Il presidente Napolitano il 21 sarà a Rosarno: “Importante marcare presenza dello Stato e ripristinare valori di legalità e solidarietà”

Il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, sarà il 21 gennaio a Reggio Calabria per partecipare alla Giornata della Legalità.

Il Capo dello Stato, sottolinea una nota del Quirinale, andrà per riaffermare i valori ‘di legalita’ e solidarieta’ oscurati dai gravi fatti di Rosarno’.

Napolitano ha accolto anche l’invito del Ministro Mariastella Gelmini a partecipare alla Giornata ‘Insieme per non dimenticare’ promossa dalle Consulte Provinciali degli Studenti della Calabria.

(Ansa, 11 gennaio)

Lutto nel mondo del Cinema: è morto il regista francese Eric Rohmer

di S.I.

E’ morto questa mattina, a Parigi, all’età di 89 anni, il regista francese Eric Rohmer, uno dei maggiori esponenti della Nouvelle Vague. Lo ha annunciato la casa di produzione francese Les Films du Losange, per voce della produttrice Margaret Menegoz.

Il regista, autore negli anni Novanta de “I racconti delle quattro stagioni”, era in ospedale da una settimana, hanno indicato fonti della famiglia senza aggiungere ulteriori dettagli. Leggi il seguito di questo post »

Omicidio nel corleonese

Un uomo di 72 anni, Nicolò Romeo, è stato assassinato lungo la strada provinciale tra Corleone e Monreale (Palermo). La vittima, è stata affiancata dagli assassini mentre era alla guida dell’auto. I killer gli hanno sparato al volto con un fucile. La presenza del cadavere all’interno della macchina è stata segnalata con una telefonata anonima. Il fratello nel 1997 venne fatto sparire col metodo della lupara bianca. Sull’omicidio indaga la Dda di Palermo.

(Ansa, 11 gennaio)

‘ndrangheta: il Csm andrà a Reggio, servono più uomini e mezzi

Il Plenum del Csm ha approvato oggi all’unanimità la proposta di una visita straordinaria della I, III, V e VII Commissione alla Procura di Reggio Calabria dopo l’attentato del 3 gennaio. Con ogni probabilità, si terrà nella cittadina calabrese una seduta straordinaria del Plenum, proprio per sottolineare la necessità di un’azione straordinaria nel territorio, particolarmente interessato da fenomeni di criminalità organizzata.

In particolare, nella proposta si sottolinea che “è necessario coprire in tempi brevissimi tutte le scoperture di organico negli uffici di Reggio Calabria e di disporre urgentemente applicazioni extradistrettuali mirate a una migliore risposta di giustizia nel capoluogo calabrese”. Leggi il seguito di questo post »

I Giacobini neri

di Raffaele Scirocco

Un rifugio lager di Rosarno

In Italia, le ribellioni di immigrati si fanno sempre più frequenti: oggi Rosarno; ieri Castelvolturno, Milano, per l’uccisione di Abdul Guibre, e Parma, per il pestaggio di Emmanuel Bonsu; domani, forse, sarà la volta della Valle d’Aosta o di Lampedusa.                                                           

Queste frequenti ribellioni scoppiate giustamente a causa del costante sfruttamento lavorativo, delle misere condizioni di vita e delle continue discriminazioni e angherie subite ogni giorno da coloro che vengono chiamati “extracomunitari”, “clandestini”, “negri”o “bingo-bongo”, riportano il nostro Paese indietro nel tempo.       Leggi il seguito di questo post »

Cocaina nascosta nei pannolini del bebè e armi ‘artigianali’: tredici arresti a Gela (CL)

Per non essere scoperti dalle forze dell’ordine nascondevano la droga nei pannolini del figlio neonato: ma non è servito perchè la Polizia di Gela (Caltanissetta) ha sgominato la banda criminale arrestando tredici persone. Le ordinanze di custodia cautelare in carcere sono state emesse dal gip del tribunale di Gela, Lirio Conti, su richiesta del procuratore della Repubblica, Lucia Lotti e del pm Serafina Cannatà. Nei provvedimenti si ipotizzano i reati di traffico continuato di stupefacenti in concorso, fabbricazione, detenzione e porto di armi clandestine. Leggi il seguito di questo post »

Immigrati, ‘Osservatore romano’: In 2010 italiani ancora razzisti

Nel 2010 “siamo ancora all’odio. Ora muto, ora scandito e ritmato dagli sfottò, ora fattosi gesto concreto”: così la storica Giulia Galeotti conclude, sull’‘Osservatore romano’, un articolo dedicato al razzismo degli italiani nel quale denuncia un “odio muto e selvaggio verso un altro colore di pelle che credevamo di aver superato”.

Per il giornale vaticano, “oltre che disgustosi, gli episodi di razzismo che rimbalzano dalla cronaca ci riportano all’odio muto e selvaggio verso un altro colore di pelle che credevamo di aver superato. Leggi il seguito di questo post »