Emergenza Haiti: In un giorno 3 Mln dollari da Twitter e Facebook

Tre milioni di dollari. E’ quanto e’ stato raccolto in un solo giorno attraverso Twitter e Facebook per l’emergenza ad Haiti, colpita dal terremoto. A digitare su Twitter sono stati, tra l’altro, star come Ben Stiller e campioni come Lance Armstrong. “Si ‘e trattato di un record”, ha detto alla CNN Wendy Harman, social media manager della Croce Rossa internazionale.

assunti a tempo indeterminato 8 lavoratori precari

La vertenza degli otto precari di MessinAmbiente, dimostra ancora una volta, che le lotte sostenute da lavoratori con la coscienza dei diritti difficilmente non giungono alla meta.

Si è conclusa la lunga vertenza che ha visto protagonisti i lavoratori precari di MessinAmbiente, impegnati a far valere i loro diritti con la lotta sindacale parallela al contenzioso legale condotto dagli avvocati Gambadoro e Martelli; gli 8 dipendenti assunti nel 2007 con contratto a tempo determinato, oltre ad aver visto sfumare lentamente il diritto alla stabilizzazione, fra promesse mai mantenute, diatribe burocratiche e rinvii pretestuosi volti a sfiancare  il fronte della lotta, avevano perso anche l’occupazione precaria di conseguenza alla consumata politica dei tagli al costo del lavoro con la quale spesso le aziende affrontano il rosso in bilancio piuttosto che ricercare l’incremento di produzione per rimpinguare le casse. Leggi il seguito di questo post »

Pubblicato su Lavoro. Leave a Comment »

Siracusa: Falsi invalidi civili, 2 arresti

Avrebbero fatto ottenere il riconoscimento di invalidità a persone che non ne avevano diritto in cambio di favori, anche elettorali. E’ l’accusa contestata dalla Polizia all’assessore ai Servizi demografici del Comune di Siracusa, Francesco Zappalà, di 51 anni, che è anche presidente della locale Associazione nazionale mutilati e invalidi civili, e a uno psichiatra, Massimo Gramillano, di 46 anni, componente della commissione medica provinciale, che sono stati arrestati per concussione. (Ansa, 14 gennaio)

Calcio, Coppa Italia: Palermo sconfitto, Lazio ai ‘quarti’

di S.I.

Volitiva gara del Palermo stasera ma priva di concretezza sotto rete; Lazio più dinamica e concreta. Alla fine sono i biancocelesti a prevalere grazie a due gol arrivati nel secondo tempo per opera di Kolarov, al 12′, e del solito ex giallorosso peloritano Floccari, al 29′: nel Messina non é che si facesse ricordare a suon di reti ma nelle altre squadre sembra davvero incontenibile, l’uomo in più per la Lazio attuale ma che probabilmente farebbe la felicità di ogni team.

Grande partita di Zarate, che smista palloni preziosi per molti compagni e gioca sacrificandosi molto a beneficio del successo comune.

I rosanero abbandonano la competizione comunque a testa alta, per la squadra capitolina in maglia biancazzurra l’avventura continua.

Assemblee regionali di giornalisti a Palermo e Catania

L’Associazione Siciliana della stampa, in collaborazione con la FNSI, organizzerà il 15 gennaio a Catania e il 16 gennaio a Palermo due assemblee dedicate a tutti i giornalisti siciliani free lance, co.co.co e precari. Le sedi degli incontri saranno Palermo ore 10, Circolo del Tennis, Via del Fante n.3, (per i capoluoghi della Sicilia occidentale) e Catania ore 10 Hotel Nettuno Lungomare Ruggero di Lauria (per la parte orientale). Sarà l’occasione per discutere i problemi e la difficoltà di chi, giorno dopo giorno, esercita la professione giornalistica anche al di fuori dal contratto di lavoro, in modo autonomo, senza garanzie, senza tutele e, nella quasi totalità dei casi, anche con scarsi compensi.

Leggi il seguito di questo post »

Lettere anonime contro Dalmazio e Catalioto: rinviati a giudizio il deputato regionale Picciolo e l’ex consigliere comunale Curcio

Il Gup di Messina, Daria Orlando, ha rinviato a giudizio il deputato regionale siciliano del Pd, Giuseppe Picciolo, e l’ex consigliere comunale Ciccio Curcio, accusati di simulazione di reato e calunnia aggravata. I due politici sono ritenuti dagli investigatori gli autori di lettere anonime inviate tra giugno e luglio 2007 all’allora sindaco di Messina Francantonio Genovese e all’allora procuratore della repubblica Luigi Croce. Nelle missive i due avrebbero accusato di illeciti penali Nino Dalmazio, presidente della società Messina Ambiente che gestisce lo smaltimento dei rifiuti in città, e l’allora assessore comunale all’Urbanistica Antonio Catalioto. Dalmazio e Catalioto si sono costituiti parti civili, insieme all’architetto Michele Germanà dello studio di progettazione ‘Futuraì di Capo d’Orlando, che sarebbe stato indicato da Picciolo come autore di una delle lettere anonime.

Mafia: Polizia arresta 46 spacciatori ma a Catania carceri piene

Il carcere non può contenere tutti gli arrestati, che vengono trasferiti altrove per problemi di sovraffollamento. E’ accaduto a Catania dove la polizia ha concluso oggi una maxi operazione antidroga nei confronti di una grossa rete di spacciatori. Sono stati 79 i provvedimenti restrittivi emessi dalla Procura di Catania: 68 arresti in carcere (22 nei confronti di persone già detenute per altra causa), 10 arresti domiciliari, un obbligo di firma. A Catania non c’era posto per ospitare tutti nei due istituti penitenziari ed è stato necessario il trasferimento nelle carceri di Siracusa, Augusta, Ragusa, Caltagirone, Enna e Caltanissetta. L'”operazione Ouverture” ha interessato Sicilia, Lombardia, Campania e Veneto. Le accuse, a vario titolo, sono associazione a delinquere finalizzata al traffico di stupefacenti, spaccio, reati in materia di armi. Leggi il seguito di questo post »