I condom salveranno anche il pianeta

I benefici dei condom, dalla prevenzione delle malattie trasmesse sessualmente a quella delle gravidanze indesiderate, sono noti ma, a quanto sembra, possono fare ben di più, e salvare il pianeta, come dimostrano due campagne, una lanciata negli Usa e una in Brasile, che anche se diverse tra loro hanno uno scopo comune: aiutare piante e animali grazie ai profilattici.
La popolazione umana sul pianeta sta per raggiungere i 7 miliardi di individui, un numero superiore a quello di tutti gli altri mammiferi, con gravi problemi per gli ecosistemi, sfruttati dall’uomo per il proprio mantenimento.

Per sensibilizzare l’opinione pubblica sul problema il mezzo migliore trovato dall’Ong ambientalista statunitense Center for Biological Diversity sono proprio i condom: nei prossimi mesi 5mila volontari distribuiranno in tutti gli Stati Uniti confezioni gratuite di preservativi (ne sono previste 350mila, e c’é anche un concorso per vincere una fornitura a vita) con sulla scatola immagini di animali in via di estinzione, e all’interno informazioni sui problemi derivanti dalla sovrappopolazione. I protagonisti scelti saranno sei, tra cui l’orso polare, la civetta, il giaguaro e una specie di rana, tutti accompagnati da slogan.

“I condom – si legge sul sito dell’iniziativa – verranno distribuiti a concerti, bar, università ed altri eventi pubblici, per far capire che è necessaria una riproduzione responsabile della specie umana”.

E’ dedicata alla protezione della foresta amazzonica brasiliana invece l’iniziativa ‘Sexy Brasil’, che consiste nella produzione di condom ecosostenibili direttamente da parte degli abitanti della foresta, che sono così disincentivati al disboscamento. Secondo quanto riporta il Guardian, l’iniziativa, partita due anni fa, sta avendo un grande successo, e una nuova fabbrica produrrà più di 100 milioni di pezzi all’anno, dando lavoro a 550 famiglie nello stato nord occidentale di Acre.

Secondo il governo del Brasile, che è il principale compratore di condom del mondo per via delle numerose campagne anti Aids, l’iniziativa sta avendo un successo così grande che presto i profilattici ‘amazzonici’ potrebbero venire esportati, insieme a una serie di altri prodotti, come zaini e borsette, sempre prodotti grazie al lattice naturale amazzonico. (ANSA)

Il nucleare nel dopo elezioni

di Gianni Silvestrini

Dopo le elezioni gli occhi sono puntati su Piemonte e Lazio, due regioni che vedevano gli sfidanti del centrosinistra fieramente antinucleari e dove anche i vincitori del centrodestra, non sappiamo quanto convintamente, si sono espressi in maniera critica sulla localizzazione nella propria regione. I margini di manovra per la definizione dei siti dovrà poi tener conto di alcune esclusioni “politiche”, come per Puglia, Sardegna e Sicilia.
Quel giuramento dei candidati governatori sul palco di Roma potrà giustificare un cambio di posizione post-elezioni? Leggi il seguito di questo post »

Calcio: situazione in Lega Pro al 3 aprile 2010

di S.I.

Nuova sconfitta per la capolista Verona nel girone B di Lega Pro, Prima Divisione: la sconfitta, pur di misura (1-0) é stavolta opera del Marcianise ed i gialloblù, rimasti fermi a 50 punti, sono avvicinati dagli inseguitori Portogruaro-Summaga e Pescara, entrambi ora a quota 48, entrambi vittoriosi, il primo sulla Spal (1-0) ed il secondo sul Cosenza (3-1). Nel girone A, continua la marcia solitaria del Novara, ora a 63 punti, che pareggia a Lecco (1-1); gli inseguitori Arezzo e Cremonese non approfittano per accorciare le distanze dalla capolista, pareggiando entrambe in casa rispettivamente con Perugia e Pergocrema con il medesimo punteggio di 1-1 e restando a 10 punti di distanza, a quota 53. Leggi il seguito di questo post »

Calcio, posticipo di serie A: Juventus umiliata ad Udine

di S.I.

Finisce 3 a 0 per l’Udinese allo stadio Friuli, nel secondo posticipo della 32^ giornata di serie A.

Le reti di Sanchez, nel primo tempo, di Pepe e del capocannoniere del campionato Di Natale nel secondo tempo, che sigla così un match giocato strepitosamente.

La Juventus, dal canto suo, offre agli spettatori una delle sue peggiori prestazioni degli ultimi decenni.

In virtù di questa vittoria, l’Udinese supera la Lazio ed aggancia il Bologna a quota 35 punti; la Juve rimane a 48 punti, a 3 punti dalla zona Champions League ed al settimo posto, dietro il Napoli.

