Arrestato custode al cimitero, tratteneva i soldi per la concessione dei loculi

Casalvecchio Siculo  (Messina) – Un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip Massimiliano Micali ed eseguita dai Carabinieri della Stazione di Sant’Alessio Siculo ha portato all’arresto, con l’accusa di peculato, di un custode cimiteriale, il cinquantacinquenne Stefano Alidò, in servizio da oltre 30 anni, e che nel corso dell’ultimo decennio  della sua “carriera” avrebbe intascato la somma di 55mila euro senza versare nulla nelle casse comunali. Alidò vendeva ogni loculo a 500 euro, non emettendo fatture e non comunicando nulla al Comune. Nel tentativo di risanare le casse del comune di Casalvecchio, l’uomo questa estate avrebbe fatto ricorso ad una finanziaria di Messina per restituire la somma sottratta tramite versamenti effettuati presso l’ufficio postale di un comune limitrofo e a firma degli effettivi destinatari delle concessioni, prove concrete trovate dai militari  dell’Arma all’interno dell’abitazione di Alidò.

La Sicilia del mito: L’antica città di Abakainon

Una splendida litra in argento di Abakainon

Abakainon era un centro indigeno di antichissime origini, che secondo accreditate fonti storiche era situata vicino a Tyndaris. Grazie anche al frequente rinvenimento sul posto di monete abacenine, il sito della città è ora sicuramente identificato e corrisponde alla frazione Casale, subito a settentrione dell’attuale comune di Tripi, su un altopiano che dai monti Nebrodi si estende verso il mare. Tale zona pianeggiante, detta appunto il Piano, era in realtà una sorta di fortezza naturale, facilmente difendibile, essendo compresa tra due valli laterali, del torrente Novara a est e del suo affluente Tellarita a ovest, e chiusa a sud dall’altissima acropoli del Castello e a nord dal Pizzo Cisterna. Leggi il seguito di questo post »

Pubblicato su Senza categoria. Leave a Comment »

Incredibile proposta della Moratti: Una strada intitolata al discusso leader socialista

Bettino Craxi (c)

A 10 anni dalla morte di Craxi, il sindaco di Milano, Letizia Moratti, avrebbe deciso di intitolargli una via o un giardino ma e’ polemica. La scelta dovrebbe avvenire subito prima o dopo il 19 gennaio, giorno della morte del leader socialista, avvenuta ad Hammamet, in Tunisia, nel 2000. ma sulla questione e’ gia’ polemica. A guidare la protesta e’ il leader dell’Idv Antonio Di Pietro per il quale Craxi resta un ‘latitante, condannato per corruzione e illecito finanziamento ai partiti’. Il sindaco di Milano ha comunque dato mandato all’ufficio toponomastica del Comune di individuare una via o un’area di Milano da intitolare a Bettino Craxi, confermano fonti di Palazzo Marino. Leggi il seguito di questo post »

Sempre più dura la repressione a Teheran. Mottaki: “La Gran Bretagna taccia o pugno in bocca”

Scontri tra forze dell'ordine e manifestanti nel centro di Teheran (Fonte Adn kronos)

Un pugno in faccia a Londra se non chiuderà la bocca sulla situazione in Iran. Le relazioni fra Iran e Gran Bretagna tornano nella bufera dopo le nuove manifestazioni dell’opposizione domenica nelle strade di Teheran e di altre città iraniane e la condanna da parte del ministro degli Esteri di Londra, David Miliband, della dura repressione. Leggi il seguito di questo post »

FIAT: CISL, SCIOPERO GENERALE E PROTESTE IN ITALIA PER TERMINI

Suv (c) sostinecannata

Mobilitazione dei lavoratori del Gruppo Fiat e sciopero generale provinciale. Sono tra le iniziative messe sul tavolo oggi dagli organismi nazionali e regionali di Cisl e Fim, riunitisi a Termini Imerese, a tutela dello stabilimento Fiat e dell’indotto e contro l’intenzione di fermare la produzione automobilistica dal 2012. Oltre ai componenti del direttivo di fabbrica della Fim e delle strutture Fim provinciali e regionali, erano presenti anche il segretario nazionale della Fim Bruno Vitali e i segretari della Cisl Sicilia Maurizio Bernava e della Cisl di Palermo, Mimmo Milazzo. Dopo una lunga discussione, che ha valutato e approfondito quanto emerso dalla riunione del 22 dicembre a Palazzo Chigi, si e’ giudicata “grave e inaccettabile” la scelta della Fiat di procedere alla dismissione del sito produttivo anche per i pesanti effetti sociali e industriali in una delle aree piu’ deboli ed esposte del Paese. L’azione sindacale, spiegano gli uomini della Cisl, “dovra’ percio’ mettere in campo tutta la capacita’ propositiva e le azioni di lotta finalizzate al mantenimento e al consolidamento del polo produttivo di Termini Imerese”. Leggi il seguito di questo post »

SALDI: CODACONS, IN SICILIA ANTICIPATI DA DUE COMMERCIANTI SU TRE

Presepe dei poveri (c) sostinecannata

I saldi partiranno ufficialmente il prossimo 2 gennaio in Sicilia, ma gia’ oggi i negozianti applicano consistenti sconti alla clientela. In base ad una indagine del Codacons, la percentuale degli esercenti che alla cassa “alleggeriscono’ lo scontrino supera il 60%. Cio’ significa che due commercianti su tre applicano gia’ i saldi alla clientela, con sconti medi dal 20 al 40%, proponendoli direttamente ai consumatori in fase di acquisto, accettando le richieste di sconti dei cittadini o inviando lettere ai clienti fidati o ai possessori della propria card (card che e’ possibile richiedere prima di pagare e che e’ dunque uno sconto reale concesso a tutti i clienti). Questa situazione dimostra, secondo il Codacons, come i commercianti siano i primi fautori di una liberalizzazione dei saldi, che permetta di spalmare gli sconti nell’arco di tutto l’anno e di risollevare il volume delle vendite. Soluzione caldeggiata dal segretario nazionale del Codacons, Francesco Tanasi, negli ultimi anni, anche se mai accolta dal governo regionale fino a questo momento. (AGI) Mrg

Maltempo: con nuovo anno tornerà il freddo

Fino al 31 temperature miti su gran parte dell’Italia

Neve e freddo (c) sostinecannata

Con l’anno nuovo torna il freddo: una perturbazione atlantica rendera’ le ultime giornate dell’anno grigie e piovose specie al Centro-nord.

Tuttavia le correnti tiepide richiamate da questa perturbazione garantiranno fino al 31 temperature miti in gran parte d’Italia, con diversi gradi al di sopra della norma al Sud e nelle Isole. Pioggia sul Nord e le regioni tirreniche anche il 1/o dell’anno. Poi un’altra perturbazione portera’ nuove piogge al Centro-nord, con venti freddi e neve. (ANSA)