“In veste devota”

Su iniziativa del Dipartimento di Storia e scienze umane dell’Università di Messina, venerdì 30 aprile, alle ore 18, presso la libreria “Circolo Pickwick” sarà presentato il libro di Elina Gugliuzzo In veste devota. Le confraternite di Malta in età moderna (Rubbettino editore).

La storia delle confraternite maltesi in età moderna come processo di lunga durata, una linea interpretativa dalle medievali corporazioni al sindacato contemporaneo. La ricerca si cala in materiali indagati per la prima volta nei diversi archivi maltesi; se ne ha una descrizione densa. Si apre un profondo spaccato di storia sociale. Leggi il seguito di questo post »

Pdci: Il sindaco di Messina osanna i vantaggi del Porto Franco, ma chiede la soppressione dell’Ente abilitato alla realizzazione

L’attestazione che l’11 maggio del 1197 l’Imperatore del Sacro Romano Impero Enrico VI Hoenstaufen, concedeva a Messina un’istituzione che conferiva alla città particolare immunità economiche e giuridiche, quali le importazioni e le esportazioni franche di dazi e tasse doganali, dotandola del Porto Franco, la si legge nella targa marmorea che reca la firma di Costanza d’Altavilla, vedova dell’imperatore, e che ne conferma il “privilegio”. Il marmo, recuperato e restaurato con il contributo del Comune di Messina, costato una decina di migliaia di euro, si trova esposto nell’atrio della casa comunale in bella vista e sotto potenti riflettori a simboleggiare i privilegi economici di cui godeva la città e, per lo stesso, è stata prodotta una brochure di presentazione recante le firme del Sindaco e del Presidente del Consiglio Comunale. “E’ davvero singolare – dichiara Antonio Bertuccelli, segretario provinciale dei Comunisti Italiani – che il Sindaco di Messina, osannando i benefici che il Porto Franco produceva e può ancora produrre alla città, sostenendo, nella brochure di presentazione, che la targa marmorea è una “preziosa testimonianza del ruolo centrale che la città aveva nel Continente”, nel contempo contesta l’esistenza dell’unico Ente che può realizzarlo, proponendone lo scioglimento. Servirebbe meno confusione”.

Scontro frontale tra Vespa e Panda, muore quarantottenne

VILLAFRANCA TIRRENA (MESSINA) – Luigi Caruso, 48 anni, è morto questo pomeriggio a Villafranca Tirrena (Messina) in un incidente sulla strada provinciale 52 che porta a Calvaruso. Secondo una prima ricostruzione dei militari dell’arma l’uomo, che si trovava a bordo di una Vespa, si è scontrato con una Panda che proveniva dal senso opposto e che stava superando un’altra auto. L’autista dell’auto è stato trasportato in ospedale e ha riportato solo lievi ferite.

Animali: triste o felice? I cani comprendono le nostre emozioni

Da vero amico dell’uomo, il cane capisce la differenza fra una persona felice, triste o adirata, e distingue il riso dal pianto.
Lo dimostra uno studio neozelandese condotto da un docente dell’Università di Otago, che ha mostrato ad alcuni cani immagini registrate di bebé che ridono, piangono o farfugliano, mentre ha dato ad altri istruzioni verbali con espressioni cordiali oppure severe.
Le reazioni indicavano che i cani distinguevano le diverse emozioni, ha detto lo scienziato.
(Ansa, 28 aprile)
Io non avevo alcun dubbio… E secondo me non solo i cani. (N.d.R.)

Messina, Settimana di esercitazione della Protezione Civile: l’informazione curata dagli studenti di Giornalismo

L’Università degli Studi di Messina ha partecipato attivamente alla Settimana di Esercitazione di Protezione Civile, svoltasi nella città peloritana dal 19 al 24 aprile.

Il test di simulazione di un sisma del nono grado della scala Mercalli ha interessato tutto il territorio, dalla zona sud a quella nord, coinvolgendo circa cinquantamila cittadini.

Quindici studenti del corso di Laurea magistrale in Metodi e linguaggi del Giornalismo, coordinati dalla giornalista Marina Cristaldi, laureata in Scienze dell’Informazione Giornalistica, hanno, poi, garantito la comunicazione durante la “Settimana della sicurezza”. Leggi il seguito di questo post »

La deriva nucleare in Italia

di Fabrizio Vinci

Molte testate giornalistiche nazionali hanno iniziato una campagna mediatica per convincere gli Italiani sulla necessità di una svolta energetica nucleare. A breve, anche sui teleschermi, attraverso uno spot Rai, proveranno a farci dimenticare Chernobyl. L’atomica sembra essere l’ultima carta nella mani dei governi internazionali per contrastare gli effetti negativi della crisi economica. Leggi il seguito di questo post »

Amam, ancora disagi per gli abitanti dei rioni Santo e Aldisio

L’intero rione Santo e la parte alta del rione Aldisio rimarranno senza acqua per 24 ore.  Ad annunciare i possibili disagi per i residenti dei due popolosi quartieri è il direttore generale dell’Amam, Luigi La Rosa. Come riportato in un comunicato, una pompa di sollevamento del serbatoio Mangialupi è andata in avaria. I tecnici – fanno sapere dall’Amam – sono a lavoro dalle prime ore di questa mattina ed il ritorno alla normalità è previsto per domani