Automobilismo: Valentino Rossi fa sognare il popolo ferrarista

di Fabrizio Vinci

Il plurititolato campione di MotoGp dimostra finalmente di poter essere competitivo anche in Formula 1: nel secondo giorno di prove sul circuito di Barcellona è giunto a soli tre decimi di secondo dal record stabilito da Kimi Raikkonen nel 2008. Dopo la delusione Schumacher, reo di aver preferito la Mercedes, finalmente una flebo di entusiasmo per tutti i tifosi del Cavallino rampante. Tuttavia Rossi è cauto sulla possibilità di lasciare il motociclismo per dedicarsi completamente alle quattro ruote, anzi aggiunge che si tratta di un ipotesi remota e subordinata alla speranza che la Ferrari possa schierare una terza monoposto. Interviene sul tema anche il padre di Valentino, il quale afferma che per veder realizzato il matrimonio tra il figlio e la scuderia di Maranello bisognerà attendere ancora un paio d’anni. Certo che se i prossimi test dovessero risultare altrettanto incoraggianti, il discorso potrebbe essere diverso e le speranze di vedere già dalla prossima stagione il campione marchigiano su una rossa potrebbero riaccendersi.

Maltempo, frane sui Nebrodi

CAPO D’ORLANDO (MESSINA) – La tregua concessa questa mattina dall’ondata di maltempo che da domenica flagella la zona dei Nebrodi, ha permesso ai comuni e alla Provincia di Messina di effettuare una prima mappa dei danni provocati da frane e smottamenti sul territorio.

Leggi il seguito di questo post »

Il piano siciliano dei rifiuti è ancora segreto.

La Rete Rifiuti Zero Sicilia, nel rinnovare la richiesta di pubblicazione del documento esitato dalla Commissione dei 15 esperti nominati dal Presidente della Regione Sicilia, ricorda che questa richiesta risponde a un preciso e legittimo diritto delle associazioni e dei cittadini di conoscere le decisioni e di partecipare alle scelte delle Pubbliche Amministrazioni per ciò che li riguardano, in materia ambientale, come prevedono le leggi sull’ ambiente e sulla trasparenza amministrativa. Leggi il seguito di questo post »

Amnesty International: gli Usa continuano a voltare le spalle alle violazioni dei diritti umani della “guerra al terrore”

Sono 198 gli uomini ancora detenuti a Guantánamo © AP Photo/Brennan Linsley

A un anno dall’impegno assunto dal presidente degli Usa Barack Obama di chiudere Guantánamo, il centro di detenzione continua a ospitare 198 detenuti senza accusa né processo e tanto i procedimenti giudiziari contro i responsabili quanto i risarcimenti per le vittime delle violazioni dei diritti umani nel contesto della “guerra al terrore” sono lontani dall’essere realizzati. Leggi il seguito di questo post »

Haiti: proteggere i diritti umani durante le operazioni di assistenza e soccorso

Haiti, Port au Prince: uomo cammina tra le macerie © AP GraphicsBank

Amnesty International ha chiesto alle Nazioni Unite di attivare misure per la protezione dei diritti umani della popolazione di Haiti e di coloro che tra i sopravvissuti al devastante terremoto di martedì 12 gennaio sono nelle più gravi condizioni di vulnerabilità. Leggi il seguito di questo post »

Gran Bretagna: torturarono bimbi, condannati

Schiacciati dal bullo
Condannati 2 ragazzini di Sheffield in Inghilterra a un minimo di 5 anni di carcere per violenza e torture contro loro coetanei. I due fratelli, di 11 e 12 anni, hanno picchiato, torturato e minacciato di morte due coetanei, di 9 e 11 anni, costringendoli anche a compiere atti sessuali tra loro. I fatti risalgono all’aprile del 2009 quando i mini-bruti calpestarono per 90 minuti le vittime, colpendoli anche con mattoni. Il giudice li ha definiti un rischio per gli altri. (Ansa)

FIAT: PROTESTA SU TETTO A TERMINI, ALTRO OPERAIO IN OSPEDALE

Protesta operaia (www.metropolisweb.it)

Un altro degli operai dell’indotto Fiat che protestano da quattro giorni sul tetto di un capannone di Termini Imerese ha accusato un malore ed e’ stato trasportato in ospedale. L’uomo, Domenico Terrasi, e’ stato calato giu’ dai vigili del fuoco e con un’ambulanza del 118 trasferito nell’ospedale di Termini Imerese per un crisi ipertensiva con dolori al petto. Ieri era stato rivoverato nello stesso ospedale un altro dei manifestanti, Michele Balsamo. Leggi il seguito di questo post »