Domani stop nazionale dei lavoratori del gruppo Pam

Scioperano domani le lavoratrici e i lavoratori del gruppo Pam, famoso marchio del settore della grande distribuzione. “Per far fronte alle proprie incapacita’ organizzative”, afferma la Filcams-Cgil in una nota, “l’azienda pretende che i lavoratori siano sempre a disposizione e soprattutto a costi inferiori. Durante la trattativa non ha accennato ad alcuna apertura verso le organizzazioni sindacali, dimostrando una rigidita’ delle proprie posizioni e delle proprie richieste volte a cancellare nei fatti le condizioni di salario e normative acquisiste dai lavoratori in questi anni”. Oltre alla proclamazione dello sciopero, Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl e Uiltucs-Uil hanno organizzato per domani un presidio a Spinea (Venezia) dove ha sede l’azienda. Le lavoratrici e i lavoratori di tutta Italia si muoveranno per partecipare all’iniziativa, con pullman e delegazioni da Pisa, Prato e Firenze, da Lucca e Massa Carrara, da Milano, Bologna e Liguria.

(AGI)

Pannella: ‘Le carceri italiane sono una discarica sociale’

”Le carceri in Italia sono una discarica sociale”. Lo dice Marco Pannella che oggi ha visitato l’Ucciardone di Palermo.

Con il leader radicale c’erano Rita Bernardini e Matteo Angioli. Ieri erano stati a Poggioreale, a Napoli.

 ”Vi sono grandi situazioni di povertà – aggiunge Pannella -. Il carcere è il museo della barbarie e della partitocrazia, del sessantennio che ha preso il posto del ventennio fascista”.

Per i radicali, la situazione all’Ucciardone é grave.

(Ansa, 5 aprile)

Tra il 15 e il 20 aprile arriva la primavera

La primavera si fa attendere.

Secondo un esperto dell’Università di Firenze quella vera non arriverà prima del 15-20 aprile.

Intanto, per il fine settimana, sono in arrivo ancora temperature più basse. In particolare, secondo Giampiero Maracchi, ordinario di climatologia a Firenze, solo dopo il 15 aprile le temperature potrebbero fare un salto di 10 gradi verso l’alto.

La primavera arriverà in ritardo di quasi un mese e mezzo rispetto agli ultimi 15-20 anni.

(Ansa, 5 aprile)

Domani incontro Berlusconi-Bossi

Silvio Berlusconi (Foto di Sostine Cannata)

Silvio Berlusconi vedra’ domani ad Arcore Umberto Bossi. Il consueto ‘caminetto’ di Villa San Martino spostato a martedi’ per le feste. Un ‘bilaterale’ importante, perche’ apre la fase di confronto interno al centrodestra in vista dell’avvio della stagione delle riforme (successivamente il Cavaliere, al suo rientro a Roma, vedra’ anche Gianfranco Fini). Tra le questioni in sospeso anche il destino del ministero dell’Agricoltura. Bossi rivendica alla Lega quel dicastero. (ANSA)

Traffico intenso per gite di Pasquetta

Traffico molto intenso in concomitanza delle tradizionali gite fuori porta e per i primi rientri dalle vacanze di Pasqua.

Il Cciss segnala ‘bollino rosso’ dalle 14 alle 22. Una situazione che proseguirà domani dalle 6 alle 14.

Questa mattina qualche disagio per il traffico, secondo il Cciss, é stato segnalato in uscita da Milano, verso i laghi; da Roma sulla direttrice verso l’Abruzzo e verso Orte; alla barriera di Napoli e sulla A9 in prossimità della dogana.

Traffico intenso segnalato anche sull’autostrada Messina-Catania e, pur in misura minore, sulla Messina-Palermo.

(Fonte: ANSA e Cciss ‘Viaggiare Informati’)

Calcio, serie A: il Livorno esonera Serse Cosmi

di S.I.

Serse Cosmi non é più l’allenatore del Livorno: la società lo ha esonerato richiamando in panchina il duo Gennaro RuotoloVittorio Russo, che aveva guidato la squadra nelle prime otto giornate di campionato, per un difficile fine stagione.

Fatale l’1-1 rimediato nell’ultima partita con il Genoa.

Gli amaranto, dotati di un organico abbastanza modesto, difficilmente appaiono comunque in grado di annullare il gap di punti e di qualità tecnica che li separa dalle altre concorrenti per la salvezza.

