Calcio: Tutti i verdetti dei campionati di Lega Pro

di S.I.

Il girone meridionale di Prima Divisione di Lega Pro si conclude con una grande sorpresa: la promozione diretta (e meritata) del Portasummaga in serie B. La simpaticissima squadra veneziana, tra l’altro, la ottiene nel più perentorio e migliore dei modi: vincendo sul campo della più quotata tra le rivali dirette, il Verona, per 0 a 1. Al secondo posto però si classifica, proprio approfittando dello scontro diretto tra le due squadre venete, il Pescara, che passa a Marcianise 2 a 3. Leggi il seguito di questo post »

Vulcano: Cnr, Forse in 2 giorni torna nube

La nube vulcanica dall’Islanda potrebbe di nuovo interessare l’Italia tra un paio di giorni. Lo fa sapere il Cnr. Se il vulcano continua la sua attività e il trasporto della massa d’aria è quello previsto dai modelli – dicono gli esperti – ci aspettiamo che la nube arrivi prima di fine settimana. Condizionale d’obbligo perchè dipende dalla situazione meteo. Uno strato di origine vulcanica molto sottile è stato osservato su Potenza a quota 8 km. fino alle 2.

(Ansa, 9 maggio)

PDCI: NO AI TAGLI

E’ necessaria una forte mobilitazione per difendere 500 posti di lavoro, che saranno cancellati dal governo nel prossimo anno scolastico.

Anche per l’anno scolastico 2010/2011 la scure del governo Berlusconi si abbatterà pesantemente sulle scuole della nostra provincia. Come al solito, la più colpita sarà la scuola elementare, con un taglio di 172 cattedre (su un totale di 500 posti soppressi), che si aggiungono alle 102 venute meno, sempre nel settore della scuola primaria, nel corrente anno scolastico. Leggi il seguito di questo post »

Siamo molto spiacenti di comunicarVi…

di Santina Fuschi

Siamo molto spiacenti di comunicarVi  che, purtroppo, la sede storica del circolo cittadino di Legambiente Messina in v. dei Verdi 58, da luglio chiuderà per l’impossibilità di continuare a pagare l’affitto. La nostra situazione economica è disastrosa: le uscite per le spese della sede e le relative bollette sono di molto  superiori alle entrate, limitate tra l’altro ad una percentuale del costo della tessera d’iscrizione annuale. Ci autofinanziamo per ogni piccola iniziativa, ma ormai la misura è colma. Leggi il seguito di questo post »

Scenari energetici: catastrofe o saggezza

Calcio, serie D, girone I: vincono Milazzo e Trapani, il Rosarno si ferma a Rossano, il Messina pareggia a Lamezia

di S.I.

Il Milazzo continua a guidare il girone I del campionato di serie D, sopravanzando, seppur d’un solo punto, il Trapani: 65 i punti della capolista, che supera 2 a 1 il Sambiase, 64 quelli degli inseguitori, che passano 1 a 3 a Sapri; il Rosarno, fermato nel derby dalla Rossanese 1 a 0, si stacca dal duo di testa e rimane così a quota 61. La giornata, oltre al netto successo dell’Avellino sul Mazara per 4 a 0 (con gl’irpini saldi in quarta posizione), registra il pari interno della Vigor Lamezia per 1 a 1, ad opera di un volitivo Messina che finalmente riprende a far punti, e la sorprendente vittoria esterna del Palazzolo sul campo del Modica (3-4). Ottimo anche il successo (3-1) dell’Acicatena sulla Viribus Unitis; concludono il quadro della giornata i pareggi tra Nissa ed Hinterreggio (1-1) e tra Castrovillari ed Adrano (2-2).

(Foto: Corriere della Sera.it)

Messina: stasera, alle 21, incontro per ricordare Peppino Impastato ed Aldo Moro

Stasera, 9 maggio, alle ore 21, a Messina, presso “La Piazzetta (in Via Lepanto) si terrà l’incontro 9 MAGGIO 1978 9 MAGGIO 2010: IN MEMORIA DI ALDO MORO E PEPPINO IMPASTATO.

In occasione del trentaduesimo anniversario dalla scomparsa di Aldo Moro e Peppino Impastato, i Giovani Democratici della Provincia di Messina organizzano un momento d’incontro per ricordare due politici, due personaggi, due uomini che, in modi apparentemente diversi, hanno lottato per il nostro Paese e ci hanno insegnato come la politica e la vita dovrebbero essere: prive di compromessi.

Durante l’incontro verrà proiettato un filmato realizzato dai GD Messina, contenente alcuni contributi di Agnese Moro e Giovanni Impastato, e saranno letti dei brani tratti dalle lettere dalla prigionia di Moro ed alcune poesie dedicate a Peppino.

Calcio, serie A: Succede di tutto ma Inter e Roma vincono entrambe, Decisivi gli ultimi 90′. Samp in Champions, Palermo sfortunato: Atalanta in B

di S.I.

Inter e Roma riescono ad avere la meglio rispettivamente di Chievo e Cagliari anche se abbastanza a fatica: l’Inter si porta sul 4 a 1 ma poi si fa rimontare fino al 4 a 3 finale e gli ultimi minuti sono da brivido per gli spettatori nerazzurri, anche se i milanesi controllano, in definitiva, abbastanza agevolmente i veronesi nella loro stessa area; ancor più laboriosa la vittoria dei giallorossi, che sono costretti addirittura a rimontare dallo 0 a 1 e giungono a piegare il Cagliari solo grazie ad una doppietta realizzata dal ‘Principe’ Francesco Totti, il secondo gol su calcio di rigore assegnato per un fallo di mano (abbastanza netto per la verità) nell’area piccola.

Necessari, dunque, i prossimi e decisivi 90 minuti di campionato, durante i quali l’Inter sarà ospite del Siena e la Roma dello stesso Chievo visto all’opera oggi con i nerazzurri: un successo per lo spettacolo ma non per i tifosi nerazzurri che, ad un certo punto, con la Roma ‘sotto’ e la propria squadra nettamente in vantaggio, pregustavano già l’assegnazione dello scudetto al termine di questa stessa giornata.

Oltre ad Inter, Roma e Milan (oggi sconfitto dai rossoblù genoani, nel corso di una partita disputata tristemente a porte chiuse, per ragioni di ordine pubblico) in Champions League il prossimo anno andrà la Sampdoria: decisivo il pari dei blucerchiati, ottenuto da un volitivo e sfortunato Palermo, trovatosi inopinatamente in svantaggio al 55° e costretto a rincorrere.

In Europa League, senza preliminari, andranno Palermo e Napoli; chances ma con i preliminari per la Juventus, che chiude questa bruttissima stagione con l’ennesima umiliazione, stavolta casalinga e ad opera del Parma, che la sconfigge 2-3: per i bianconeri é davvero ora d’una… rifondazione.

L’Atalanta di Bortolo Mutti – grande ed indimenticato ex della panchina giallorossa peloritana che pur ha ben operato nelle poche settimane in cui ha ereditato la panchina bergamasca – sconfitta a Napoli, é la terza squadra (dopo Livorno e Siena) a retrocedere in serie B ed alla quale auguriamo parimenti un pronto ritorno nella massima serie.

Risultati della 37^ giornata di serie A:

Bologna – Catania 1-1  – 16° Di Vaio (B), 52° Lopez (C) – Fiorentina – Siena 1-1 – 4° Vergassola (S), 16° Marchionni (F) – Genoa – Milan 1-0 – 58° Sculli – Inter – Chievo 4-3 – 13° Thiago Motta (C, Aut.), 14° Mantovani (I, Aut.), 35° Cambiasso (I), 40° Milito (I), 52° Balottelli (I), 61° Granoche (C), 80° Pellissier (C) – Juventus – Parma 1-2 – 17° Del Piero (J), 21° Lanzafame (P), 41° Lanzafame (P) – Livorno – Lazio 1-2 – 14° Rocchi (La), 34° Lucarelli (Li), 45° Rocchi (La) – Napoli – Atalanta 1-0 – 44° Quagliarella – Palermo – Sampdoria 1-1 – 55° Pazzini (S, Rig.), 69° Miccoli (P, Rig.) – Roma – Cagliari 2-1 – 74° Lazzari (C), 80° Totti (R), 84° Totti (R, Rig.) – Udinese – Bari 3-2 – 19° Barreto (B), 22° Di Natale (U), 27° Pepe (U), 40° Koman (B), 63° Di Natale (U).

La classifica, prima dell’ultima giornata:

Inter 79; Roma 77; Milan 67; Samp 64; Palermo 62; Napoli 59; Juve 55; Genoa 51; Parma 49; Fiorentina e Bari 47; Chievo e Udinese 44; Cagliari e Lazio 43; Catania 42; Bologna 41; Atalanta 35; Siena 31; Livorno 29.

(Foto dedicate a due sfortunati protagonisti, sconfitti nel loro intento, nonostante il loro indubitabile e generoso impegno: l’attaccante rosanero Fabrizio Miccoli e l’allenatore dell’Atalanta Bortolo Mutti)

Due scosse sismiche in Cile

Due scosse sismiche di media intensità, 4.9 e 4.7 della scala Richter, hanno colpito la zona centrale del Cile nella notte di ieri. Le due scosse non hanno provocato danni o vittime. L’epicentro del nuovo sisma è stato rilevato a 28 chilometri di profondità nella regione di O’Higgins, a un centinaio di chilometri da Santiago, ed è stato percepito con un lieve tremore nella città di Valparaiso, intorno alla mezzanotte ora locale (le 06:00 italiane). (Ansa, 9 maggio)

Si è concluso ad Acireale (CT) il Campionato Regionale di Danze Artistiche della FIDS: 3000 spettatori sulle tribune del PalaTupparello

Aggiudicati ad Acireale i titoli regionali nei giorni di sabato 8 e domenica 9 maggio

Si è concluso oggi, domenica 9 maggio, ad Acireale (CT), il Campionato Siciliano di Danza Sportiva 2010 della FIDS. In pista si sono esibiti ballerini di: Danze Artistiche, Caraibiche, Argentine e Caribbean Show Dance.

Il Presidente del Comitato Regione Sicilia, Giovanni Costantino, a fine manifestazione ha tracciato un bilancio positivo, evidenziando i due fattori portanti dell’evento sportivo, i numeri espressi che sono stati veramente di rilievo ed il bilancio tecnico, che può considerarsi in crescita”.

In questo fine settimana, in tutta Italia, si sono svolti i Campionati Regionali 2010 e nel panorama sportivo nazionale di “Danze Artistiche”, la Sicilia ha espresso il maggior numero di partecipanti. Sul parquet acese hanno gareggiato i ballerini siciliani di danze: Caraibiche, Argentine, Caribbean Show Dance e Artistiche che comprendono (Freestyle, Urban Dance, E.PO.CA e Accademiche).

Confermate le previsioni della vigilia: circa 2000 i ballerini siciliani partecipanti, a cui hanno fatto da cornice, complessivamente, tremila spettatori, a conferma che il Campionato Regionale è l’evento sportivo dell’anno. La città di Acireale,“Riviera dei Limoni”, è stata per due giorni la capitale siciliana della Danza Sportiva.

Nel pomeriggio di oggi si è esibito anche il piccolo Cristian Roberto, reduce dallo spettacolo televisivo “Italia’s Got Talent” di Canale 5; il giovane ballerino messinese, anche ad Acireale, ha avuto il suo momento di gloria perché riconosciuto ed applaudito dal pubblico presente. Cristian Roberto, emozionato ma felice, ha risposto con un “Grazie di Cuore” all’affetto del pubblico della Danza Sportiva. Subito dopo l’esibizione ha firmato i suoi primi autografi e si è fatto fotografare assieme alla sua Coreografa, la Maestra di ballo Debora Siracusano Raffa.

Automobilismo, F1: Gran Premio di Spagna, Vince Webber ma Alonso é secondo

Mark Webber ha vinto il Gran Premio di Spagna, quinta prova del mondiale di Formula 1. L’australiano della Red Bull ha preceduto la Ferrari di Fernando Alonso e il compagno di squadra Sebastian Vettel. Quarto posto per la Mercedes di Michael Schumacher davanti alla McLaren di Jenson Button. Sfortunato l’altro pilota della McLaren, Lewis Hamilton, uscito di scena a due giri dalla fine mentre era in seconda posizione.  Nel mondiale costruttori la Ferrari é ora solo a 3 punti dalla McLaren.

(Apcom, 9 maggio)

Tennis, Coppa Davis: il giovane Lorenzi porta l’Italia sul 4-0 con l’Olanda

Buon esordio in Coppa Davis per l’azzurro Paolo Lorenzi, che ha battuto Igor Sijsling per 6-4, 6-3 e ha portato l’Italia sul 4-0 sull’Olanda nella sfida valida come secondo turno del Gruppo I, zona Europa-Africa, che si conclude oggi al Prince Willem Alexander Silverdome (veloce indoor) di Zoetermeer, vicino a L’Aja. “All’inizio era un po’ emozionato -ha raccontato Lorenzi a fine partita- poi mi sono sciolto e penso di aver giocato un buon match. Sono felicissimo di questo esordio positivo in maglia azzurra“. A seguire, scenderanno in campo Daniele Bracciali e Robin Haase. L’Italia giocherà a settembre (17-19) lo spareggio play-off per la promozione nel World Group. (AdnKronos, 9 maggio)

Censis, Bassa produttività e lavoro non qualificato: nel terziario oltre 500mila posti a rischio

Posizioni al di sotto del titolo di studio, consistenti sacche di bassa produttività, scarsa modernizzazione e ricambio generazionale bloccato con oltre mezzo milione i posti di lavoro a rischio nel breve periodo. E’ la fotografia che merge dal ‘Diario della Ristrutturazione del Terziario’ realizzato dal Censis con la collaborazione del sistema delle Banche di Credito Cooperativo, il primo di quattro appuntamenti bimestrali con cui verrà monitorata la ripresa

Lo studio evidenzia che negli ultimi 5 anni gli occupati nelle professioni non qualificate all’interno del terziario sono aumentati complessivamente del 16,4%, mentre le posizioni ad elevata specializzazione solo del 3,8% e i dirigenti sono diminuiti dell’1,8%, evidenzia lo studio. A ingrossare l’occupazione non qualificata nei servizi sono stati i laureati (+197% tra il 2004 e il 2009 e +20% nell’ultimo anno). E’ un fenomeno che colpisce soprattutto i giovani: sempre più spesso il terziario offre posizioni al di sotto dei loro titoli di studio. In un periodo di espansione dell’occupazione, il terziario ha prodotto un milione di posti di lavoro tra il 2004 e il 2009, ma per circa 1 su 4 si è trattato di lavori a bassa qualifica e poco retribuiti.

“I servizi hanno quindi continuato a rappresentare un settore rifugio per l’occupazione e oggi il terziario si trova ‘gonfio’ di lavoro a scarso valore aggiunto e in forte deficit di produttività“. La produttività – sottolinea l’analisi del Censis-Bcc – è infatti ancora troppo bassa in settori come ad esempio, i servizi professionali e consulenziali, tipico sbocco dei ‘qualcosisti’, ossia di coloro che non hanno una specializzazione, degli ultimi dieci anni, in cui confluisce il 16,5% degli occupati nel settore dei servizi (più di 2 milioni e 300 mila persone), produce, in termini di valore aggiunto, il 22% in meno rispetto a un lavoratore del settore manifatturiero. E “se non si innescheranno meccanismi capaci di generare maggiore produttività si rischiano ‘esuberi’ nei settori più improduttivi attualmente stimabili in circa 508.000 posti di lavoro”.

A farne le spese, i precari. “Assistiamo a un circolo vizioso per cui i padri non abbandonano il lavoro perché devono mantenere i figli che non lo trovano”, denuncia infine il Censis, precisando che il terziario “ha cercato di sgonfiarsi nel corso della crisi, ma senza mettere mano alle sacche improduttive, bensì potando i rami più facili da tagliare, cioè i lavoratori a tempo determinato e i collaboratori occasionali, diminuiti nel 2009 rispettivamente del 6,5% e del 15,7%. Con il risultato che, praticamente, l’intera totalità degli oltre 150.000 posti di lavoro persi nel terziario nell’anno della crisi è costituita da lavoratori atipici“. Lo studio evidenzia che, negli ultimi 5 anni, gli occupati nelle professioni non qualificate all’interno del terziario sono aumentati complessivamente del 16,4%, mentre le posizioni ad elevata specializzazione solo del 3,8% e i dirigenti sono diminuiti dell’1,8%, evidenzia lo studio. (AdnKronos)

Vibo Valentia, ragazzina disabile violentata a scuola dal branco: denunciati 5 minori

Sono cinque minorenni, tutti al di sotto dei 14 anni, i responsabili di diversi episodi di violenza sessuale nei confronti di una ragazzina di 12 anni, disabile, avvenuti in una scuola media nel Vibonese

Sul caso sono in corso le indagini dei carabinieri. Vista la delicatezza del caso, è ancora massimo il riserbo degli investigatori. Sembra che a dare l’allarme siano stati i genitori della ragazzina, accortisi dello strano comportamento della figlia. (AdnKronos, 9 maggio)

Tennis donne, Wta di Madrid: la Schiavone già al secondo turno

Francesca Schiavone si è qualificata per il secondo turno del torneo Wta di Madrid (montepremi 3,5 milioni di euro, in terra battuta). L’azzurra ha sconfitto all’esordio la francese Alize Cornet per 6-2, 6-2. Al secondo turno, la Schiavone affronterà l’austriaca Sybille Bammer.

(AdnKronos, 9 maggio)