Incendio in contrada Scoppo, nessun ferito

Un incendio è divampato in contrada Scoppo, nei pressi dello svincolo del viale Boccetta a Messina. Le fiamme hanno raggiunto alcune baracche. Secondo i vigili del fuoco, che hanno domato le fiamme, nessuna persona è rimasta coivolta nel rogo. Indagini sono in corso sulle cause dell’incendio.

Haiti: oggi due scosse di 4,9 e 4,8 gradi Richter

di Sostine Cannata

Mappa del sisma di Haiti del 21 gennaio 2010 delle ore 17:45:21

Haiti continua a tremare. Anche oggi, 21 gennaio, due scosse sismiche hanno colpito la zona intorno a Port-au-Prince, uno è stato di 4,9 gradi e uno di 4,8 gradi. L’ipocentro dei due terremoti è stato fissato sempre alla profondità di 10 km, profondità che ha caratterizzato tutte le forti scosse precedenti, a partire da quella del 12 gennaio. Ciò, se ce ne fosse bisogno, avvalora la tesi che la linea di frattura sia sempre la stessa. Leggi il seguito di questo post »

IL GOVERNO, IN SORDINA, SDOGANA GLI OGM

Il Governo, in sordina, sdogana gli OGM
Un grande boccone avvelenato per i cittadini italiani, un nuovo regalo alle multinazionali
****************
Scegliendo di trascurare la sovranità alimentare dell’Italia e la nostra preziosa biodiversità, il Governo ha deciso di imboccare la strada che ci
vedrà colonizzati dalle multinazionali chimico-farmaceutiche-biotech detentrici dei brevetti sugli Ogm.

A quanto risulta dall’articolo che pubblica “La Stampa” (“L’Italia sdogana gli Ogm”, 17/01/10), è imminente il 28 gennaio il via libera formale alla
bozza sugli Ogm, che prevede le linee guida per la coesistenza (tra colture tradizionali e colture Ogm) richieste dall’Unione Europea, che tuttavia
non sono state elaborate dalla grande maggioranza degli Stati membri fino ad oggi. Leggi il seguito di questo post »

Lavoro nero, 8 aziende su 10 irregolari

In Sicilia domina il lavoro in nero. Nel 2009 otto aziende su dieci sono risultate irregolari alle ispezioni dell’Inail. Scoperti quasi 6 milioni di euro di premi assicurativi non versati. Le verifiche eseguite presso 1.563 imprese, delle quali 1.188 (il 76%) sono risultate non regolari, hanno permesso l’emersione di 3.141 lavoratori. Le ispezioni hanno interessato soprattutto il settore servizi e edilizia della regione, spiega Mauro Marangoni, direttore Regionale dell’Inail, sottolineando che il contributo dell’Istituto nella lotta al lavoro per il 2009, nonostante il decremento delle risorse ispettive impiegate nelle attività di vigilanza ha comunque fatto registrare un lieve miglioramento rispetto al 2008. Leggi il seguito di questo post »

Ambasciata tedesca sponsor di “Addiopizzo”

Da oggi i tedeschi che vogliono visitare Palermo sanno dove spendere i propri soldi nel capoluogo siciliano senza il timore che vadano a finire nelle tasche della mafia. La piantina turistica di “Addiopizzo” che segnala gli oltre 450 negozi dei commercianti che hanno dichiarato di non pagare il pizzo e’ stata stampata in lingua tedesca e verra’ distribuita ai tour operator e alle agenzie di viaggio della Germania. L’iniziativa e’ dell’Ambasciata tedesca in Italia.

MOVIMENTO CONSUMATORI CONTESTA LE DICHIARAZIONI DI CNP UNICREDIT

Il Movimento Consumatori contesta le dichiarazioni rilasciate da CNP in merito al comunicato stampa “LEHMAN BROTHERS.
CLASS ACTION DEL MOVIMENTO CONSUMATORI: CNP UNICREDIT DOVRA’ RESTITUIRE A 6.500 CLIENTI OLTRE 182 MILIONI DI EURO, INVESTITI NELLE POLIZZE VITA” diramato ieri dall’associazione. La Compagnia ha affermato che avrebbe “già sostenuto con ben 400 milioni di euro i sottoscrittori di polizze collegate ai titoli Lehman Brothers e che le proposte alternative denominate “Cash” e “Trasformazione” “si ponevano l’obiettivo di “tutela degli investimenti senza alcun onere oggettivo a carico dei clienti”. Leggi il seguito di questo post »

LEHMAN BROTHERS. CLASS ACTION DEL MOVIMENTO CONSUMATORI: CNP UNICREDIT DOVRA’ RESTITUIRE A 6.500 CLIENTI OLTRE 182 MILIONI DI EURO, INVESTITI NELLE POLIZZE VITA


Importante vittoria dei consumatori: a seguito dell’azione collettiva, promossa dal Movimento Consumatori, il Tribunale di Milano ha accertato che CNP Vita, compagnia del gruppo Unicredit, ha avuto un comportamento gravemente lesivo nei riguardi di 6.500 famiglie italiane che hanno acquistato, per oltre 182 milioni di euro, polizze vita collegate a titoli emessi dalla Lehman Brothers.
Queste polizze, denominate “Performance” prevedevano espressamente la “garanzia” della restituzione del capitale da parte della Compagnia. Alla scadenza – prevista tra aprile e luglio 2009 – a prescindere dall’andamento dei titoli emessi dalla banca d’affari statunitense, CNP avrebbe dovuto restituire l’intero premio versato. Leggi il seguito di questo post »