Terremoti: una serie sull’Etna, uno nei Nebrodi e uno di 3,4 gradi Richter in Sila

Sono otto le scosse sismiche nel distretto dell’Etna negli ultimi quattro giorni. L’ultimo è di ieri sera alle 22,56, sempre in prossimità del fiume Alcantara, tra le province di Messina e Catania, di magnitudo 2,2. Un altro lieve terremoto è stato registrato nella zona nebroidea tra i comuni di Castel di Lucio, Mistretta, Motta D’Affermo, Pettineo e Reitano, tutti comuni messinesi. Leggi il seguito di questo post »

Pakistan, HRW: esercito, almeno 200 uccisioni

Per Human Rights Watch l’esercito pachistano ha compiuto esecuzioni sommarie e torture nella valle dello Swat. I militari di Islamabad respingono ogni addebito. Le esecuzioni sarebbero avvenute tra luglio 2009 e marzo 2010, e giornalisti indipendenti e locali puntano l’indice contro le forze di sicurezza pachistane. ‘Prendiamo con serietà le denunce su abusi dei diritti umani’, ha sottolineato l’addetto stampa del Pentagono, Geoff Morrell. (Ansa, 5 aprile)

Peshawar, Pakistan: attaccato consolato Usa

Pakistan scosso da diversi attentati. A Peshawar attaccato il consolato Usa. L’ambasciata statunitense a Islamabad ha confermato l’attacco al consolato di Peshawar, almeno tre le esplosioni. Nel distretto di Lower Dir, invece, almeno 36 persone hanno perso la vita per un’esplosione durante una riunione dell’Awami National Party, una formazione nazionalista pashtun.

(Ansa, 5 aprile)

Australia: corsa contro ecodisastro

Corsa contro il tempo per le squadre di soccorso australiane impegnate nel recupero del cargo cinese incagliato nella Grande barriera. La nave, che nel corso della notte ha subito altri danni, potrebbe spezzarsi in due. A bordo 65 mila tonnellate di carbone e 950 di petrolio. Le condizioni meteo non facilitano le operazioni e le squadre lavorano per tentare di stabilizzare l’imbarcazione. Intanto, continuano le indagini: la compagnia cinese rischia una multa da circa 1 milione di dollari.

(Ansa, 5 aprile)

Palermo: Minaccia passanti con cocci vetro, arrestato

Minaccia i passanti con dei cocci di vetro di una bottoglia rotta e all’arrivo dei poliziotti si scaglia contro di loro. E’ avvenuto ieri sera a Palermo, dove la Polizia ha arrestato John Ubaru, 23enne somalo senza fissa dimora. L’accusa é di resistenza e violenza a Pubblico Ufficiale. Intorno alle ore 21 di ieri sera, i poliziotti sono arrivati in via Lincoln, dove era stato segnalato un uomo che, in stato di agitazione, brandiva in aria, minacciando i passanti, una bottiglia di vetro rotta. Giunti sul posto, i poliziotti hanno subito notato l’uomo che, in evidente stato di agitazione, con un pezzo di vetro tra le mani, intimoriva la gente presente in strada. L’uomo, alla vista degli agenti, si é scagliato contro di loro, tentando di colpirli con il frammento di vetro. Dopo “non poche difficolta’”, come spiegano dalla Questura, i poliziotti sono riusciti ad immobilizzare il giovane che, nonostante fosse bloccato, ha provato ancora a colpirli con calci e pugni. (AdnKronos) 

Un anno fa il terremoto: in 16mila su Facebook per una fiaccolata per l’Aquila

Alle 3.32 del 6 aprile 2009 una scossa di magnitudo 5.9 ha cambiato il volto dell’Abruzzo e la vita dei suoi abitanti: 308 vittime sotto le macerie, l’Aquila e decine di comuni devastati e sfigurati. Ora l’Abruzzo si prepara a ricordare le sue vittime, il primo anniversario del sisma prevede due giorni di celebrazioni solenni, che culmineranno con la lettura, nell’ora esatta del sisma dei nomi delle vittime a Piazza Duomo e la messa nella Basilica di Collemaggio.

