“Le ideologie sono ormai superate”, gli opportunisti No


Come Comitato “NO FRANE” della riviera jonica messinese inoltriamo volentieri alcuni svagati commenti di due nostri collaboratori tedeschi, che dopo lungo vagabondaggio in borghi e contrade straniere si sono finalmente fermati nelle nostra “felice” Sicilia, terra mitica di vulcani, sirene, ciclopi e… gattopardi.

A PROPOSITO DELLE CONSEGUENTI DICHIARAZIONI DELL’ASSESSORE REGIONALE ALLA PUBBLICA ISTRUZIONE E FORMAZIONE MARIO CENTORRINO (PD)

A molti osservatori politici e anche a giornalisti progressisti le dichiarazioni del prof. Mario Centorrino, stimato docente universitario e attualmente assessore all’istruzione e formazione presso la regione Sicilia, sulle letture da evitare hanno destato sorpresa e scalpore, dato il curriculum politico del nostro. Il prof. è passato o trapassato( pensate..come volete) dal glorioso P.C.I. ai D.S. e infine al brillante e “pragmatico” PD. Alcuni colleghi di partito hanno vissuto con “sofferenza” l’entrata in giunta regionale, altri colleghi non soffrono, ma si adattono, altri ancora negano l’iscrizione al PD del prof. Ma a chiarire le cose ci pensa Tonino Russo ultimo segretario siciliano dei DS, ex vicesegretario regionale del Pd: il professore Centorrino – dichiara Russo – è intellettuale valido e stimabile ed è iscritto al Partito democratico di Messina, circolo di Zanca”. Così, mentre i Nebrodi, la provincia di Messina e le zone più a rischio della nostra isola e del meridione franano il Nostro Esimio Annuncia, udite, udite ,“ “Le ideologie sono ormai superate. Destra e sinistra, tutti assieme, almeno per un anno prendiamoci una pausa. Non leggiamo più per un po’ Camilleri, Tomasi di Lampedusa o Sciascia perché sono una sorta di ’sfiga’ nei confronti della Sicilia. Ci vuole ottimismo. Un film già visto: VETERO-OPPORTUNISMO, travestito da argomentazioni “moderniste più o meno “dotte”. Ma andiamo con ordine. “Le ideologie sono ormai superate”, GLI OPPORTUNISTI NO. “Destra e sinistra tutti assieme”…. Appassionatamente. Miccichè con Lombardo, quest’ultimo con Centorrino, che affianca Micciche’ che dribbla Causio che passa..a Tardelli. Ma lasciamo stare Rino Gaetano.

Ma come, fino a qualche mese fa il lombardismo non era peggio del cuffarismo? Non avete capito niente, “prendiamoci una pausa” il tempo di consolidare… il Ponte sullo Stretto, un po’ di sottogoverno, valuteremo.. di volta..in volta direbbero i dirigenti del Pd e poi.. per carità non leggiamo la realtà in maniera “antropologicamente pessimista come fa la sinistra” .. e siamo già a Berlusconi!!!

Che fa il paio con la nuova rappresentanza territoriale che , udite, udite, si incarna nel Governatore Lombardo. Sempre il nostro prof. : “la questione del futuro dello stabilimento Fiat di Termini Imerese, ad esempio, oggi la sta trattando il presidente Lombardo, nel senso di livello istituzionale territoriale . Pensate che grande differenza rispetto a dieci anni fa, quando una simile vicenda l’avrebbe trattata un ministro del governo nazionale. Ciò significa che si sta sostituendo una rappresentanza territoriale a una rappresentanza politica con la quale abbiamo perso contatti e che non ci dice più niente”. Siamo ormai alla teorizzazione, non più strisciante, di un federalismo populista, avviatasi con le colte elaborazioni del “dotto” Micciche’ che prefigura un partito sudista, alimentato dal MPA del focoso Lombardo, che trova in larghi settori del Pd regionale un valido sostegno. Un diversivo che il potere trasformista della borghesia (più o meno) mafiosa siciliana scaglia contro quello che resta del movimento dei lavoratori siciliani, sempre più precari e sottoproletarizzati. La disperazione delle classi più povere della Sicilia manipolata e incanalata contro un nord indistinto, dove si confondono i proletari del nord con i loro padroni.

La frustrazione delle classi subalterne siciliane non come detonatore di un movimento di opposizione sociale contro il capitalismo dei Marchionne e dei Berlusconi, ma al servizio di un disegno reazionario! Complimenti al prof. Centorrino per essersi prestato, di fatto (a prescindere dalle intenzioni e dai distinguo), ad una simile operazione!! Pertanto la lettura di Tomasi di Lampedusa, di Leonardo Sciascia e potremmo aggiungere altri grandi letterati siciliani – Pirandello, De Roberto, Consolo – non a caso tutti inguaribilmente “pessimisti” nelle loro analisi storiche e sociali, disturba la coscienza assopita del nuovo assessore regionale, “almeno per un anno” speriamo! Comunque, ironia a parte, professore da lei ci aspetteremmo più originalità ed autonomia di giudizio, piuttosto che la riedizione di un’opinione già espressa dall’on. Lombardo tempo fa’; se noi siciliani dimentichiamo i nostri scrittori di levatura internazionale, se dimentichiamo la nostra letteratura che è sempre madre di verità, cosa ci resterà? Un contesto socio economico devastato e desertificato e per conforto intellettuale… le poesie licenziose del catanese Micio Tempio… “erotismo greve”, secondo il giudizio di Sciascia, ma in linea con il tempo delle escort e del sesso come (ulteriore) contropartita di appalti milionari. Ma poi perché tutta questa furia iconoclasta contro i nostri scrittori? Non potrebbe lei professore fare il suo lavoro(di docente,beninteso) , senza bisogno di incomodare i santi e addirittura la morte delle ideologie? O forse dopo il gigantesco esproprio dei diritti, dei redditi, della dignità ora si vuole defraudare il popolo siciliano persino della memoria della civiltà? Il furto della memoria… non le sembri una persecuzione, ma anche questo era già stato previsto, Leonardo Sciascia intitolò una raccolta di sue interviste proprio cosi:   “ A futura memoria (se la memoria ha un futuro) “.

Karl Muntzer e Monika Sauer,  per il Comitato NO FRANE della riviera jonica messinese.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: