Calcio, anticipi di serie A: Fiorentina-Inter 2-2, Napoli-Parma 2-3

Fiorentina-Inter 2-2 nel secondo anticipo della 33^ giornata di Serie A. Nerazzurri che salgono a 67 punti, a +2 sulla Roma che domani affronterà in casa l’Atalanta in una ghiotta occasione per il sorpasso in classifica; ma un’ottima chance anche per il Milan, per portarsi ad un solo punto dai cugini nel caso dovesse superare gli ospiti etnei del Catania. La Fiorentina va in vantaggio all’11’ con Keirrison mandato in campo da Prandelli al posto di Gilardino. Leggi il seguito di questo post »

Messina: Incidente mortale sul viale Regina Elena, la vittima è un trentenne

Messina – Un giovane di 30 anni, Fabio Bonaccorso, è  morto in un incidente stradale stasera alle 20,40. Fabio Bonaccorso, in sella alla sua moto,  mentre percorreva il viale Regina Elena, all’altezza del distributore di benzina ERG, ha perso il controllo della sua moto affrontando una curva e si è andato a schiantare contro un veicolo parcheggiato. Nulla da fare per il ragazzo, quando i soccorritori del 118 sono arrivati sul posto il giovane era già senza vita. Sul posto per i rilievi sono intervenuti  gli agenti della sezione Infortunistica della Polizia Municipale.

Messina, concorsi pubblici per Dirigenti Comunali. Il Pdci: Il Sindaco confeziona “abiti su misura”.

L’amministrazione Comunale di Messina pubblica la determina n°53 del 22 febbraio 2010 relativa all’approvazione del bando di concorso pubblico per titoli ed esami per N°1 posto di Dirigente Amministrativo e di n°1 posto di Dirigente di Ragioneria che, a giudizio del segretario provinciale del Pdci Antonio Bertuccelli, è illegittima. “ La determina in questione viola palesemente la legge. L’Amministrazione Comunale – sostiene il segretario comunista – mette in essere una determina che adotta  il regolamento Uffici e Servizi del Comune di Messina del 1998 dove erano vigenti i cosiddetti livelli di qualifica e prevedendo tra i requisiti di partecipazione la categoria giuridica D3 specificando ex 8° livello. Il sindaco dimentica che il regolamento in questione è stato sostituito dal nuovo contratto del 1999 che unifica nella categoria D gli ex livelli 7° e 8°. Il sindaco dimentica persino la sentenza n°2114 del 2004 emanata dal TAR della Puglia che evidenzia la non differenza giuridica all’interno della categoria D. Sarebbe interessante capire il perché di queste dimenticanze, se si tratta di pura amnesia o se si confezionano abiti su misura per privilegiare qualche funzionario o funzionaria comunale di area vicina al sindaco. Credo – conclude Bertuccelli – che il Pdci, se la determina non sarà ritirata in autotutela, interesserà la magistratura.

Pubblicato su Cronache, Politica. 1 Comment »

D’Alia (Udc):”Maira afflitto da sindrome di Stoccolma”

“Ho letto con attenzione ed un po’ di stupore l’intervista rilasciata dall’on. Rudy Maira, capogruppo del nostro partito all’Assemblea regionale siciliana, rilasciata questa mattina al ‘Giornale di Sicilia’. Non vi è infatti alcun dubbio sulle contraddizioni politiche del governo lombardo ma è da autolesionisti consegnarsi mani e piedi agli autori della tentata eliminazione dell’Udc dalla scena politica siciliana”. Ad affermarlo è il presidente dei senatori Udc, Gianpiero D’Alia. Leggi il seguito di questo post »

“Don Orione” di Messina, interviene il Centro Servizi

La vicenda del Centro socio-riabilitativo “Don Orione” di Messina: il Cesv denuncia “la paralisi della politica e delle istituzioni a danno di chi vive gravi problemi di handicap. Nel segno della disattenzione per le esigenze della cittadinanza e della scarsa cura del territorio”. “Ci auguriamo – sottolinea il docente universitario Antonino Mantineo, presidente del Centro Servizi per il Volontariato di Messina – che la questione si sblocchi  subito a sostegno di una struttura che offre assistenza stabilmente a 32 disabili gravi, più 15 nel diurno, con un punto d’accoglienza e di ricovero (come pronto soccorso sociale) disponibile 24 ore su 24. Leggi il seguito di questo post »

