Storia del Medio Oriente


di Massimo Campanini

2010, 266 p.

La categoria di “Medio Oriente” è nata in un’ottica eurocentrica alla fine del XIX secolo, ma è ancora usata per indicare l’insieme di territori che vanno dal Marocco all’Iran. Di questa regione, strategica per la presenza del petrolio e lacerata da molteplici fattori di crisi, il volume ripercorre la storia politica nei suoi snodi fondamentali: la spedizione napoleonica in Egitto e l’incontro con la modernità, le riforme dell’Impero ottomano e la caduta del califfato, il processo di decolonizzazione, la guerra dei Sei Giorni del 1967, la rivoluzione iraniana, la presa del potere da parte dei talebani in Afghanistan, l’Intifada palestinese, fino alla caduta di Saddam Hussein e all’attuale conflitto che oppone gli Stati Uniti all’Iraq. Elemento unificante di un’area così variegata per lingue e popolazioni è, nonostante la presenza di una minoranza cristiana, l’Islam, di cui il libro segue l’evoluzione nella sua costante e plurale dialettica col mondo occidentale: dai movimenti di rinnovamento dell’Ottocento al riformismo dei Fratelli Musulmani, dal confronto con le ideologie secolari del nazionalismo e del socialismo alla sfida delle organizzazioni radicali.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: