Maltempo: Frane nel Messinese ed in Calabria a causa della pioggia persistente

Una vastissima frana, causata dal maltempo, si è abbattuta su San Fratello, paese che si trova alle pendici dei Nebrodi, nel Messinese. Sono oltre 60 le abitazioni evacuate. La terra ha già travolto diverse case che erano state sgomberate. Un’altra frana ha provocato l’interruzione della linea ferroviaria tra le stazioni di Pizzo e Francavilla Angitola, nel vibonese, interrotto il transito dei treni. (Ansa, 14 febbraio)

Tennis: lo svedese Soderling vince l’Atp di Rotterdam

Lo svedese Robin Soderling ha vinto il torneo Atp di Rotterdam.

Il russo Mikhail Youzhny si è ritirato nel corso della finale. Al momento dell’abbandono di Youzhny, Soderling, testa di serie n.3, conduceva già per 6-4, 2-0.

(Ansa, 14 febbraio)

Anziana si ustiona al volto: è in gravi condizioni

S. TERESA DI RIVA (MESSINA) – Sono gravi le condizioni di una donna che, ieri, si è ustionata al  viso con l’acqua bollente. L’anziana, che stava preparando la pasta, si è gettata per errore l’acqua sul volto. È stata trasportata all’ospedale “Papardo” di Messina e poi trasferita d’urgenza a Napoli.

Maltempo in tutt’Italia: disagi specialmente al Sud

Italia ancora sferzata dal maltempo. Un barbone è morto assiderato in Sardegna, servizio ferroviario sospeso nel Nisseno. La vittima aveva 46 anni ed è morto a Carbonia dopo aver trascorso la notte all’esterno di un laboratorio per la lavorazione del marmo. Sui rilievi dell’isola è caduta la neve. Così come anche in Piemonte e in Liguria mentre in Sicilia molti allagamenti e frane causati dalle forti piogge. Acquazzoni anche in Calabria: sulle vette in Sila, nevica. Freddo e neve da giorni si abbattono su diversi centri della Sardegna. Dalla notte scorsa nevica in Piemonte e Liguria.

Riferisce Autostrade per l’Italia che, comunque, ‘non si è registrato nessun tipo di disagio alla circolazione grazie al piano operativo antineve attuato in collaborazione con la Polizia Stradale‘. Si raccomanda prudenza e catene a bordo. Da due giorni sulla Sicilia piogge e raffiche di vento. Il fiume Platani, uno dei corsi d’acqua più grandi dell’isola, ha rotto gli argini tra Campofranco e Milena, nel nisseno, provocando l’allagamento delle campagne circostanti. Anche il torrente Frattina nei pressi di Mezzojuso, un paese del Corleonese a venti chilometri da Palermo, è esondato. (Ansa, 14 febbraio)

Palermo: Uccide marito con gomitata durante una lite davanti al figlio

E’ agli arresti domiciliari la casalinga palermitana che ieri, durante una lite, ha dato al marito una gomitata allo sterno, uccidendolo. L’accusa è omicidio volontario. Ai carabinieri la donna ha detto di avere avuto una discussione col marito che aveva sculacciato il figlio di 3 anni. I due sarebbero venuti alle mani e lei, per divincolarsi, gli avrebbe dato una gomitata colpendolo allo sterno e causandogli un’emorragia mortale. L’uomo sarebbe caduto a terra e sarebbe morto poco dopo.

(Ansa, 14 febbraio)

Costituita la rete degli atenei del Sud Italia

Si è tenuta lo scorso 3 febbraio, presso la sede del Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca una riunione dei Rettori di sedici atenei (Bari, Basilicata, Cagliari, Calabria, Enna Kore, Foggia, Messina, Molise, Napoli 2, Palermo, Politecnico di Bari, Reggio Calabria, Salento, Sannio, Sassari, Teramo) aderenti alla RAM-Rete degli Atenei Meridionali, un vero e proprio laboratorio di programmazione comune e di buone pratiche.
La Rete, nata dall’esigenza di attivare varie forme sistematiche di collaborazione, intende difendere e ulteriormente sviluppare il fondamentale e specifico ruolo svolto dalle università meridionali nello sviluppo delle regioni del Mezzogiorno d’Italia e delle Isole, fortemente messo in crisi dalle recenti misure in materia di distribuzione delle risorse, affermando i principi di autonomia, responsabilità, qualità e valutazione non disgiunti dalla valorizzazione. Leggi il seguito di questo post »

Fratelli ingombranti nelle logge massoniche di Barcellona P.G.

di Antonio Mazzeo

Maurizio Marchetta era l’enfant prodige della politica e dell’imprenditoria locale, perlomeno sino alla deflagrazione dell’inchiesta “Omega”, nel luglio 2003, quella sullo strapotere della criminalità organizzata nella realizzazione delle opere pubbliche nella provincia di Messina. Architetto, titolare dell’impresa di costruzioni Cogemar, nel 2001 Marchetta ascese alla vicepresidenza del Consiglio comunale di Barcellona Pozzo di Gotto in rappresentanza di Alleanza Nazionale, il partito del senatore Domenico Nania, barcellonese. Leggi il seguito di questo post »