Ma gli aquilani non saranno soli: 16.595 mila persone – il conteggio è ancora parziale – hanno aderito su Facebook all’iniziativa “Una candela per L’Aquila”, nata sul social network per chi non potrà essere stanotte alla fiaccolata che partirà dal capoluogo abruzzese, dalla Fontana luminosa, ma vuole unirsi idealmente al ricordo. L’invito degli organizzatori, infatti, è rivolto a tutti gli italiani, perché si uniscano alla “Notte della memoria”, accendendo una candela, una luce, dovunque siano, in ricordo delle vittime e per ringraziare tutti gli angeli del sisma. Leggi il seguito di questo post »

Ambiente: 100%Animalisti dice NO all’ordinanza anti piccioni del Sindaco di Padova

di CentopercentoAnimalisti

Il 1° Aprile il sindaco di PadovaZanonato,  ha emesso un’ordinanza che vieta  di nutrire in qualsiasi modo i piccioni nel centro cittadino. Forse questa è la prima applicazione del “famoso” Regolamento per la Tutela  degli Animali,  tanto lodato dalle associazioni pseudoanimaliste?

Le motivazioni dell’ordinanza sono le solite, pretestuose e infondate:  sovraffollamento (se una colonia di animali prospera, vuol dire che il numero  dei componenti è compatibile  con l’ambiente), rischio di trasmissione di malattie all’uomo (inesistente),  danni ai monumenti (è l’inquinamento provocato dagli umani che li sta  erodendo), decoro urbano  (non sono certo i piccioni a comprometterlo!).

In realtà emerge la consueta linea di scaricare i problemi su un capro espiatorio qualsiasi, purché non sia in grado di difendersi, e di risolverli  nell’unico modo che riesce bene agli umani: distruggendo e uccidendo. Perché proibire che colonie di animali  ormai domestici vengano nutrite, significa condannarle alle malattie e alla  morte.

CENTOPERCENTOANIMALISTI  non accetta questa opzione, e dichiara guerra alla politica  di Zanonato verso i colombi. Come già  fatto a Venezia, Milano, Roma  e altre città,  verrà portato  cibo anche ai piccioni di Padova.

Finita la “tregua pasquale” i nostri miltanti sfideranno l’iniqua ordinanza a partire dalla prossima settimana,   nutrendo i colombi nelle zone vietate.  E continueranno fino al suo ritiro. Invitiamo tutti i cittadini a fare altrettanto.  Nessuna tregua agli affamatori e a chi li sostiene!

Informazioni presso:
 
100%animalisti
UNICA CULTURA : AZIONE – ATTIVISMO –  LIBERAZIONE ANIMALE
infoline 347 8889522

Delitto Pasolini, mistero infinito: spunta un nuovo testimone

Un nuovo testimone che conobbe Pier Paolo Pasolini potrebbe fornire alla Procura di Roma nuovi elementi per lo sviluppo delle indagini sulla morte dello scrittore e fare anche dei nomi.

E’ quanto afferma l’avvocato Stefano Maccioni che ha depositato, nei giorni scorsi, nell’ufficio del pubblico ministero Francesco Minisci la preannunciata istanza per ottenere che le indagini, da lui sollecitate già tempo fa con la richiesta di interrogare anche il senatore Marcello Dell’Utri e il cugino di Pasolini, Guido Mazzon, vengano accolte.

Secondo il penalista il testimone ora indicato non è l’unico a poter dare un contributo per gli sviluppi dell’inchiesta che in sostanza non è stata mai chiusa e per il cui sviluppo nei giorni scorsi è intervenuto anche l’avvocato Guido Calvi che nel procedimento rappresenta i famigliari di Pasolini.

(AdnKronos)

Terremoti: Panico e un morto per scossa di magnitudo 7.2 Richter tra Messico e Usa

Un morto a Mexicali, diversi feriti lievi, danni e tanta paura nel pomeriggio di Pasqua a Los Angeles, a San Diego e nella parte meridionale della California, lungo il confine col Messico: una scossa di terremoto di intensità a pari a 7.2 sulla scala Richter – ad Haiti la magnitudo fu di 7.0 – ha interessato una zona di centinaia di chilometri, ed è stata chiaramente avvertita dalla popolazione, facendo tremare grattacieli, bloccando gli ascensori e portando alla chiusura immediata di parchi divertimenti come quello di Disneyland.

L’Istituto geofisico americano ha reso noto che l’epicentro del sisma è stato registrato ad una decina di chilometri di profondità nella zona di Guadalupe Victoria, località messicana della Bassa California lontana un centinaio di chilometri dal confine con gli Stati Uniti. La scossa è stata forte, anzi fortissima, al punto che ad essa ne sono seguite altre 18. Leggi il seguito di questo post »