Pubblicato su Senza categoria. Leave a Comment »

“I Giorni delle Rinnovabili”

sabato 17 aprile 2010
16.00 – 19.00
Aula Consiliare, Comune di Niscemi

Incontro con gli esperti e con l’Amministrazione di Niscemi per discutere di energie rinnovabili e riciclo. In occasione de “I Giorni delle Rinnovabili” promossi da ISES Italia e in concomitanza con la magica “Sagra del Carciofo” di Niscemi, il Festival energie alter-native e il Comune di Niscemi invitano sabato 17 aprile 2010 alle 16 presso l’Aula Consiliare del Comune di Niscemi per discutere di energie rinnovabili. Leggi il seguito di questo post »

‘Porta la sporta’ per promuovere l’utilizzo delle borse riutilizzabili anziché in plastica

Punta a diffondere l’utilizzo della borsa riutilizzabile invece dei sacchetti in plastica e monouso l’iniziativa ‘Porta la sporta’ promossa da Associazione dei Comuni Virtuosi, Wwf, Italia Nostra, Fai e Adiconsum. Alla manifestazione, che dal 17 al 24 aprile coinvolgerà più di 100 comuni italiani, hanno aderito più di 2.500 supermercati, Federparchi, Anci Lombardia, le province di Como, Ferrara, Lecco, Novara, Parma, Pesaro-Urbino, Salerno, Varese, Verbano Cusio Ossola, Forli’-Cesena e, tra le regioni, il Molise e l’Umbria.

“La campagna – comunicano dal Wwf – é stata lanciata nel marzo 2009 con l’obiettivo di sensibilizzare l’opinione pubblica sull’uso ormai fuori controllo del sacchetto in plastica, come esempio emblematico di uno stile di consumo ‘usa e getta’ non più sostenibile. Anche il rapporto annuale ‘State of the World 2010’ del WorldWatch Institute, recentemente presentato, ribadisce la necessità di superare, al più presto, il consumismo, aderendo ad un modello culturale fondato sulla sostenibilità, per prevenire il collasso della civiltà umana”. Leggi il seguito di questo post »

Telefonate mute, Cassazione: é molestia e può scattare l’arresto

Le telefonate mute fanno scattare l’arresto. Lo sancisce la Cassazione che ha convalidato la condanna a tre mesi di arresto per molestie continuate nei confronti di un 31enne marchigiano, Raffaello B., colpevole di avere tempestato per circa un mese l’ ex fidanzata facendole “più di cento chiamate mute” sul telefonino. Per la Suprema Corte, non importa se le chiamate erano mute. Per fare scattare la condanna prevista dall’art. 660 c.p. basta il disturbo arrecato dagli squilli. La condanna a tre mesi a Raffaello B. era già stata inflitta dalla Corte d’appello di Ancona nel giugno 2009. Inutilmente la difesa del giovane ha tentato il ricorso in Cassazione, sostenendo che il fatto che le chiamate fossero partite dal suo cellulare non dava la prova certa che materialmente fosse stato lui l’autore degli squilli. Leggi il seguito di questo post »

Rapinò un pub e ferì tre persone, si costituisce

MESSINA – Si è costituito alla polizia, Antonino Bonasera, 29 anni, ritenuto il secondo autore di una rapina e del ferimento di 3 persone avvenuto in un pub a Messina domenica scorsa. Il giovane, alle 5 della mattina di Pasqua, avrebbe fatto irruzione nel pub Mexican Grill, in via Giordano Bruno, e si sarebbe fatto consegnare 200 euro. Quindi avrebbe sparato, ferendo tre giovani di 29, 27 e 24 anni, due raggiunti dai proiettili all’addome e uno ad una gamba. Gli investigatori erano sulle tracce di Bonasera da giorni, dopo che l’uomo era stato riconosciuto da uno dei clienti che ne aveva fornito la descrizione agli agenti. La procura aveva emesso un provvediemento di fermo nei suoi confronti, ma il giovane si era reso irreperibile. Bonasera, che si è presentato agli agenti in compagnia del proprio avvocato, è accusato di tentato omicidio, rapina e porto illegale di armi.

