No frane, no ponte

Come cittadini colpiti dall’alluvione, come precari senza diritti, oggi ancora più precari dopo il disastro dell’ 1 ottobre, annunciato già dall’alluvione del 2007, che ha colpito le nostre terre, le nostre popolazioni, siamo vicini e partecipi alle lotte della rete NO PONTE. Nelle ultime due manifestazioni contro il ponte siamo riusciti a portare in piazza cittadini della riviera jonica messinese, che nello spazio temporale di una notte, primo OTTOBRE 2009, si sono visti crollare letteralmente addosso il mondo che li circondava. Nella piena autonomia ed indipendenza dal potere politico trasversale protestiamo e lottiamo per la difesa e messa in sicurezza del nostro territorio.

Leggi il seguito di questo post »

Le emissioni monetali di Longane

Litra N. 2 di Longane

La città sicula di Longane non è menzionata da alcuna fonte storica. La sua esistenza è attestata solo dalle rare monetine d’argento e da un caduceo di bronzo, ora conservato al British Museum [1], di ignota provenienza e recante inciso sullo stelo l’iscrizione ΛΟΝΓΕΝΑΙΟΣ EMI HMOΣ[IOΣ], che significa “sono [l’araldo] pubblico longanese”. Leggi il seguito di questo post »

Pubblicato su Cronache. 1 Comment »

Carceri: 70 suicidi nel 2009

Carceri italiane

Anno sara’ ricordato per sovrappopolamento detenuti

Settanta suicidi di detenuti, 13 evasi, 864 tentati suicidi: sono alcuni dati sono diffusi oggi dalla UIL PA Penitenziari sulle carceri. Negli istituti penitenziari sono rimasti feriti 148 agenti con prognosi superiore ai tre giorni. ‘Quest’anno sara’ ricordato come un anno sabbatico. E non solo per il record di presenze detentive mai toccato, ma per una incredibile serie di suicidi, proteste, violenze ed evasioni’, spiega Eugenio Sarno, segretario generale del sindacato. (ANSA)

Altrachiesa: “Due follie”. Don Farinella commenta l’aggressione a Berlusconi

Don Paolo Farinella

di Paolo Farinella, prete

Lo sapevamo che prima o poi sarebbe successo. E’ successo nel modo più consono alla realtà perché è un colpo ««omeopatico». Un uomo malato, da dieci anni seguito dai servizi psichiatrici pubblici, armato di un souvenir della sua città, il simbolo della Milano civile e religiosa, il Duomo in miniatura pesante con guglie e Madonnina incorporati, aggredisce e colpisce un folle che per due ore sul palco ha gridato guerra contro tutti, aggredendo lo Stato, scagliando corpi contundenti contro la Repubblica, demonizzando i «suoi» nemici comunisti e di sinistra che ha presentato come «nemici» di tutto il popolo, presente in piazza, istigando non solo all’osanna di giuggiole demenziali, ma all’aggressione contro chi gli vuole –secondo lui – impedire di governare. Leggi il seguito di questo post »

OrSa: Dismissione del servizio di navigazione di Rfi

Continua indisturbata la dismissione del servizio di navigazione che la dirigenza ferroviaria sta attuando da anni con il silenzio assenso dei governi nazionali e locali e purtroppo anche dei cittadini siciliani che saranno privati di una ulteriore unità navale da utilizzare periodicamente nella rotta Civitavecchia/Golfo Aranci. E’ di oggi la notizia di un ordine aziendale che comanda il trasbordo degli equipaggi in forza all’impianto di Civitavecchia verso navi in servizio nello Stretto di Messina e il relativo disarmo della nave Garibaldi che garantisce la continuità territoriale fra la Sardegna e il continente.

L’ennesima iniziativa unilaterale di RFI produrrà il prevedibile ingolfamento dell’impianto siciliano che dovrà ospitare altri 30 lavoratori a fronte di una produzione che sarà ulteriormente limitata a causa dell’impiego saltuario nella rotta sarda di una delle poche nave efficienti in forza alla flotta messinese. E’ inaccettabile l’autoritarismo con cui la dirigenza ferroviaria sta cancellando la storia della navigazione nello Stretto di Messina, resteranno solo due navi ferroviarie di 40 anni a garantire la continuità territoriale nello Stretto, mentre al nord le frecce rosse e argento volano sui binari. E’ altresì inaccettabile l’assordante silenzio delle istituzioni cittadine che non pongono alcun ostacolo al cinismo di un’azienda pubblica che incassa sovvenzioni statali per garantire un servizio che nei fatti non esiste più. Il sistema è al collasso, i problemi di ordine pubblico per l’inefficienza del trasporto marittimo sono alle porte, bisognerebbe intervenire subito per evitare l’evitabile, in caso contrario, ogni attore dell’annosa vertenza sarà chiamato a rispondere in relazione alle proprie responsabilità.

FERMI COLLEGAMENTI MARITTIMI CON LE PICCOLE ISOLE IN SICILIA

Il forte vento di Nord-Ovest ha bloccato tutti i collegamenti marittimi tra la Sicilia e le sue isole minori. Alle Eolie, dove il mare ha raggiunto forza 5-6, da ieri pomeriggio non vengono ragiunte Filicudi, Alicudi, Panarea, Stromboli e la sua frazione di Ginostra. Leggi il seguito di questo post »

INCENDIO DANNEGGIA BALCONE CASA PENSIONATO A REGGIO CALABRIA

F. Guardi, L'incendio di Santa Marcuola (1789)

Nel pomeriggio di ieri, in localita’ Archi CEP lotto XXIII, a Reggio Calabria, per cause presumibilmente di origine dolosa, si e’ sviluppato un incendio sul balcone dell’abitazione di proprieta’ di R.P.G., 65 anni, pensionato. Le fiamme hanno causato l’annerivano delle pareti del salotto. Nessun danno alle persone. Indaga la polizia. (AGI) Red

12,5 mln per innovazione Pmi

Ministro Scajola firma decreto

Pestaggio al G8 di Genova

In arrivo 12,5 mln per finanziare progetti per il trasferimento tecnologico e per la creazione di imprese hi-tech nelle aree sottoutilizzate. E’ quanto prevede un decreto firmato dal ministro dello Sviluppo economico, Claudio Scajola. ‘Con questa iniziativa – afferma Scajola – il governo intende porre un altro tassello a favore del tessuto delle piccole e medie imprese al fine di favorire processi e progetti ad alto contenuto di innovazione tecnologica in aree del Paese piu’ svantaggiate’. (ANSA)

Alluvione, Bagnasco visita le zone colpite nel Messinese

“Tutti auspichiamo che le cose vengano risolte e ritornino alla normalita’ e alla sicurezza nel piu’ breve tempo possibile”. Lo ha detto il presidente della Conferenza Episcopale Italiana, cardinale Angelo Bagnasco, stamane in visita a Scaletta Zanclea e Giampilieri, nel Messinese, nelle zone colpite dall’alluvione dell’ottobre scorso. Bagnasco e’ stato accolto dall’arcivescovo di Messina Calogero La Piana e ha incontrato la popolazione del luogo. Per l’alluvione la Presidenza della Cei aveva stanziato un milione di euro dai fondi derivanti dall’otto per mille, invitando “a sostenere le iniziative di solidarieta’ promosse dalla Caritas Italiana per alleviare così  le sofferenze di quelle popolazioni colpite da questa tragedia”.

La Corte dei Conti esprime dubbi sulla lotta all’evasione

Il contrasto ai paradisi fiscali e lo scudo fiscale sono a rischio di alternatività

E’ un ‘rischio’ coprire maggiori spese o minori entrate con ‘forme di copertura dagli esiti incerti’, come la lotta all’evasione fiscale. La Corte dei Conti critica questa copertura utilizzata nella manovra estiva. Le norme sul contrasto ai paradisi fiscali, gli arbitraggi fiscali internazionali e sullo scudo fiscale, sul quale il governo ha puntato per un maggior gettito nel 2009, ‘appaiono insistere sulla stessa base imponibile’, e ‘sono legate tra loro da un rapporto di alternatività’. (ANSA)

Mafia: progettavano omicidi

I carabinieri fermano 8 persone nel nisseno

Erano pronti a commettere omicidi. E in un ovile, nel Nisseno, avevano nascosto un vero e proprio arsenale. Con l’accusa di associazione mafiosa e detenzione illegale di armi, sono state fermate 8 persone. Farebbero parte di un clan che preparava attentati contro esponenti delle cosche di San Cataldo e Sommatino. Il blitz e’ stato condotto dai carabinieri, che hanno anche arrestato in flagranza una ragazza di 18 anni, trovata in possesso di un’arma. (ANSA)

