Nuove garanzie a Eurolink sul Ponte di Messina (MF)

(FTA Online News)
Eurolink, consorzio di imprese formato da Impregilo (al 45%), Sacyr, Condotte, Cmc, Aci e da Ishigawa e incaricato della realizzazione del Ponte sullo Stretto di Messina, ha ottenuto nuove garanzie. Si tratta di circa 400 milioni di euro che servirebbero a coprire le società da rincari imprevisti al momento della realizzazione del piano. Vola così a 4,96 miliardi di eruo l’eventuale esborso massimo che sarebbe riconosciuto a Eurolink dalla società Stretto di Messina. Soltanto entro il 2011 è prevista l’approvazione del progetto definitivo da parte del Cipe. Lo riporta stamane il quotidiano MF.

Come impedire un’altra Favara

E’ tempo di formare una nuova generazione di organizzatori di comunità che sostengano le società locali nel loro cammino democratico, iniettando capitale sociale di nuova fattura che argini il capitale sociale tossico diffuso da clientele e mafie

di Alessandro Coppola da rassegna.it
Tratta da www.contracorriente.ilcannocchiale.it

Confesso che guardando le folle urlanti di dolore e di rabbia ai funerali delle due bambine morte nel crollo di Favara ho avvertito un profondo disagio. Lo stesso disagio che avevo sentito qualche mese prima, quella volta ascoltando le proteste degli abitanti di Giampilieri, il comune della provincia di Messina inghiottito dall’ennesima ma prevedibile frana. Leggi il seguito di questo post »

Italia fanalino coda Ocse per salari

Italia fanalino di coda tra i Paesi dell’Ocse per salari percepiti e nella top ten per il cuneo fiscale, secondo il rapporto Eurispes 2010. La retribuzione media dei lavoratori italiani è di 14.700 euro netti. Dal rapporto Eurispes emerge anche che la laurea non è più garanzia di lavoro stabile e ben retribuito, che gli italiani sono più pessimisti per la crisi economica e che gli incidenti sul lavoro costano al Paese 40 miliardi l’anno. (Ansa, 29 gennaio)

Rosarno: identikit del “bracciante nomade”

I rivoltosi della Piana sono oltre 2500, vivono in capannoni o capanne e si spostano col cambiare delle colture stagionali. Molti rifugiati e con permesso di soggiorno, lavorano fino a 14 ore al giorno. Msf: “Condizioni inumane, a rischio la loro salute”

di C.R. tratto da: www.rassegna.it

Braccianti a Rosarno (www.rainews24.it)

Sono oltre 2.500, lavorano come braccianti agricoli, vivono in vecchi capannoni industriali abbandonati e oltre la metà possiede un permesso di soggiorno. Il 10% circa proviene dal Maghreb, mentre il resto arriva dall’Africa subsahariana. A molti di loro è stato riconosciuto lo status di rifugiato politico. E’ questo l’identikit dei braccianti extracomunitari che attulamente si trovano nella zona della Piana di Gioia Tauro e che hannno dato vita alla rivolta di Rosarno. Leggi il seguito di questo post »

Mobilità del personale docente, educativo e Ata: presentazione domande on line

Il MIUR ha pubblicato oggi la nota tecnica per la presentazione delle domande via web

Domande on line (www.regione.toscana.it)

Come convenuto nel corso dell’ultimo incontro sulla mobilità, il Miur, con la nota tecnica di oggi, fornisce le prime indicazioni sulle modalità di attivazione di questa nuova procedura che riguarderà obbligatoriamente le domande che saranno presentate “per” e “nell’ambito” della scuola primaria e secondaria di primo grado. Leggi il seguito di questo post »

10 miliardi di dollari per vaccini da Bill Gates

La Fondazione Gates donerà 10 miliardi di dollari nel prossimo decennio per la ricerca di nuovi vaccini da destinare ai Paesi più poveri del mondo.

Parlando a margine del World Economic Forum di Davos, il fondatore di Microsoft e la moglie Melina hanno invitato i presenti a “fare di questo decennio il decennio dei vaccini”. Gates ha aggiunto che “la ricerca medica renderà possibile di salvare la vita di tanti bambini, come mai prima”.

(Apcom)

Londra: Standing ovation per Beppe Grillo

Una calorosa folla di italiani ha dato il benvenuto a Londra a Beppe Grillo, che all’O2 Shepherds Bush Empire ha dato inizio al tour europeo del suo spettacolo ‘Incredible Italy’, in cui racconta agli stranieri, come ai connazionali che vivono all’estero, le anomalie ‘iperreali’ dell’Italia. E in cui lancia un avvertimento: se non fate attenzione, questo Paese che per ora vi sta dando qualche opportunità in più, potrebbe essere contagiato dai vizi nostrani.

Il principe Carlo, per esempio, nonostante per tradizione la Corona non debba interferire negli affari pubblici, si è messo a scrivere al sindaco di Londra Boris Johnson dandogli consigli di vario genere. Leggi il seguito di questo post »