Estorsione ad un pusher, due arresti

Taormina (Messina)- I carabinieri hanno arrestato Alfio Mancuso, 27 anni e Claudio Macrì, di 38 anni, con l’accusa di estorsione nei confronti di uno spacciatore. Secondo l’accusa i due avrebbero consegnato ad un pusher della marijuana, ma quest’ultimo non li avrebbe pagati nei tempi stabiliti. La droga veniva consegnata in conto vendita allo spacciatore che doveva poi suddividerla e venderla al minuto. Inizialmente il pusher avrebbe dovuto restituire la somma, che era pari a quella del valore dello stupefacente ceduto, in rate settimanali. In caso contrario il debito aumentava. Dai 2500 euro iniziali, la somma sarebbe così lievitata a 6mila euro. Per ottenere il denaro i due arrestati avrebbero picchiato e minacciato di morte lo spacciatore,  costringendolo a cedere loro la sua autovettura. Sono in corso le ricerche di un terzo estortore.

ENEL. MOVIMENTO

In merito alla notizia della risoluzione di quasi mille controversie nell’arco di un anno, grazie al Protocollo di conciliazione Enel – Associazioni dei Consumatori, il Movimento Consumatori precisa che i dati forniti da Enel sono confortanti, ma non devono trarre in inganno, perché esiste un problema per una fruizione ottimale del sistema operativo di conciliazione on line.

“Infatti  – spiega Ovidio Marzaioli, responsabile del settore Energia & Ambiente del Movimento Consumatori – nel corso del workshop è emerso un dato omogeneo, comune a tutte le aeree geografiche italiane, consistente nella difficile utilizzazione della procedura on line in riferimento ai reclami ammessi per la conciliazione ENEL. Leggi il seguito di questo post »

Grave incidente aereo in Russia: 132 morti, tra cui il presidente polacco Kaczynski

La redazione del nostro giornale si unisce al cordoglio per le vittime – che sarebbero ben 132, dai dati emanati da alcune note agenzie di stampa, e tra le quali si conterebbe anche lo stesso presidente della Repubblica di Polonia e vari membri dello stesso governo slavo – del grave incidente aereo avvenuto oggi nei cieli della Russia occidentale. Le prime informazioni giunte riferirebbero della presenza di una fitta nebbia in prossimità del luogo dell’incidente, che potrebbe essere una delle cause dello schianto del Tupolev-Tu154.

In seguito alla morte del presidente polacco, Lech Kaczynski, deceduto nell’incidente aereo, in Polonia i poteri sono stati trasferiti al presidente della Seima (uno dei due rami del Parlamento), Bronislaw Komorowski. Lo ha riferito l’ufficio di presidenza del parlamento polacco. (Ansa, 10 aprile)

‘ndrangheta: politiche del 2008, bruciati migliaia di voti

Migliaia di schede con il voto degli italiani residenti in Venezuela per le elezioni politiche del 2008 bruciate in un falò. E’ quanto emerge da un’intercettazione telefonica tra il faccendiere Aldo Micciché, calabrese in America Latina in contatto con le cosche di Gioia Tauro, e un funzionario già di Forza Italia e poi del Pdl, tal Filippo Fani, di cui hanno scritto vari quotidiani. La conversazione é stata intercettata nell’ambito di un’inchiesta della Dda di Reggio Calabria. (Ansa, 10 aprile)

Farmacard, acquisti a rate in farmacia

Gli acquisti in farmacia potranno essere pagati a Messina anche in piccole rate mensili. Lo permetterà Farmacard, la carta presentata questa mattina da Federfarma Messina, l’associazione dei titolari di farmacia, dalla sua società di servizi, da Farmaservice e da Banca Antonello da Messina, partner del progetto.  “Farmacard – ha spiegato il presidente di Federfarma Messina, Francesco Mangano – vuole essere una risposta efficace al momento difficile di crisi. Sono i farmacisti che si mettono dalla parte dei cittadini e dei consumatori.

Leggi il seguito di questo post »

Sequestrata droga nel casolare del presunto boss Letterio Campagna

La squadra mobile di Messina, nel corso di un sopralluogo nel casolare di Letterio Campagna, ha sequestrato 2,3 kg di cocaina. In un precedente blitz, il 23 gennaio scorso, erano stati rivenuti ingenti quantitativi di droga ed un arsenale di armi che gli investigatori ritengono potesse appartenere al clan Mangialupi. La droga era conservata in una buca nel cortile del casolare, all’interno di un bidone. Secondo gli investigatori è stata nascosta in quel posto dopo il blitz di tre mesi fa, perché si pensava che la polizia non controllasse più. La buca era stata anche murata con del cemento.

Leggi il seguito di questo post »