Messina: Per un mese a Fortuna Arte ‘In principio’, le opere di Enzo Rizzo

  di S.I.

Continua, nei locali della galleria “Fortuna Arte” di Messina, la mostra di Enzo Rizzo, “In principio”, inaugurata nei giorni scorsi. Un appuntamento importante per l’artista nostrano che, a distanza di vent’anni, torna con una personale nella città dello Stretto, dove ha esordito nel 1981.

Ventotto le opere esposte, che hanno come base la pittura ad olio, a cui si aggiunge, poi, l’utilizzo di materiali non convenzionali, come le resine o il catrame.

Nato nella città peloritana nel 1958, Vincenzo Rizzo ha avuto una formazione da autodidatta, mentre Franco Palmieri è stato uno dei suoi maestri di vita. Ha compiuto studi d’arte in diversi centri italiani, completando la propria preparazione artistica e filosofica con frequenti viaggi all’estero, con una particolare attenzione alle culture orientali e medio orientali, tanto che il giornalista Vincenzo Bonaventura scrive di lui: «Rizzo “fruga” tra le filosofie e le religioni mediorientali e orientali per trovare quella risposta che non ha trovato in Occidente. E lo fa senza porsi confini né concettuali né figurativi né tecnici». Dal 1985 vive e opera a Milano, dividendosi fra il capoluogo lombardo e il suo studio a Praga.

L’artista messinese (www.enzorizzo.it) ha esposto anche a New York, “Focus on the sublime” – Contemporary Visual Arts Gallery (2005) e “Making Things” Contemporary Visual Arts Gallery (2004); alla Galleria De Poche di Ginevra (1992-1993); a Parigi, Galleria Libreria Nicaise (1990) Ass. Bilan de l’art contemporain (1986) Galleria Maison des artistes (1992); a Bruxelles, Collettiva Palazzo Berlaymont (2007) Contemporaneo Italiano Parlamento Europeo (2007); a Milano, MiArt (2001-2002-2003); e a Bologna Arte Fiera Bologna (2001), Libreria editoriale Tam tam (1983), Circolo artistico.

«Il caso Rizzo è diverso perché non ha a che fare con la pittura in senso tecnico e storico, ma piuttosto con la poesia, la filosofia, la spiritualità – osserva Fiorella Nicosia nel catalogo. Un’idea più universale e necessaria che va all’origine, credo, della comunicazione artistica. E’ come se la pittura volesse sintetizzarsi e concretizzarsi in un pensiero più alto, al di là della figurazione e dell’astrazione. Come se volesse arrivare al principio delle cose, così come molti maestri del passato hanno cercato di fare e così come ancora credo si possa fare ancora oggi, e l’arte di Rizzo lo testimonia, come voler giungere alla tensione originaria del pensiero e della vita. Ricercare le origini di sé e lavorare autenticamente perché non se ne può fare a meno, perché non si può essere altro. ».

Dopo l’appuntamento di “Fortuna Arte”, Enzo Rizzo esporrà a Milano, il 5 ottobre, alla New Ars Italica, via De Amicis, e nell’atelier di Selene Giorgi, Vicolo dei Lavandai. In calendario anche una mostra all’Istituto di Cultura di Praga.

(Nella foto in alto: In principio – Olio su tavola – cm. 100×120; nella seconda: un momento della mostra)

Lo spazio creativo di Fortuna Arte (Via del Vespro, 44 – Tel. 090.6406498), voluto e riqualificato dal fondatore Saro Gulletta e coordinato da Piero Serboli, è aperto al pubblico da giovedì a sabato, dalle 17 alle 20, e domenica, dalle 10 alle 12.30, sino al 28 febbraio.

