Cementopoli


Giovedì 13 maggio alle 19 al csoa Cartella si terrà l’iniziativa “Cementopoli Calabra SpA”.
L’iniziativa fa parte di un mini-tour di presentazione del volume “Consumo di suolo zero”, curato da Antonello Sotgia e edito da Carta-Intramoenia.

Ciclo di assemblee su Cementopoli Calabra vs Consumo di Suolo Zero a Cosenza e Reggio mercoledì 12 e giovedì 13 maggio.

Il degrado del territorio, la continua distruzione del paesaggio, la presenza di veleni, rifiuti, e altri elementi di alterazione dell’ambiente costituiscono ormai problema quotidiano del cittadino calabrese, che incorre per questo in diversi tipi di disagio, che diventano rischi e danni per la salute e la qualità della vita. Ogni inverno pezzi interi di territorio franano, crollano o si dissestano; le reti infrastrutturali subiscono continue interruzioni; attrezzature anche importanti diventano inagibili. Tutto questo è il risultato di decenni di dissennate politiche di non urbanistica e aggressione all’ambiente e al paesaggio che nella nostra regione hanno significato una produzione edilizia abnorme e paradossale (oltre 800 milioni di metri cubi per poco più di 2 milioni di persone, immigrati compresi) e una propensione al consumo di suolo inarrestabile e pervasiva (negli ultimi quindici anni si è consumato un terzo in più rispetto alla quota già impressionante di territorio antropizzato ai primi anni novanta). Ciò che ha favorito gli interessi dell’illegalità criminale, mafiosa e ‘ndranghetista, allargandone a dismisura i meccanismi di controllo del mercato edilizio, fondiario e delle costruzioni.

I tentativi della Regione Calabria di bloccare e invertire tali tendenze con le recenti approvazioni delle Linee Guida di attuazione della Legge Urbanistica e con l’adozione di Giunta del Quadro Regionale Territoriale Paesaggistico, contraltare dei piani provinciali e dei numerosi piani comunali strutturali, testimonianze di una nuova volontà di governo del territorio, devono essere proseguite e addirittura consolidate per evitare ulteriori gravissimi rischi all’ambiente ed alla cittadinanza regionale. Evitando e respingendo le ricadute regionali delle strategie economiche e territoriali del governo nazionale, che vorrebbe riproporre la fallimentare politica dei grandi poli industriali e infrastrutturali che già tanti danni ha prodotto sul territorio calabrese ingombrandolo di macerie e incompiute, spesso tanto grosse quanto aggressive di ambiente e paesaggio. Lo stesso Piano Casa del governo, opportunamente fin qui rifiutato dalla Regione, comporterebbe nuove edificazioni inutili e dannose, laddove la grande opportunità per gli operatori del settore urbanistico ed edilizio è contenuta nella strumentazione territoriale di cui sopra, con grandi operazioni e piccoli interventi di rinnovo, risanamento, riqualificazione e recupero di un patrimonio edilizio ed insediativo tanto ingente quanto spesso dequalficato.

Di questo si discuterà nel miniciclo di assemblee “Cementopoli Calabra”, in occasione della presentazione del volume curato dall’architetto urbanista Antonello Sotgia Consumo di suolo zero, edito di recente dalle Edizioni Carta- Intramoenia. È previsto un miniciclo di tre incontri, di cui il primo si terrà a Cosenza, presso la Libreria UBIK, Piazza 11 Settembre, mercoledì 12 maggio alle ore 17.30, organizzato dal Dipartimento di Sociologia dell’ UNICAL, la Rete del Nuovo Municipio, l’Associazione Territorio e Ambiente, la Cooperativa Infomedia, con la partecipazione tra gli altri dei professori Osvaldo Pieroni e Alberto Ziparo, di Mimmo Talarico consigliere regionale di IDV, di Antonio Curcio e di Giovanni Salerno.

Il giorno dopo a Reggio sono previsti due incontri, promossi dalla rete NO- PONTE, dal movimento TERRITORIOT di difesa dell’ambiente, dalla Rete del Nuovo Municipio, dal Comitato Promotore del costituendo Laboratorio di Progettazione Comunitaria del Dipartimento OASI dell’Università Mediterranea, del Collettivo Studenti di Architettura, con la partecipazione tra gli altri di Giuseppe Fera, docente  di Urbanistica della Facoltà di Architettura, di Michelangelo Tripodi ex Assessore regionale all’Urbanistica, di Nuccio Barillà, consigliere comunale e componente della direzione nazionale di Legambiente, Pasquale Speranza della Reta NO- PONTE.

Gli incontri reggini, previsti per giovedì 13 maggio, si terranno: alle ore 15.30 presso l’aula seminari del dipartimento OASI della Facoltà di Architettura, salita Melissari, Reggio Calabria; alle ore 19.00 presso il CSOA Cartella, Parco Angelina Cartella di Gallico.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: