Messina. Scuola: i sindacati unitariamente denunciano nuovi tagli e lanciano l’allarme

Venerdì 30/4/2010 le Organizzazioni sindacali provinciali ( Flc Cgil, Cisl scuola, Uilscuola, Snals e Gilda) hanno ricevuto dal rappresentante dell’USP di Messina Dott. Piro i dati relativi alla situazione degli organici di scuola primaria della provincia. A fronte di un calo complessivo di 338 alunni in tutta la provincia si tagliano ben 172 posti di insegnanti elementari in una provincia che conta 108 comuni tra centri di montagna e piccole isole, con un elevato tasso di dispersione scolastica con le ben note situazioni dei quartieri a rischio: una tragica diminuzione della qualità della scuola messinese!

Leggi il seguito di questo post »

Evasione fiscale da 17,5 milioni di euro: denunciato costruttore edile

Un imprenditore edile messinese, del quale non sono state fornite le generalità, ha frodato il fisco per oltre 17,5 milioni di euro. A scoprirlo è stato la guardia di Finanza di Messina. Una parte rilevante dell’evasione fiscale è stata realizzata grazie anche alla complicità di 83 cittadini i quali, d’accordo con il costruttore, titolare della società edile, hanno dichiarato nel rogito di acquisto delle case un prezzo inferiore di vendita rispetto a quello effettivamente corrisposto. Inoltre, l’imprenditore avrebbe omesso di dichiarare l’Iva per oltre un milione di euro. Il costruttore edile è stato denunciato.

Fai-Cisl. Forestali: C’è la copertura finanziaria per tutto il 2010

“Confidiamo che sia la volta buona. Attendiamo di verificare sul campo le rassicurazioni degli assessori regionali al Territorio e Ambiente, on. Di Mauro e alle Risorse Agricole e Forestali, on. Bufardeci”. Soddisfazione, ma molta cautela da parte del segretario generale della Fai Cisl di Messina, Calogero Cipriano, dopo l’approvazione della Finanziaria all’Ars che prevede la copertura economica per tutto il settore forestale. “Si tratta di un risultato storico – spiega il segretario provinciale della Fai – in quanto già in Finanziaria ad aprile, per la prima volta, è stata trovata l’intera copertura economica per garantire il servizio per il 2010”. Già da oggi il sindacato si muoverà per avviare l’antincendio e le attività di prevenzione, con l’immissione in servizio di tutti i lavoratori interessati entro il prossimo 15 maggio, così come inserito nell’ordine del giorno approvato dall’Ars lo scorso 30 aprile. In provincia di Messina saranno impiegati circa mille persone per il servizio antincendio e altre 1500 per la manutenzione dei boschi.

Leggi il seguito di questo post »

Conferenza stampa del PD per chiedere le dimissioni di Buzzanca

«Buzzanca dimettiti da deputato regionale. Messina merita un sindaco a tempo pieno». Così recita il volantino del Pd che presto si vedrà in giro per le strade  cittadine e affisso sotto forma di manifesto negli spazi appositi. E’ la campagna di comunicazione con la quale il Partito Democratico lancia il suo messaggio: il sindaco Giuseppe Buzzanca non può sottrarsi alla pronuncia della Corte Costituzionale che ha sancito l’incompatibilità tra il ruolo di deputato regionale e quello di sindaco di una città con più di 20 mila abitanti. Il  Pd per primo intende scongiurare l’ipotesi di un nuovo commissariamento di Palazzo Zanca, si chiede così a Buzzanca di lasciare non la fascia tricolore ma la sua poltrona all’Ars. Tutti concetti espressi nel corso di una conferenza stampa svoltasi stamani nell’aula consiliare del Comune con la partecipazione di:  Francantonio Genovese, il segretario provinciale Francesco Gallo, i parlamentari regionali Franco Rinaldi, Filippo Panarello e Giuseppe Laccoto, l’ex vicesindaco Antonio Saitta e quasi tutti i consiglieri comunali del Pd. “ In questa città la volontà comune è quella di dare maggior voce alla gente e ai loro problemi, ragion per cui – ha detto il leader Genovese – noi non chiediamo le dimissioni da sindaco, anche se sono palesi le mancanze dell’On. Buzzanca nei confronti di Messina, bensi’ vogliamo dar modo a colui il quale è stato eletto dai cittadini di svolgere al meglio le proprie funzioni.  Sotto il profilo morale la doppia carica di Deputato e Sindaco è infatti inammissibile, ma ancor prima incostituzionale, qualora mi fossi trovato nella sua stessa posizione –  ha precisato l’On. Francantonio Genovese – le mie dimissioni sarebbero già state presentate . In questa città la volontà comune è quella di dare maggior voce alla gente e ai loro problemi, ragion per cui noi non chiediamo le dimissioni da sindaco, anche se sono palesi le mancanze dell’On. Buzzanca nei confronti di Messina, bensi’ vogliamo dar modo a colui il quale è stato eletto dai cittadini di svolgere al meglio le proprie funzioni, ed è difficile poter ricoprire il ruolo di Sindaco quando ci si trova impegnati a Palermo per 3 o 4 giorni la settimana.”

Caro Benzina: Nuovi rialzi da tutte le compagnie, la verde sfiora 1,44 euro litro

Nuova ondata di rialzi per i carburanti da parte di tutte le compagnie che ‘inseguono’ Agip, col risultato che la benzina verde è a un passo da 1,44 euro al litro e con tre compagnie che si attestano sopra gli 1,28 euro al litro per il gasolio.

Il rialzo applicato venerdì da Agip sui prezzi di benzina e gasolio, sottolinea la Staffetta Quotidiana, ha dato il via nel fine settimana a un giro di aumenti. Tra sabato, domenica e questa mattina, tutte le compagnie, tranne Q8, hanno aumentato i prezzi ai livelli del market leader. Stando alla consueta rilevazione della Staffetta Quotidiana, a ritoccare i listini sono state Api/IP, Erg, Esso e Shell su entrambi i prodotti, mentre Tamoil e Total hanno rialzato solo il prezzo della verde. Gli aumenti vanno da 0,1 a 0,5 centesimi al litro sulla benzina (con prezzi compresi tra 1,433 e 1,439 euro/litro) e da 0,4 a 1 centesimo sul gasolio (con prezzi tra 1,278 e 1,287 euro/litro). (Apcom, 3 maggio)

Neonata giù da finestra nel Cosentino: é ancora grave ma migliora

Resta in prognosi riservata, ma le sue condizioni inducono all’ottimismo i medici, la neonata romena gettata dalla finestra nel Cosentino. La bimba respira e si alimenta da sola e questo viene considerato un buon segno dai medici di neonatologia dell’ospedale di Cosenza. La prognosi, tuttavia, resta riservata a causa del trauma cranico riportato nella doppia caduta. La madre, una donna di 41 anni, che aveva nascosto la gravidanza anche al marito, é stata arrestata per tentato omicidio. (Ansa, 3 maggio)

Mafia, Catania: gambizzato fratello boss Cursoti

‘Gambizzato’ a Catania, Salvatore Pitarà, fratello di uno dei boss del clan dei Cursoti. L’uomo é fratello di Rosario, 56 anni, detto il ‘Forestiere’, indicato dagli investigatori come uno dei personaggi di spicco del clan dei Cursoti milanesi operanti a Catania. La polizia ritiene che il ferimento di Salvatore Pitarà non sia legato a scontri tra clan ma a regolamenti di conti maturati nell’ambito personale della vittima. (Ansa, 3 maggio)