Dettagli del terremoto di 3,5 gradi Richter tra Enna e Messina

di Sostine Cannata

Mappa del sisma dei Monti Nebrodi del 5 gennaio 2010 ore 20:46:57 (http://cnt.rm.ingv.it)

Una scossa sismica di 3,5 gradi della scala Richter si è verificata alle ore 20:46:57 del 5 gennaio 2010 tra le province di Messina e Enna, sui Monti Nebrodi. La scossa è stata nettamente avvertita nell’area nebroidea intorno all’epicentro e particolarmente nei comuni ennesi di Cerami e Troina e nel comune messinese di Capizzi, ricadenti entro il raggio di 10 km dall’epicentro. Non sono al momento stati rilevati danni a cose o persone. I comuni ricadenti tra i 10 e i 20 km dall’epicentro sono: Cesarò (ME), San Fratello (ME), San Teodoro (ME), Agira (EN), Gagliano Castelferrato (EN), Nicosia (EN) e Regalbuto (EN). L’ipocentro è stato fissato dall’INGV alla profondità di 5,5 km. Le coordinate del sisma sono: 37.833°N, 14.555°E e il distretto sismico è Monti Nebrodi.

No al Ponte: in merito ad alcune questioni

di Luigi Sturniolo
1. Il 2009 se n’è andato con la morte di Franco Nisticò, una morte che svela, ad un tempo, lo stato della democrazia in un paese, l’Italia, nel quale il diritto a manifestare è decisamente schiacciato dalla volontà governativa di giocare tutto sul piano dell’ordine pubblico e del clima emergenziale e la natura della politica delle grandi opere per la quale la concentrazione dell’investimento improduttivo prevale sull’offerta dei servizi ai cittadini.
2. Il 2009 era iniziato con il rilancio dell’operazione Ponte sullo Stretto e, di conseguenza, con la ripresa delle mobilitazioni contro tale ipotesi. Leggi il seguito di questo post »

Il Buon Governo Vendola: auguri

Bari, 30 dicembre 2009, presso Villa Romanazzi, il Governatore della Puglia, Nichi Vendola, traccia un bilancio del suo governo regionale, e del 2009, augurando a tutti uno strepitoso 2010 !!

Il Pd non sostenga la giunta Lombardo

Quella di Lombardo è una proposta indecente che, se accolta, nuocerebbe al PD e alla Sicilia. Il PD, di fronte al fallimento del centrodestra, ha l’obbligo di garantire una rigorosa opposizione in Parlamento e di costruire un’alternativa ad una Giunta alleata del governo Berlusconi.
Per una forza come il PD il confronto parlamentare su riforme strutturali rientra in una naturale cultura di responsabilità che vede il perseguimento dell’interesse generale, mentre un sostegno a questo governo, a qualunque titolo e sotto qualunque ipocrita veste, sarebbe un atto politico incomprensibile, dannoso e inaccettabile. Leggi il seguito di questo post »

10 100 1000 !!!

La Befana di Legambiente premia il NuovoSoldo, con la seguente motivazione:

Nonostante si sprechino le battute malevoli dei critici, giocando sul nome del sito, che richiama una gloriosa testata giornalistica messinese (“Il Soldo”), battute del tipo: “Potete metterci la parola nuovo ma sempre mancu na’ lira valiti”; oppure “Ora che avete il nuovo soldo, vi mancano sempre altri 19 soddi per fare almeno na’ lira”; ecc.. i “Nostri” non si sono mai sfiduciati.

Neanche quando il sito era per così dire familiare, nel senso che si collegavano i familiari dei redattori; neanche quando digitando sul motore di ricerca “google” usciva la scritta “nessun risultato per il nome specificato”; e neanche quando il contatore dei visitatori del sito, dopo una settimana, era a 13… e partiva da 10!!! Leggi il seguito di questo post »

Pubblicato su Cronache. 1 Comment »

Sisma di 3.5 tra Enna e Messina

Una scossa sismica è stata avvertita stasera dalla popolazione tra le province siciliane di Enna e Messina. Le località più prossime all’epicentro, riferisce il dipartimento della Protezione Civile, sono Cerami, Troina e Capizzi. Secondo i rilievi registrati dall’Istituto nazionale di Geofisica e Vulcanologia, l’evento sismico è stato registrato alle 20.47, con una magnitudo di 3.5.

TAV: GHIGO, SENZA DECISIONE NETTA PD OPERA RISCHIA RITARDI

“Se il Pd, una volta per tutte, non prende una decisione netta nei confronti dei propri esponenti in Valle di Susa che abbracciano le posizioni No-Tav, la realizzazione della linea ferroviaria rischia intoppi e ritardi. Ma sarebbe assurdo e ingiusto che cio’ avvenisse, perche’ la volonta’ di molti non puo’ essere assoggettata a quella di pochi”. E’ quanto sostiene il coordinatore regionale del Pdl in Piemonte, Enzo Ghigo, in merito alla vicenda Tav. Leggi il seguito di questo post »