Etna: Cinque nuove scosse sismiche di lieve entità

di Sostine Cannata

Mappa del terremoto del 27/12/2009 delle ore 10:42:06 - Distretto sismico "Etna"

Cinque scosse di terremoto di lieve entità, tre di gradi 2,6 e due di gradi 2,5 della scala Richter si sono verificati ieri 27 dicembre 2009 sull’Etna. Due scosse, come riferisce l’INGV, si sono verificate il mattino presto quasi contemporaneamente (una alle 04:09:34 e l’altra alle 04:10:07), un’altra si è verificata alle 10:42:06 e altre due subito dopo mezzogiorno (12:04:00 e 12:22:00). Curioso il fatto che la scossa delle 10:42:06, di 2,6 gradi, abbia avuto l’ipocentro alla profondità di soli 480 metri, dato favorito dal fatto che abbia avuto luogo in un vulcano. Gli altri quattro terremoti si sono verificati a profondità comprese tra i 18,31 e i 28,67 km. Le scosse com’è ovvio non hanno provocato danni a cose o persone.

Buon Anno dalla Val di Susa

Sacra di San Michele - Val di Susa

Torino-Lyon: Il nostro commento di fine anno

(Inviato a 23587 utenti di cui 6409 uffici pubblici)

E’ passato un altro anno, neppure un chiodo è stato piantato in Valle di Susa, mentre un’altra onorificenza è stata appuntata sul petto dell’architetto Virano. Unica consolazione: almeno questa la pagano i francesi, noi a Virano paghiamo già un lauto compenso (pare attorno ai 500.000 Euro annui!). Leggi il seguito di questo post »

Quando le donne fanno lobby e la vittima è l’uomo: stalking e mobbing sottaciuto ed impunito

Il dr. Antonio Giangrande, presidente dell’Associazione Contro Tutte le Mafie, stila un dossier, sull’onda delle segnalazioni e delle notizie di stampa, che riportano i casi di suicidi di padri separati. La prevedibile ed infondata accusa di maschilismo non può tacitare una tematica importante e delicata.
Nel mondo occidentale il riequilibrio dei ruoli (famiglia e lavoro) tra uomo e donna ha portato, non poche volte, ad eccessi di segno opposto rispetto al passato. Il caso forse più eclatante in Italia è quello dei padri separati.
Soltanto nel 2006 infatti è stata approvata la Legge 54 denominata “Affido Condiviso”, che ha cominciato a cambiare le cose. Fino a quel momento in oltre il 90% dei casi i figli venivano affidati esclusivamente alla madre. Altre difficoltà, oltre quelle degli affetti, per un padre che si separa sono la casa (assegnata per oltre due volte su tre alla donna), e la questione assegni (nel 95% dei casi erogati dagli uomini).
Il disagio psicologico, morale e materiale a cui è sottoposto l’uomo nelle separazioni lo porta a lasciarsi andare molto più spesso di quanto si crede. Il 93% dei suicidi post-separazione sono di padri (fonte FENBI circa 100 l’anno) e la Caritas in un recente comunicato ha informato che decine di migliaia di padri separati si stanno rivolgendo a loro per un posto letto. I dati riferiti ai suicidi dei padri separati sono contraddittori. Secondo i dati diffusi dall’Armata dei padri, solo nel 2006, sono 2 mila i padri che si sono suicidati perché lontani dai figli.
Ma la maggior parte degli uomini abbandonati (il 74% delle separazioni sono chieste da donne), privati di figli, casa, lavoro, non riesce a reagire, il “sommerso” come si dice in questi casi è molto più vasto di chi invece riesce a reagire, magari entrando in una delle tante associazioni tematiche. Leggi il seguito di questo post »

Spazio pubblicitario: Bando PON – FESR Scuola Media “Gallo” di Messina

 
 
 
 
 

PON 2007/2013

Bando per la fornitura ed installazione di Dotazioni tecnologiche e laboratori multimediali, Progetto PON “TECNOLOGIA IN CLASSE ” – “Ambienti per l’apprendimento” FESR n. AOODGAI/8124 del 15.07.2008, Annualità 2008/09 – Misura A-1-FESR-2008-732 – Scuola Media Gallo – Messina  Leggi il seguito di questo post »