NEOFASCISMO, MAFIA, CONTROLLO DEL TERRITORIO

Il Laboratorio politico Barcellona P. G.

Una lettura di quanto sta accadendo a Barcellona PG a partire dalla costruzione di un “mega parco commerciale” in un’area agricola e – grazie al voto del consiglio comunale – destinata a zona commerciale.

Non è solo la storia di una società con 0 addetti che si intesta un progetto di 250 milioni di euro, o dell’impressionante intreccio di interessi e complicità condensati nelle varianti al PRG della città del Longano. Leggi il seguito di questo post »

Disagi domani per la distribuzione dell’acqua a Messina

MESSINA – “Si sono protratti per l’intera mattinata di oggi, i lavori programmati dall’Enel sull’acquedotto di Fiumefreddo. Gli interventi, che si sono conclusi intorno alle 13, potrebbero causare alcuni disagi per la distribuzione dell’acqua a Messina nella giornata di domani, martedì 26 gennaio”. Lo ha comunicato in una nota l’Amam, l’azienda meridionale acque di Messina.

Sequestrate vasche depuratore, 9 avvisi di garanzia

MILAZZO (MESSINA)  – La guardia di finanza su disposizione della procura di Barcellona Pozzo di Gotto ha sequestrato alcune vasche di decantazione ed accumulo rifiuti del depuratore comunale di contrada Fossazzo a Milazzo.
I finanzieri hanno anche notificato nove avvisi di garanzia ad alcuni  responsabili della società che ha eseguito, l’estate scorsa, i lavori di manutenzione dell’impianto, agli amministratori della ditta incaricata dell’espurgo ed a quattro funzionari del comune di Milazzo preposti ai controlli dei lavori. Parte lesa è il comune mamertino che avrebbe effettuato regolarmente i pagamenti delle fatture relative allo smaltimento che non sarebbe, invece avvenuto nei termini stabiliti. I reati ipotizzati sarebbero: miscelazione di rifiuti pericolosi, abbandono di rifiuti, truffa  aggravata e falsità ideologica commessa da pubblici  ufficiali in atti pubblici.

Da quando la presenza di alunni immigrati nelle nostre scuole rappresenta un pericolo pubblico per la sicurezza?

di Morena Piccinini, Segreteria nazionale Cgil e Domenico Pantaleo Segretario generale FLC Cgil.

Vietato l'ingresso agli italiani

La Prefettura di Caserta chiede “con urgenza” i dati sulla presenza degli alunni stranieri nelle scuole della provincia e sulla dispersione scolastica.

Come era facile arguire dalle indicazioni sul tetto del 30% che il Ministero dell’Istruzione ha diramato nei giorni scorsi alle scuole ed agli uffici scolastici regionali, siamo entrati in una fase di stretta sui diritti e sulle agibilità dei cittadini immigrati nel nostro paese. Leggi il seguito di questo post »

MOSTRE: CATANZARO, IN 10.000 AL S. GIOVANNI PER GERARDO SACCO

D'ORO E D'ARGENTO La Calabria preziosa di Gerardo Sacco (www.catanzaroinforma.it)

Diecimila visitatori in un mese: la mostra sull’arte orafa di Gerardo Sacco, organizzata dall’assessorato alla cultura del Comune di Catanzaro, si avvia a battere il record delle presenze medie mensili al San Giovanni e si trasforma sempre di piu’ in un grande evento popolare. Piu’ visitatori, in media, della mostra su Mattia Preti, il Cavaliere Calabrese (ottomila presenze al mese) e dell’esposizione sulla civilta’ della Magna Graecia (settemilacinquecento presenze al mese). Un motivo di straordinaria soddisfazione per il maestro crotonese che in questa settimana, e precisamente dal 27 al 29 gennaio, sara’ presente al San Giovanni per accogliere alcune delle tante scolaresche che da ogni parte della Calabria annunciano la loro presenza a Catanzaro. Leggi il seguito di questo post »

CRIMINALITA’: DIA CATANZARO CONFISCA BENI PER 18 MLN EURO

La Direzione Investigativa Antimafia di Catanzaro ha confiscato il patrimonio aziendale, societario e personale di un imprenditore lametino per un valore di oltre 18 milioni di euro. Leggi il seguito di questo post »

ESTORSIONI: CAPANNONE IN FIAMME NEL SIRACUSANO, CAMION DISTRUTTI

NO Pizzo

Un capannone usato come parcheggio di mezzi pesanti e’ stato dato alle fiamme. L’incendio e’ scoppiato all’alba di questa mattina in via Nazionale, a Canicattini (Siracusa), e sono stati i vigili del fuoco ad intervenire. I soccorritori sono comunque riusciti a contenere i danni. Tre i camion che sono stati distrutti dal rogo e sono tutt’ora in corso le indagini per determinarne le cause. Sono al lavoro i carabinieri della compagnia di Noto che non escludono l’origine dolosa delle fiamme. (AGI) Cli/Pa/Mrg/Mzu