 maggio)

PETROLIO, EGADI NEL MIRINO

di Diego Carmignani

Le mani della Shell sulle isole siciliane. Sull’onda del disastro americano e dello snellimento burocratico introdotto da Scajola, parlamentari e politici locali alzano la voce per scongiurare lo scempio.

C’è un sito internet che si chiama shellapologises.com dove la multinazionale petrolifera anglo-olandese usa esprimere, orgogliosamente e pubblicamente, le proprie scuse. Leggi il seguito di questo post »

L’attività didattica del prossimo anno accademico 2010-2011

L’assemblea della Facoltà di Lettere e filosofia, riunitasi in Aula Magna il 20 maggio 2010, ha approvato all’unanimità una risoluzione nella quale si chiede al Preside di rappresentare, presso gli organi accademici, a partire dalla prossima seduta del Senato Accademico, e al Rettore, la ferma determinazione dei ricercatori e dei docenti – firmatari dei moduli di indisponibilità a carichi didattici aggiuntivi, già consegnati in precedenza – ad attenersi esclusivamente agli obblighi di legge per quanto concerne l’attività didattica del prossimo anno accademico 2010-2011, in coerenza con la forma di mobilitazione già assunta in precedenza, anche a livello nazionale, che prevede di non svolgere attività didattica, oltre a ciò che la legge obbliga, nel caso in cui il DDL 1905 non venga ritirato; chiede inoltre di sottolineare agli stessi organi accademici che, alla luce di tale determinazione, l’offerta formativa dell’anno accademico 2010-2011 risulta compromessa in ogni sua parte. Leggi il seguito di questo post »

L’alternativa è urgente

di Carlo Leoni

Ci risiamo: il Governo ha annunciato che nelle prossime settimane metterà “le mani nelle tasche degli italiani” o, per essere più precisi, dei pensionati e dei lavoratori pubblici. Quelli privati sono già drammaticamente colpiti non solo dalla decurtazione salariale, ma da una ulteriore, inarrestabile impennata della precarietà e della disoccupazione. Ancora una volta vengono chiamati a pagare pesantemente i costi di una situazione di crisi quelli che non ne hanno nessuna responsabilità e che già sono stati socialmente indeboliti dalle politiche neoliberiste e monetarie che hanno dominato la scena europea negli ultimi due decenni. Leggi il seguito di questo post »

“A rischio 22.000 precari”

CATANIA “Ventiduemila precari della Regione siciliana impiegati presso gli enti locali rischiano il posto di lavoro e questo aggraverebbe ulteriormente la situazione della disoccupazione nell’Isola, già di per sé gravissima. Chiedo al ministro Tremonti di trovare con urgenza una soluzione che eviti a ventiduemila famiglie di andare sul lastrico”. A lanciare l’allarme è il deputato del Mpa alla Camera Ferdinando Latteri. Per l’ex rettore dell’università di Catania “la decisione del commissario dello Stato di impugnare l’articolo della finanziaria che permetteva di prorogare i contratti del personale non è un segnale positivo nei confronti dei precari. La Regione si è attivata immediatamente attraverso l’opera del presidente Raffaele Lombardo e dell’assessore al Lavoro Lino Leanza per trovare una soluzione. Il governo nazionale deve fare la sua parte”.

Allosanfan

Territorio e poteri

Un percorso tra libri e film

Sabato 22 maggio alle ore 18.00 verrà presentato presso il circolo Arci Città Futura di Barcellona il libro di Riccardo Orioles “Allosanfan. La mafia, la politica e altre storie”. Interverranno insieme all’autore Tindaro Bellinvia dottorando in Sociologia dell’Università di Messina e Giuseppe Restifo storico dell’Università di Messina. Leggi il seguito di questo post »

Meeting interregionale domani a Messina su “La Nutrizione Artificiale Domiciliare in Calabria e Sicilia”

Si svolgerà nel salone di rappresentanza del teatro “Vittorio Emanueledi Messina, sabato 22 maggio 2010, il convegno interregionale, promosso dalla rete del Tribunale per i Diritti del Malato (TDM) di Messina e realizzato insieme alla Società Italiana di Nutrizione Artificiale e Metabolismo SINPE, su una tematica di rilevante valenza sanitaria: “La Nutrizione Artificiale Domiciliare in Calabria e Sicilia”.

Si tratta di un Convegno a carattere interregionale, tra Sicilia e Calabria, che vedrà la partecipazione di esponenti ed operatori della Nutrizione italiana nonché la presenza dei rappresentanti delle associazioni nazionali e regionali di CITTADINANZ@TTIVA, della SINPE, della SICUD e dei referenti istituzionali della sanità siciliana e calabrese. Leggi il seguito di questo post »