Messina, Giornata Mondiale del Malato: l’Avulss presenta al Papardo “Momenti di serenità”

di S.I. 

L’associazione di volontariato Avulss di Messina, in occasione della Giornata Mondiale del Malato, che si svolgerà domani, giovedì 11 febbraio, propone alle ore 11 la S. Messa – nella Cappella all’ottavo piano dell’Ospedale Papardo di Messina – con l’Arcivescovo Monsignor Calogero La Piana e, alle 16, nella sala mensa (al quarto piano) dello stesso ospedale Papardo, lo spettacolo musicale “Momenti di serenità”.

L’iniziativa si avvale della collaborazione dei volontari del Servizio Civile.

Per informazioni: tel. 090/356966, e-mail avulssme@gmail.it

Una frana a San Giovannello ha causato una falla nell’acquedotto della Santissima

Messina – Una  frana ha interessato la zona di San Giovannello causando una falla nella condotta dell’acquedotto della Santissima. Interrotta l’erogazione idrica in una parte della città. Gli operai dell’Amam si sono recati sul posto per valutare l’entità del danno e realizzare un by pass con una conduttura provvisoria, in sostituzione dell’attuale allaccio, duecento metri più a valle dal punto dello smottamento. La falla si è verificata in prossimità di una cooperativa edilizia proprio dove si era già verificata un’altra frana. Lo smottamento ha causato la rottura della condotta e una copiosa fuoriuscita di acqua. E’ stato necessario interrompere l’erogazione. Gli inevitabili disagi, che si verificheranno nelle prossime ore, riguardano in particolar modo i villaggi di Bordonaro, Santa Lucia Sopra Contesse, Gescal, San Giovannello, Galati S. Anna e Galati S. Lucia.

Grandi opere: Alcuni dati per comprendere meglio i costi del TAV

NO TAV (www.tonnetti.org)

I promotori della TAV aspettano dalla UE circa 670 milioni di Euro; i 72 km di linea internazionale sono finanziabili al 20% dalla UE. Di questi 72 km solo 1/3 sono in Italia, ma per accordi del passato governo Berlusconi con i francesi, l’Italia pagherebbe i 2/3 dei costi totali. Leggi il seguito di questo post »

Messina: Interessante mostra allo studio Kalòs

di S.I.

Presso lo studio d’Arte Kalòs, sito in via T. Cannizzaro – via C. Botta, sabato 6 febbraio, dalle ore 18 e 30, è stata inaugurata la collettiva di pittura “2 Art’Incontro” – Artisti a confronto, organizzata da Giuseppe Golino, artista, curatore e direttore artistico della mostra.

L’interessante collettiva si protrarrà fino a sabato 13 febbraio e sarà possibile visitarla tra le ore 17 e le 20.

L’ingresso é libero ed aperto a tutti. Leggi il seguito di questo post »

Pubblicato su Senza categoria. Leave a Comment »

Dopo incentivi auto arrivano quelli per giochi erotici

Dopo gli incentivi per l’auto, quelli per i giochi erotici: l’idea e’ di un Sexy shop di Conegliano Veneto  in provincia di Treviso.

Per S.Valentino, festa degli innamorati, garantisce uno sconto-regalo ai clienti che ‘rottamano’ vecchi vibratori e altri gadget erotici.

L’iniziativa ha anche un risvolto ‘ambientalista’: il negozio è pronto a smaltirli nel modo corretto.

Spesso invece chi cerca di sbarazzarsene finisce per gettarli nei luoghi piu’ strani, dove non sono smaltiti.

(Ansa, 10 febbraio)

Kenya: Trasferite 7 mila zebre e animali selvatici a parco Amboseli

Il Kenya Wildlife Service, l’agenzia che si occupa della fauna in Kenya, ha cominciato a trasferire al Parco nazionale Amboseli 7 mila tra zebre e animali selvatici per ristabilire l’equilibrio tra prede e predatori rotto dalla forte siccità dell’anno scorso.

Un esperto del Kenya Wildlife Service (Kws), Charles Musyoki, ha spiegato che gli animali sono prelevati da zone dove sono presenti in abbondanza per incrementare la popolazione dell’Amboseli. Secondo Musyoki, il 60% delle zebre e degli animali selvatici presenti nel parco sono morte a causa della siccità. Leggi il seguito di questo post »

Nuova idiozia contro la Natura provocata dall’uomo

Australia: dromedari in esubero in pasto ai coccodrilli

Potrebbero finire in pasto ai coccodrilli i dromedari selvatici in esubero che popolano il centro dell’Australia. Un nuovo accordo commerciale con il governo prevede l’abbattimento di centinaia di capi, e la carne potrebbe essere venduta agli allevamenti di coccodrilli.

Portati in Australia per aiutare nella costruzione delle ferrovie, i dromedari si sono moltiplicati oltre misura: divorano la scarsa vegetazione dei deserti australiani e procurano danni.

(Ansa, 10 febbraio)