I tagli agli enti culturali: una questione di inciviltà

Pare che il Presidente della Repubblica abbia fatto togliere i tagli alle Fondazioni culturali italiane; pare che gli intellettuali italiani legati alla destra o che hanno votato la destra non mostrino vergogna. In ogni caso le società degli storici e degli archivisti si erano mobilitate chiamando in causa il “povero” ministro dei Beni culturali, Bondi:

La comunità degli storici italiani giudica un grave sintomo di inciviltà e di povertà culturale la soppressione indiscriminata dei finanziamenti agli enti ai quali sono affidati patrimoni scientifici, fonti, archivi e biblioteche fondamentali per la storia e la cultura europee. Leggi il seguito di questo post »

Annunci

Scandalo vertenza Futura: il sindaco fa dietrofront e affida nuovamente i servizi alla cooperativa inadempiente

Domani ore 10 sit in davanti al Tribunale.

Messina – Colpo di scena nella vertenza della Cooperativa Futura. A dispetto di quanto annunciato il 20 maggio scorso prima a lavoratori e sindacati e poi anche alla stampa, il sindaco di Messina ha fatto dietrofront e ha affidato nuovamente alla cooperativa – che non paga da oltre sei mesi i propri lavoratori-i servizi scaduti. “è uno scandalo- commenta la segretaria della funzione pubblica Clara Crocè-. Il comune di Messina e in particolare l’amministrazione Buzzanca continua a legittimare la gravissima violazione dei diritti dei lavoratori della Futura che da mesi e mesi non paga gli stipendi”.
Leggi il seguito di questo post »

Vertenza teseos: Accolte richieste della Cgil su pagamento arretrati

Resta il nodo reintregro dei soci fondatori.

Messina – Accordo raggiunto questa mattina all’Ufficio provinciale del lavoro sulla vertenza Teseos che si trascinava da oltre sei mesi tra stipendi non pagati, promesse, proteste del personale, accordi raggiunti e poi di volta in volta saltati. Secondo quanto richiesto dalle organizzazioni sindacali, e in particolare dalla Funzione pubblica della Cgil, la cooperativa si è impegnata a saldare entro il 14 giugno prossimo 4 delle 6 mensilità arretrate (gennaio e febbraio entro il 7 giugno e marzo e aprile entro il 14),  entro la fine del mese prossimo tutti gli stipendi arretrati e a procedere a regime – pagando le retribuzioni mensilmente maturate- entro settembre. Contemporaneamente scatteranno gli ammortizzatori sociali in deroga, una cassa integrazione straordinaria che riguarderà tutto il personale- 121 lavoratori- e che comporterà per ciascuno  una riduzione del 20% dell’orario di lavoro. “Per quanto riguarda l’accordo sugli arretrati e la tempistica nel pagamento possiamo ritenerci soddisfatti dal momento che sono state accolte tutte le nostre richieste- commenta la segretaria generale della Fp Cgil di Messina, Clara Crocè-.

Leggi il seguito di questo post »

Truffe on line a Messina, dieci giovani indagati

Il sostituto procuratore, Francesca Ciranna, ha iscritto nel registro degli indagati dieci giovani di Messina con l’accusa di associazione a delinquere finalizzata alle truffa. I giovani mettevano in vendita prodotti per telefonia nei più conosciuti siti di aste on line del web a prezzi convenienti che richiamavano l’attenzione di utenti di ogni parte d’Italia. Gli acquirenti però non ricevevano poi i prodotti acquistati. L’indagine è iniziata a luglio dell’anno scorso quando erano state presentate le prime denunce. La Guardia di Finanza ha quindi fatto luce su un centinaio di truffe. Gli indagati sono tutti giovani residenti nel quartiere Bordonaro a Messina e hanno fra i 20 ed i 22 anni, ma ci sono anche tre minori. Si tratta di studenti e disoccupati. Nella perquisizioni domiciliari i finanzieri hanno sequestrato carte post pay, schede sim, computer, cellulari e  denaro.

Da domani entra in vigore l’ecopass

Da domani a Messina saranno adottati l’ecopass e le zone a traffico limitato. Il ticket servirà per l’acceso e la circolazione di auto, autocarri, autobus, autotreni, ed autoarticolati, in transito, attraverso le banchine del porto, della rada S. Francesco e dell’approdo di Tremestieri. Le tariffe saranno di 1,50 euro per le auto; 5 euro per autocarri e bus; 8 euro per autotreni ed autoarticolati. Tutti i mezzi saranno esentati dal pagamento dell’ecopass nei giorni feriali, nella fascia oraria compresa tra le 24 e le 7 del mattino e nei giorni festivi, dalle 7 alle 22. Sono altresì esentati dal pagamento le auto condotte da residenti nelle provincie di Messina e Reggio Calabria, oltre ai mezzi delle forze armate, delle forze dell’ordine, dei vigili del fuoco e dei sevizi di soccorso, nonchè i veicoli adibiti al servizio di disabili. La decisione è del sindaco di Messina, Giuseppe Buzzanca, commissario delegato per l’emergenza traffico.

Rifiuti, Palermo: avviso di garanzia per il sindaco Cammarata

Un avviso di garanzia emesso dalla Procura di Palermo è stato notificato stamani al sindaco del capoluogo siciliano, Diego Cammarata (nella foto).

Il primo cittadino palermitano è chiamato a rispondere di accuse pesanti riconducibili alla gestione della discarica di Bellolampo e dell’Amia, l’azienda municipalizzata, adesso commissariata, che si occupa della raccolta e dello smaltimento dei rifiuti in città.

Tra le accuse mosse a Cammarata ci sarebbero quelle di truffa, disastro doloso e gestione abusiva della discarica.

A firmare l’avviso di garanzia è stato il Pm Geri Ferrara.

(Apcom, 31 maggio)

Elezioni: in Trentino Alto Adige vince il PD, astensione record

Sono l’astensionismo e il Pd i vincitori del voto di ballottaggio nei 10 comuni che si è tenuto ieri in Trentino Alto Adige. E’ andato alle urne il 60% degli aventi diritto contro il 72,52% dello scorso 16 maggio. In uno dei comuni più grandi, Rovereto, ha vinto Andrea Miorandi, che rappresentava l’intera coalizione di centro sinistra contro il sindaco uscente Guglielmo Valduga. (Ansa, 31 maggio)