Pubblicato su Senza categoria. Leave a Comment »

Fiat cinica e ostruzionista

di Fabrizio Vinci

 

Fiat decide la cassa integrazione a carico di trentamila lavoratori per quindici giorni. E’ questo l’atteggiamento del Lingotto per rispondere alle riserve del Governo circa la possibilità di rinnovare gli incentivi al settore auto. Personalmente credo sia un comportamento cinico e ostruzionista: la via del dialogo non può essere costellata da autarchiche prese di posizione. Secondo le stime dei costruttori un taglio secco dei contributi statali ridimensionerebbe il mercato automobilistico italiano almeno del 20%, tuttavia ritengo inopportune le pressioni politiche e sociali esercitata dal gruppo piemontese per ottenere gli ecoincentivi.

Ai nastri di partenza i nuovi parchi siciliani

Saranno definite entro il prossimo 30 aprile, in modo concordato dalle istituzioni locali e nazionali, le aree interessate all’istituzione del Parco degli Iblei, che si svilupperà in tre province, Siracusa, Catania, Ragusa. La decisione è stata presa a Roma nel corso di un incontro con il ministero dell’ambiente, Stefania Prestigiacomo, l’assessore ai Beni Culturali della Regione Siciliana, Gaetano Armao, i sindaci e dei presidenti di Provincia di Siracusa, Ragusa e Catania, e i vertici delle altre città e province interessate all’istituzione dei nuovi 4 Parchi nazionali: Pantelleria, Egadi, isole Eolie e Iblei. Per gli altri tre Parchi, la data per la definizione delle ipotesi di perimetrazione è stata invece stabilita per il 31 marzo prossimo.

Leggi il seguito di questo post »

Lavoro nero: il governo vara un piano straordinario

REGGIO CALABRIA – Il Consiglio dei ministri ha approvato il piano straordinario di vigilanza in agricoltura ed edilizia proposto dal ministro del Welfare, Maurizio Sacconi, contro il lavoro”nero” in Calabria, Campania, Puglia e Sicilia. Un’iniziativa resa necessaria dopo i fatti di Rosarno: disposti 550 ispettori che effettueranno controlli in 20mila aziende.

ATM: lettera al Sindaco dell’assemblea dei lavoratori

L’accordo sottoscritto nel novembre 2008 dalle scriventi con il Sindaco di Messina non ha trovato riscontro in nessuno dei punti concordati, la gestione commissariale individuata dal Comune di Messina per guidare il processo di risanamento dell’ATM, ha prodotto risultati “assai deludenti trascurabili” se paragonati alla condizione debitoria dell’azienda ed allo stato di inefficienza cronica in cui versa ormai da anni. Nonostante gli sforzi profusi dal Commissario La Corte, a distanza di oltre un anno, non si registrano trasformazioni tali far registrare l’inversione di rotta con le dinamiche del passato che hanno trainato il trasporto pubblico locale sull’orlo della bancarotta; restano insolute questioni fondamentali da ricercare oltre il mancato riconoscimento dei salari che puntualmente mette in crisi il bilancio economico familiare dei lavoratori.

Leggi il seguito di questo post »

Riaperto per metà l’approdo di Tremestieri

Uno scivolo degli approdi di Tremestieri può già operare per consentire la ripresa dell’attracco delle navi traghetto al molo. Al contempo saranno avviati i lavori urgenti di messa in sicurezza dell’area portuale danneggiata dalla recenti mareggiate. E’ quanto stabilito durante il vertice che il sindaco, on. Giuseppe Buzzanca, commissario straordinario per l’emergenza viabilità, ha tenuto stamani a palazzo Zanca dopo il sopralluogo di questa mattina. Leggi il seguito di questo post »

Termini Imerese, Ancora sospeso assemblaggio auto: Marchionne (Fiat), ‘Senza incentivi ci sarà Cig’

Ancora sospeso l’assemblaggio della Lancia Ypsilon a Termini Imerese dove lavorano 1.350 persone e altre 600 sono occupate nell’indotto. ‘Noi siamo pronti a lavorare, lo stop alla produzione non dipende da noi’, dice Roberto Mastrosimone (Fiom Cgil). La decisione è arrivata ieri da Torino. Leggi il seguito di questo post »