Giornalisti del Mediterraneo 2010

Giornalisti del Mediterraneo (www.loschermo.it)

BARI – Al via la 2° edizione del Concorso Internazionale “Giornalisti del Mediterraneo” e Premio “Caravella del Mediterraneo”. Leggi il seguito di questo post »

verificatori

Apprendiamo dalla stampa e condividiamo l’interrogazione di alcuni consiglieri comunali circa “l’inefficienza dei controlli effettuati sui mezzi pubblici dell’ATM” che consente il consolidamento del fenomeno “portoghesismo”.

Sarebbe semplicistico liquidare la questione additando di “scarsa professionalità” i lavoratori che inizialmente erano stati individuati, sommariamente, per lo svolgimento del servizio, senza fornire loro gli strumenti necessari. A tal proposito l’azienda e tutte le rappresentanze sindacali hanno recentemente sottoscritto un verbale d’intesa che impone la riorganizzazione del personale e il loro rientro nella qualifica di competenza. Leggi il seguito di questo post »

‘Roba da Guinness’: E’ il cane più alto del mondo

Giant George, un alano che vive a Tucson, in Arizona, con il suo padrone David Nasser, è il cane più alto del mondo.

L’animale è entrato nel Guinness dei primati grazie alle sue dimensioni: misura da orecchie a coda la bellezza di 220 centimetri.

George è alto 109 centimetri da spalla a zampa: ha strappato il primato al rivale Titan, di Grass Valley, in California, di appena un paio di centimetri certificati ufficialmente dai giurati del Guinness.

(Ansa, 22 febbraio)

Tennis donne: diramata nuova classifica Wta, Pennetta stabile

Poche variazioni anche nella classifica Wta.

Resta in 11^ posizione Flavia Pennetta mentre Svetlana Kuznetsova agguanta il  posto.

In vetta sempre Serena Williams e Dinara Safina.

La brindisina ha ridotto ad appena 435 punti il distacco dalla 10^, la cinese Li Na.

Tra le altre azzurre, stabili Francesca Schiavone, n.18, e Sara Errani, n.49. Guadagna una posizione Tathiana Garbin, n.53. Stabili Roberta Vinci, n.57, e Alberta Brianti, n.72, sesta azzurra nella Top 100.

(Ansa, 22 febbraio)

Calcio, serie A: 3 giornate di squalifica a Mourinho e 40mila euro di multa

di S.I.

Inflitte 3 giornate di squalifica all’allenatore dell’Inter José Mourinho e 40mila euro di multa per le proteste inscenate ed alcune frasi ingiuriose che sarebbero state da lui pronunciate nei confronti dell’arbitro Tagliavento nell’incontro che la squadra, dallo stesso allenata, ha disputato sabato scorso con la Sampdoria ed a causa dell’espulsione di 2 giocatori nerazzurri. Mourinho aveva platealmente manifestato incrociando i polsi e simulando polemicamente l’arresto con il gesto delle manette. Il tecnico, raggiunto dai provvedimenti della giustizia sportiva, ha dichiarato di essere stato equivocato in quanto avrebbe voluto intendere che qualsiasi provvedimento fosse stato preso, financo l’arresto, la sua squadra é forte abbastanza per poter superare ogni avversità.

TOSCA: AMORE E MORTE NELLA ROMA DEL PAPA-RE

di Valerio Ciarocchi

Tosca (www.controluce.it)

L’opera

L’opera in tre atti (1), su libretto di Illica e Giacosa, dal dramma di Sardou, fu composta e rappresentata nel 1900 al teatro Costanzi di Roma, la città dove era ambientata la storia d’amore e morte, che vede protagonisti Floria Tosca (soprano), cantante di prestigio, amante gelosa e fervente cattolica, Mario Cavaradossi (tenore), pittore di idee illuministe, e Scarpia (baritono), capo della polizia pontificia, difensore dell’alleanza tra trono ed altare, cattolico fedele e segretamente invaghito di Tosca. L’azione si svolge in tre luoghi diversi della Roma papalina, in equilibrio tra finzione letteraria e verità storica: la chiesa di S. Andrea della Valle, Palazzo Farnese, Castel S. Angelo. Come sempre Puccini entra subito nel vivo dell’azione, quindi niente preludio, ma tre accordi fortissimi e minacciosi, che creano l’atmosfera drammatica; ogni personaggio ha un suo tema musicale che lo contraddistingue e lo rende inconfondibile. Leggi il seguito di questo post »

Prestigiacomo, Governo interverrà a San Fratello con progetti mirati

“Finanzieremo progetti mirati senza distribuire denaro a pioggia. Il governo interverra’ e i soldi ci sono anche se non bastano”. Cosi’ il ministro dell’ Ambiente, Stefania Prestigiacomo, durante il suo sopralluogo a San Fratello, in provincia di Messina dove nei giorni scorsi a causa di uno smottamento moltissimi cittadini hanno dovuto abbandonare le loro case. Il ministro ha poi osservato che “i soldi dati in passato sono stati spesi non correttamente dalle amministrazioni”.  “Ho visto -ha detto- un territorio che assomiglia molto a quelli colpiti da terremoti. Alcune abitazioni non potranno piu’ essere abitate e verranno demolite e ricostruite altrove. Altre saranno recuperate. Purtroppo vi sono case abusive che non dovevano stare li'”. I finanziamenti non sono sufficienti perche’ il ministero ha troppe emergenze da affrontare e Prestigiacomo ha spiegato: “Stileremo un elenco di priorita’ per risolvere i problemi ed evitare quanto accaduto a Giampilieri”.