Alla ricerca della ricerca perduta

“I ricercatori non crescono sugli alberi”: un saggio di Francesco Sylos Labini e Stefano Zapperi sui mali dell’università. E sulle ricette per venirne fuori, collettivamente.

Nel palazzone del Cnr, in piazzale Aldo Moro a Roma, c’è una grande biblioteca nella quale sono consultabili le riviste scientifiche di tutto il mondo. Peccato che non ci siano i ricercatori, gradualmente decentrati per far posto al corpaccione amministrativo (oltre 2mila persone, due amministrativi o tecnici ogni 3 ricercatori). Leggi il seguito di questo post »

“3 + 2″ PER RISPARMIARE

di Renato Migliorato dell’Università di Messina

È quanto mai semplicistico, anche se comodo, giustificare il 3+2 invocando il fatto che sistemi simili (ma simili significa uguali?) esistono in altri in paesi (senza dire quali) e (talvolta) funzionano. L’errore fondamentale sta nel fatto che l’Università è un organismo vivo che è parte di un sistema complesso, il sistema paese, con cui interagisce. Pensare di prendere parti staccate di un modello strutturale e organizzativo, che pur funziona in un dato paese, e trapiantarlo in un’altro sistema universitario di un paese diverso, è come fare ad un paziente una trasfusione di sangue senza verificare se il gruppo sanguigno è compatibile. Leggi il seguito di questo post »

Palermo. La vita per gli artisti contemporanei e il gotico

di Marco Bussagli – Avvenire

Certo che l’Italia è un paese, a dir poco, singolare. Voglio dire che, come una fenice, rinasce dalle proprie ceneri e fa rivivere di rinnovato splendore quel che poco prima sembrava segnato da un destino senza vie d’uscita. Mi riferisco a quella splendida realtà culturale che è, oggi, il Palazzo Belmonte Riso la cui elegante faccia­ta rende più bello il Corso Vittorio Emanuele di Palermo. Leggi il seguito di questo post »

Pubblicato su Senza categoria. Leave a Comment »

LA BIBLIOTECA DELLO STRETTO E IL PREMIO CITTA’ DI REGGIO

<img class="alignnone" title="biblioteca" Biblioteca Centrale (www.cnr.it)Una proposta di convenzione tra la Fondazione Mediterranea e il Comune di Reggio Calabria.

Che cos’è una Regione? La definizione principe è di vasta estensione di superficie terrestre con sue proprie caratteristiche geomorfologiche, climatiche, floreali e faunistiche. Leggi il seguito di questo post »

“COME MUSICA”

STAGE DI VOCALITA’ CONTEMPORANEA
in collaborazione con la Filarmonica Laudamo – Messina

CANDACE SMITH
docente

8/10 Marzo 2010 – Messina

Associazione Culturale Musicale Parthenia – Viale Regina Elena is. 482 n. 5098121 Messina  tel 090 36 96 951 – 090 34 39 45 – fax 090 34 39 45 – cell. 339 74 51 210

Lo Stage è rivolto a cantanti, studenti di canto, musicisti, attori, che desiderano approfondire lo studio della tecnica vocale indirizzata al repertorio di musica contemporanea. Leggi il seguito di questo post »

Pubblicato su Senza categoria. Leave a Comment »

Il simbolo SeL per le regionali

L’assemblea nazionale costituente di Sinistra Ecologia Libertà svoltasi il 19 e 20 dicembre scorso oltre a decidere il congresso fondativo che si terrà all’inizio dell’estate, ad eleggere il portavoce nazionale Nichi Vendola, la nuova segreteria nazionale ha approvato anche  il nuovo simbolo del partito. Simbolo che subirà un restyling per le prossime elezioni  amministrative di marzo. Verrà infatti aggiunta al logo Sinistra Ecologia Libertà la scritta “con Vendola”. Leggi il seguito di questo post »

LO SCANDALO DEGLI INSEGNANTI DI RELIGIONE

Lo scandalo degli insegnanti di religione, ingigantito dalla decisione governativa di regalare ad essi un “tesoretto” tramite aumenti biennali, è in realtà un insieme intollerabile di scandali. Il primo di essi riguarda l’imposizione della religione come materia insostituibile nella scuola pubblica e strumento di propaganda clericale tra i giovani. La possibilità di rendere tale materia almeno davvero facoltativa è stata negli anni vanificata dalle enormi difficoltà imposte nei confronti della materia “alternativa”: fermo restando che, per i Cobas e per ogni laico/a, la religione è e dovrebbe essere questione privata da tenere estranea alla scuola pubblica. Leggi il seguito di questo post »