Disastro ferroviario in Belgio, 25 morti


Sono 11 i morti accertati nel disastro ferroviario di questa mattina alle porte di Bruxelles, ma secondo i soccorritori il bilancio potrebbe aggravarsi fino a 25 vittime.
Stando alle fonti citate dal quotidiano Le Soir i feriti sono 125. Secondo altre fonti, 12 persone sono morte sul colpo e tra i 30 feriti ricoverati in ospedale alcuni sono in condizioni disperate. Due treni di pendolari si sono scontrati frontalmente vicino Halle, una quindicina di chilometri a sud-ovest di Bruxelles, alle 8,30.

I servizi ferroviari da e per la capitale, incluso il collegamento ad alta velocita’ tra Bruxelles e Parigi, sono stati interrotti. La collisione e’ avvenuta a Buizingen, localita’ all’uscita dalla stazione di Halle, sulla linea che collega Soignies a Bruxelles. Il convoglio partito da Quievrain e diretto a Liegi si e’ trovato sullo stesso binario di quello partito da Louvain-La-Neuve alla volta di Braine-Le -Comte.

Secondo alcune fonti un altro convoglio – forse un treno merci – e’ rimasto coinvolto nel disastro e nella zona imperversava una intensa nevicata. Nello scontro diverse carrozze si sono rovesciate. “Tutti servizi di emergenza sono sul posto” ha detto il sindaco di Halle, Dirk Pieters, “i feriti piu’ gravi vengono curati in loco prima di essere portati in ospedale”. Il ministro dei Trasporti, Etienne Schouppe, ha parlato di numerose amputazioni eseguite sul posto. “La collisione e’ stata violentissima” ha detto un testimone, “i treni non hanno neppure frenato”.

I collegamenti ad alta velocita’ Thalys ed Eurostar in arrivo e in partenza da Bruxelles hanno subito gravi ritardi. Thalys ha consigliato ai propri passeggeri di cambiare i programmi di viaggio ed Eurostar ha avvertito che i problemi “andranno avanti per tutto il giorno”. Quello di oggi potrebbe essere l’incidente piu’ grave degli ultimi dieci anni in Belgio: nel 2008 una quarantina di persone rimase ferita in uno scontro tra un treno merci e un passeggeri a Hermalle-sous-Huy. Nel marzo del 2001 due treni passeggeri si scontrarono frontalmente a Pecrot: il bilancio fu di otto morti e 12 feriti. In quell’occasione l’incidente fu imputato a un errore umano: due dipendenti delle ferrovie non parlavano la stessa lingua. (AGI)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: