CHERNOBYL DAY 2010 SICILY UNIVERSITA’ DI MESSINA

Calcio, Champions: Bayern Monaco primo finalista

E’ il Bayern Monaco la prima finalista di Champions League. Nella semifinale di ritorno a Lione, i tedeschi hanno battuto per 3-0 (tripletta di Olic) l’Olympique Lione, che già avevano superato per 1-0 la settimana scorsa a Monaco.

In finale, il 22 maggio a Madrid, il Bayern affronterà la vincente tra Inter e Barcellona.

(Ansa, 27 aprile)

Legambiente: in Italia ancora 32 milioni di tonnellate di cemento amianto

Sono oltre 32 milioni le tonnellate di onduline di cemento-amianto presenti su tutta l’Italia. Un dato parziale circa le quantità di amianto ancora da bonificare nel nostro Paese e a oggi, a 18 anni dalla legge 257/92 che mise al bando la fibra killer in Italia, solo 13 Regioni alle quali era stato dato compito di stabilire entro 180 giorni un programma dettagliato per il censimento, la bonifica e lo smaltimento dei materiali contaminati, hanno approvato un Piano Regionale Amianto. Due (Puglia e Molise) non l’hanno ancora fatto mentre in Abruzzo è in corso di approvazione. Di altre 3 regioni (Calabria, Marche, Veneto) e la provincia Autonoma di Bolzano non si ha notizia. E’ quanto emerge dal rapporto “I ritardi dei Piani regionali per la bonifica dell’amianto” realizzato da Legambiente alla vigilia della giornata mondiale dedicata alle vittime dell’amianto.
Eppure, a causa della fibra-killer, si continua a morire e secondo il Registro Nazionale Mesoteliomi, istituito presso l’Ispesl, sono oltre 9mila i casi riscontrati fino al 2004, con un esposizione che circa il 70% delle volte è stata professionale. Nessuna regione è esclusa e tra le regioni più colpite ci sono il Piemonte (1.963 casi di mesotelioma maligno), la Liguria (1.246), la Lombardia (1.025), l’Emilia-Romagna (1.007) e il Veneto (856). Nonostante la situazione sanitaria sia molto preoccupante, gli interventi da parte dello Stato prima e delle Regioni poi tardano ad arrivare. (Apcom, 27 aprile)

Auto contro moto, morto metronotte messinese

PIACENZA – Due uomini sono morti e una donna è rimasta ferita in un incidente stradale avvenuto tra Biana e Pontedellolio nella Valnure piacentina. Giuseppe Magazzù, 46 anni, messinese residente a Folignano in Valnure, che lavorava come metronotte, è morto sul colpo. Viaggiava con la sua compagna, Monica Tanase, rimasta ferita in modo lieve e trasportata all’ospedale di Piacenza. La loro auto si è scontrata violentemente, ribaltandosi, contro la moto Ducati di Pier Angelo Molinelli, 38 anni, barbiere di Bettola (Piacenza), anche lui morto all’istante. Sono intervenuti gli uomini del 118 e dei carabinieri.

Posta certificata, il sito è ancora in tilt

Il sito della Pec
Il sito della Pec

La signorina sorride al centro della pagina: «È stato raggiunto il numero massimo di connessioni. Riprovare più tardi». Però lei non si smuove da lì: alle 14, alle 15, alle 16, alle 17 e alle 18 appare sempre lo stesso messaggio. Più snervante di certe code allo sportello. Eppure, la Posta elettronica certificata – lanciata ieri  dal Ministro Brunetta – doveva servire proprio a snellire il dialogo con la pubblica amministrazione, garantendo valore legale alle comunicazioni.

Fonte:  Corriere della Sera

Pubblicato su Cronache. 1 Comment »

Ponte sullo Stretto: Sonia Alfano (Idv),”nessuno parla di inchiesta Brooklyn”

“Il progetto del ponte, ormai obsoleto e sempre inutile, vede oggi la pagina più ridicola della sua storia”. Lo dice Sonia Alfano, deputata europea dell’IdV e Presidente dell’Associazione Nazionale Familiari Vittime di Mafia, in merito alla proposta progettuale dell’architetto israeliano Mor Temor, che giovedì 29 aprile presenterà la sua idea di ‘ponte abitato galleggiante’. “La Sicilia e la Calabria stanno franando su se stesse e di questo nessuno se ne preoccupa -sottolinea Sonia Alfano- sono tutti troppo impegnati a spartirsi la torta-ponte per preoccuparsi dei reali problemi del Sud e di queste due regioni in particolare. Dell’inchiesta ‘Brooklyn’ della DDA di Roma, che si interessa di un’operazione della mafia siculo-canadese per investire 5 miliardi di euro provenienti dal traffico di droga sull’affare ponte, i fautori della faraonica opera non ne parlano, anzi -conclude- fanno di tutto per evitare che venga a galla”.

Pubblicato su Cronache. 2 Comments »

Falsa bancaria ruba denaro ad un’anziana

MESSINA Una donna di 56 anni, Annamaria Gentiluomo, è stata arrestata dalla polizia con l’accusa di aver derubato 3.600 euro ad un’anziana di 82 anni fingendo di essere una dipendente di una banca che doveva verificare la presenza di banconote false da 50 euro. Nei suoi confronti, gli agenti hanno eseguito una ordinanza di custodia cautelare in carcere con l’accusa di furto. Alla donna gli agenti sono arrivati grazie alle testimonianze di alcuni vicini di casa della vittima.