“Ora gli assessori preposti si dimettano!”


A dichiararlo i Consiglieri Comunali Ivano Cantello, Nino Carreri e Salvatore Serra, che rilevano come sia stato vano nel corso di questi anni il grido di allarme ed aiuto lanciato da tante famiglie che abitano la zona sud e dagli stessi rappresentanti di Palazzo Zanca.

Tante le richieste, tanti i sopralluoghi e tante le chiacchiere!!

Per sollecitare Isgrò e Romano fu lanciata anche una raccolta firme, in attesa che arrivasse la nuova mareggiata.

Quei giorni di terrore, vissuti nel dicembre del 2008 quando le mareggiate aggredirono in modo irreversibile tutto il litorale travolgendo anche le abitazioni e danneggiando le infrastrutture, oggi sono state nuovamente vissute dalle famiglie che abitano nel litorale. Il mare ha superato nuovamente la piccola muraglia tampone realizzata anni fa che comunque costò milioni di euro, riversando la sabbia all’interno delle abitazioni. Gli scogli, unica barriera di sostegno che a suo tempo erano stati posizionati in modo disordinato erano stati inghiottiti dalla furia del mare.

Ricordiamo bene – dichiarano i tre – l’Assessore alle Politiche del Mare Giuseppe Isgrò e i responsabili della Protezione Civile,  l’Assessore Fortunato Romano e l’architetto Spanò, furono invitati più volte ad inviare dei mezzi idonei a mettere in sicurezza il sito. Nulla da allora è stato fatto se non qualche sopralluogo e qualche piccolo intervento.

Unici interventi degni di nota quello per il ripristino dell’impianto dell’illuminazione e la condotta fognaria di Santa Margherita. Nessun altro intervento. Sarebbe bastato – come tante volte richiesto e sollecitato – il posizionamento di barriere frangiflutti per evitare che i milioni di euro spesi arrivassero “IN MARE”.
Dopo aver constatato oggi con alcuni sopralluoghi quanto accaduto in tutto il litorale della Zona Sud, si dichiarano rammaricati dell’accaduto criticando fortemente l’Assessore Isgrò che ben conosceva la situazione di pericolo di tutto il litorale ed in particolare di quei tratti fortemente colpiti e che hanno costretto all’evacuazione tante famiglie.

Non si deve pensare solo a Ganzirri, Torre Faro e San Filippo. Anche gli altri cittadini sono messinesi.

Milioni di euro andati al vento che con un intervento di ripascimento mediante posizionamento di barriere frangiflutti avrebbe evitato la devastazione di strade, ed impianti comunali.

Devastato tutto il tratto di litorale a monte degli approdi, via veglia, via carbonari, disagi alle famiglie e non solo. Danneggiati anche l’unico Impianto Sportivo Comunale della zona Sud di Galati, con il blocco delle attività sportive per le tante squadre di calcio che militano nel campionato FIGC. Già da oggi non avranno dove disputare le gare. Danneggiata anche la condotta ed il litorale di Santa Margherita già sede di interventi costati milioni di euro.

Per i Consiglieri appare dunque necessario a breve termine un intervento immediato per la messa in sicurezza di tutta la zona, ma contestualmente è necessario iniziare un iter a medio termine per un progetto urgente di concerto con la Regione Siciliana ed il Genio Civile per il recupero e la messa in sicurezza del litorale in questione. Il Sindaco, il Vice Sindaco e l’Assessore Romano che siedono anche all’Assemblea Regionale si attivino per il reperimento dei fondo prima che accada l’irreparabile….o aspettiamo proprio questo!

I Consiglieri Comunali – Ivano Cantello, Nino Carreri, Salvatore Serra.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: