Fondi per l’alluvione nel Messinese, D’Alia (Udc): “Sono risorse già destinate alla città per altri scopi”

“Non possiamo ritenerci soddisfatti dall’ultima ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri, la n.3865 del 15 aprile scorso, in quanto, come avevamo previsto, il governo centrale per il rientro alla normalità a Giampilieri e Scaletta non ha stanziato alcuna risorsa propria”. A precisarlo, in una nota, il presidente dei senatori Udc, Gianpiero D’Alia. “In particolare – spiega il parlamentare messinese – i 45 milioni di euro indicati dall’art.9 dell’ordinanza sono una quota parte dei fondi Fas già assegnati dalla Regione siciliana e destinati ad altri interventi per le aree urbane della Sicilia, tra cui Messina”.

Leggi il seguito di questo post »

RIQUALIFICAZIONE DEL LITORALE SUD E AREA EX SANDERSON

Lunedì 19 Aprile 2010, nei locali del circolo del Partito Democratico di Contesse ”Pippo Spadaro”, si è tenuto l’ annunciato dibattito sul tema della bonifica del litorale sud da Gazzi a Zafferia, nonchè quello della riqualificazione dell’ area Ex Sanderson. Leggi il seguito di questo post »

Cervelli in fuga dal Sud

Cervelli in fuga più verso il Nord Italia che fuori dai confini nazionali: ogni anno sono 20mila i laureati che fuggono da Sud a Nord, mentre altri 2mila si dirigono verso l’estero. Lo ha evidenziato il presidente della Svimez, Nino Novacco, nel corso di un’audizione alla Commissione finanze della Camera, sottolineando che per questo quindi la proposta di legge 2079 sul rientro dei cervelli in Italia va nella giusta direzione, ma rischia di interessare meno del 10% dei giovani meridionali.

Infortunio sul lavoro: operaio cade in una piscina vuota al complesso sportivo Cappuccini

Ennesimo infortunio sul lavoro stamattina a Messina. E’ accaduto al complesso sportivo Cappuccini dove un assistente bagnante  è caduto in una piscina vuota da un’altezza di due metri. Alessandro Pizzi, 35 anni, ha subito la frattura di una spalla e contusioni ed escoriazioni alle gambe, ad un braccio ed al mento. L’operaio, trasportato al Papardo, è stato giudicato guaribile in  trenta giorni.

Pubblicato su Cronache. 1 Comment »

Un dato controverso e a tratti inquietante: quello del boom del gioco on line in Italia

Il gioco online in Italia sta vivendo un vero e proprio boom. A dirlo sono i dati: un giro d’affari di 3,8 miliardi di euro nel 2009 con un +150% rispetto al 2008 e a cui gli italiani hanno destinato oltre 600 milioni di euro, 2,8 milioni di conti unici movimentati almeno una volta l’anno scorso e 200 mila nuovi conti registrati ogni mese. Sono i dati della ricerca 2009 dell’Osservatorio Gioco Online presentati oggi a Milano.

Miccia dell’esplosione del fenomeno è stato il poker online che ha generato oltre 2,3 miliardi di euro di raccolta. Gli italiani, però, sembrano avere “un comportamento razionale”, spiegano gli autori del Rapporto, in quanto il 64% dei conti attivi ha movimentato in media meno di 100 euro ogni mese. Il gioco via internet, intanto, continua a crescere. I dati dell’ Osservatorio, promosso dalla School of Management del Politecnico di Milano, dall’Amministrazione autonoma dei Monopoli di Stato e da Sogei, registra un segno positivo per la raccolta anche nel primo trimestre 2010 (+41% rispetto al primo trimestre 2009 e +20% rispetto all’ultimo) e stima possa raddoppiare nell’anno in corso grazie ai nuovi giochi e all’ ingresso di nuovi operatori. (ANSA)

Ancora roghi di cassonetti rifiuti a Palermo e in provincia

Nuovi roghi di cassonetti dei rifiuti e mini discariche, nella notte, tra Palermo e la provincia. In 24 ore sono stati undici gli interventi dei Vigili del fuoco per spegnere le fiamme appiccate ai contenitori della spazzatura e ai rifiuti lasciati a terra. In particolare si sono registrati interventi in via Archimede, via Libertà, nel centro di Palermo, ma anche allo Zen e in provincia, tra Cinisi e Terrasini. (AdnKronos, 21 aprile)

Comune del Cosentino non può permettersi auto: parroco regala la propria

”Un piccolo gesto ma di grande significato per noi”. Così il sindaco di Cervicati, in provincia di Cosenza, Massimiliano Barci, commenta sorridente la donazione ricevuta dal Comune dell’entroterra cosentino, che ha poco più di mille abitanti. Il parroco del vicino centro di San Marco Argentano, don Vincenzo Ferraro, che doveva acquistare una nuova auto, invece che rottamare la sua vecchia, ha deciso di regalarla all’amministrazione comunale.

”Noi avevamo solo una vecchia auto in uso ai vigili urbani e, considerato che le nostre casse non sono ricche, non potevamo permetterci di comprarne una nuova. Per questo il gesto di don Vincenzo nei nostri confronti é oltremodo gradito. Lo ringrazio a nome di tutti i cittadini cervicatesi”, ha dichiarato il sindaco Barci. Il mezzo verrà utilizzato dai dipendenti comunali per le necessità dell’ente. (AdnKronos, 21 aprile)