Aidaa: avvelenati 130 mila cani nel 2009

Sono stati circa 130mila i cani rimasti vittime di avvelenamento nel 2009. Lo rende noto l’Associazione italiana Difesa Animali ed Ambiente. L’Aidaa aggiunge che, di questi, circa il 30%, 39mila, sono morti. Diverse le ‘motivazioni’: al Sud, dove più forte é il fenomeno del randagismo, migliaia di cani, prevalentemente randagi, vengono uccisi dai bocconi avvelenati sparsi in luoghi isolati, in campagna, dove si radunano i branchi. Ma il fenomeno dei bocconi é piuttosto diffuso anche al Centro.

(Ansa, 3 aprile)

Calcio dilettanti: Camaro sconfitto 4 a 1 a Taormina in amichevole questo pomeriggio

Amichevole pomeridiana oggi per il Camaro Messina al “Bacigalupo” di Taormina. Un test utile, quello odierno, per mantenere il ritmo partita al termine della seconda settimana di riposo prevista dal calendario del campionato di Eccellenza.

Avversario di buon livello quello affrontato dalla squadra di Accetta: il Taormina occupa attualmente la terza piazza nel proprio girone del torneo di Promozione. Gara poco fortunata per il Camaro, sconfitto 4-1 dai padroni di casa: a pesare sul risultato due rigori falliti dagli ospiti in chiusura di primo tempo e le tre reti realizzate nell’ultima parte di gara dal Taormina, quando Accetta aveva già operato diverse sostituzioni, dando spazio a numerosi “juniores”.
Il Camaro si è presentato a Taormina decimato dalle assenze: non disponibili, per problemi di varia natura, Raffa, Riganò, Cappello, Giacopello, Campo, Cucinotta, Fabio La Rocca e Costanzo. Tra i convocati, invece, anche Pulejo, sulla via del recupero dopo il grave infortunio che per sette mesi lo ha tenuto lontano dal campo, e i giovani Cannavò e Puzone, appena rientrati dal Piemonte dopo aver preso parte al Torneo delle Regioni con la rappresentativa siciliana.

Primo tempo equilibrato con il Taormina che passa in vantaggio al quarto d’ora grazie al bel tiro di Emanuele. Il Camaro cerca subito il pareggio e, in chiusura di prima frazione, spreca clamorosamente ben due calci di rigore in due minuti. Tra il 41′ e il 42′ è Casella a conquistarsi i due penalty, ma lo stesso attaccante del Camaro, uno specialista dei tiri dagli undici metri, dal dischetto viene prima fermato dalla parata dell’ex Vittorio e poi calcia a lato.
Nella ripresa, subito quattro cambi tra gli ospiti: in campo anche Pulejo. Il Camaro trova l’1-1 già dopo 5 minuti grazie al colpo di testa del neoentrato Cannavò su assist di Assenzio. Al 13′ Accetta effettua altre tre sostituzioni e, con una squadra composta quasi integralmente da juniores, il Camaro cade sotto i colpi del Taormina. La formazione di casa segna tre reti in un quarto d’ora: dal 20′ al 35′ del secondo tempo vanno in rete Caruso e per due volte Celso.
4-1 il punteggio finale. Ma il risultato, viste le modalità con cui è maturato, non crea certo allarmismi ad Accetta e ai suoi ragazzi. Il gruppo, dopo due giorni di riposo, tornerà al lavoro martedì pomeriggio per iniziare la preparazione finalizzata al match esterno contro il Belpasso di domenica 11 aprile.

(www.usdcamaromessina.it)

Calcio, serie B, una Pasqua granata: rimonta posizioni il Toro, Reggina corsara a Salerno

di S.I.

Lecce sempre al comando in serie B, ora a quota 59, dopo il pareggio rimediato ad Empoli (2-2); insegue il Sassuolo ma a ben 5 punti di distanza (54), in virtù della vittoria sul Frosinone (2-1); in terza posizione si isola il Torino, a quota 53: una rimonta entusiasmante quella dei granata piemontesi, che superano anche la Triestina (1-0) e che ora li porta ad affacciarsi nelle posizioni di testa. Appaiate al quarto posto adesso Brescia e Cesena: i lombardi superano il Mantova (1-0), i romagnoli invece sono sconfitti in casa dall’Ancona (0-2). Reggina corsara a Salerno (0-2) e preziosissimo colpo esterno pur con l’ultima della classe, che ora consente ai granata reggini (o amaranto che dir si voglia) il raggiungimento di una più tranquilla quint’ultima posizione in campionato; sconfitto invece il Crotone a Piacenza (1-0) che comunque mantiene un ancor più sereno posizionamento di centro-classifica.