Precipitano da gru: feriti due operai nel Catanzarese

Due operai di 58 e 32 anni sono rimasti feriti in modo grave in un incidente sul lavoro avvenuto a Borgia (CZ). Gli operai erano a bordo del cestello gru di un camion e stavano realizzando dei lavori di pulitura della tettoia di una palazzina. Il cestello, per cause in corso d’accertamento, ha ceduto e gli operai sono precipitati da un’altezza di 5 metri. I due operai sono stati trasportati in ospedale a Catanzaro: il più anziano è in prognosi riservata. (Ansa, 1 marzo)

La Chiesa di Messina nell’800

Centro Studi “Cardinale Giuseppe Guarino” Messina
Società Messinese di Storia Patria Comune di Messina Ass. alle Politiche Culturali
Apostole della Sacra Famiglia
Salone delle Bandiere Palazzo Zanca
Messina, 6 marzo 2010 ore 17,00
Saluti delle Autorità Interventi
dott. Giovan Giuseppe Mellusi Università di Messina
avv. Enrico Venanzi Postulatore della causa di Canonizzazione del Card. Guarino
Modera prof.ssa Giulia Sfameni Gasparro ordinario di Storia delle Religioni Università di Messina
La Chiesa di Messina nell’800 Dalla ristrutturazione territoriale alle riforme dell’Arcivescovo Guarino

Poste in sciopero: “Siamo al collasso”

Stress, budget, mancata applicazione degli accordi sottoscritti, continue convocazioni pomeridiane, mancanza di strumenti per il settore commerciale, difficile attuazione manuale sulla sicurezza, caotica gestione dei servizi. Questi i motivi dello sciopero dallo straordinario e dalle prestazioni proclamato negli uffici postali dell’Isola da sabato scorso al 25 marzo da Cgil, Cisl, Uil, Failp, Confsal e Ugl. Il segretario regionale della Cisl Poste Giuseppe Lanzafame in una nota parla di uffici postali “al collasso” per carenza di personale, annunciando che “se l’Azienda non cambierà strategia, nuove azioni di protesta”. Leggi il seguito di questo post »

Pubblicato su Lavoro. Leave a Comment »

Voi italiani “normali” che non vi scandalizzate di niente

di Paolo Collo

Corruzione, mafie, falsi in bilancio, appalti truccati, vallettopoli, tangentopoli: non distinguono tra corrotti e corruttori per non mettere in dubbio l’immagine di B. Sicuramente anche voi avrete o avete a che fare con persone che, nonostante l’evidenza dei fatti, continuano a non vedere – a non voler vedere – quanto sta accadendo in Italia e con chi abbiamo a che fare. Non sono persone ”schierate” che leggono “Libero” o “Il Giornale” o fogliacci simili, che tengono la fotografia di Feltri o di Cicchitto sopra il letto o che hanno il fazzolettino verde che spunta dal taschino. Leggi il seguito di questo post »

Giappone: Camera a gas per randagi

 

La città giapponese di Tokushima ha adottato una ‘originale’ quando drastica ‘soluzione’ per risolvere il problema del randagismo. Un furgone, soprannominato ‘camion della morte’, gira infatti per le strade e cattura cani e gatti indesiderati. Gli animali vengono rinchiusi in alcune piccole celle all’interno del mezzo, l’autista riparte e, premendo un pulsante, fa rilasciare all’interno delle celle stesse, che diventano piccole camere a gas, un gas letale. Il mezzo raggiunge poi una struttura, dove gli animali vengono cremati. Si stima, scrive il Guardian, che ogni anno vengano uccisi dai 5mila ai 10mila animali randagi. Una procedura atroce, che ha visto ovviamente esplodere le furiose polemiche da parte degli animalisti.

(Leggo On Line)

 Maledetti gli ideatori e gli esecutori di tale ‘trovata’ idiota e chiunque faccia del male a queste creature! Maledetti!! (N.d.R.)

Enna: Operaio tenta di darsi fuoco, era senza stipendio

Un operaio di Sicilia Ambiente si è cosparso di benzina e ha cercato di darsi fuoco durante una manifestazione di protesta dei lavoratori.

Il fatto è successo davanti alla prefettura, dove era in corso la protesta dei lavoratori che chiedevano il pagamento degli stipendi arretrati e chiarezza sulle prospettive di lavoro.

L’uomo è stato bloccato da alcuni colleghi di lavoro e dai poliziotti. Da giorni gli operai non raccolgono l’immondizia per mancanza di carburante per i mezzi.

(Ansa, 1 marzo)

No al razzismo

Il governo del centrodestra cerca di deviare il malessere sociale contro facili capri espiatori (gli immigrati, i rom) scatenando campagne d’odio xenofobo e razzista, che già in passato hanno prodotto esiti tragici, vedi i regimi nazi-fascisti. Il governo del sultano Berlusconi sempre più in crisi, si appoggia fortemente sulla Lega che agita strumentalmente l’arma della sicurezza e del razzismo facendo appello ai bassi istinti della gente, all’ignoranza, alla paura per il proprio futuro, cercando di distrarre l’opinione pubblica dalla crisi economica, dai suoi veri colpevoli e da una classe politica ricoperta di scandali. Il Pcl solidarizza con lo sciopero dei migranti del 1 marzo. E’ lo ‘sciopero degli stranieri’ indetto per il 1 marzo da una sessantina di comitati sul territorio, che non coinvolgerà soltanto gli immigrati ma anche tanti italiani decisi a sostenere questa forma di protesta.

Leggi il seguito di questo post »